LIBRI - Stefano Benni rifiuta il premio Vittorio De Sica

“Troppi tagli alla cultura”, Stefano Benni rifiuta il premio De Sica

Lo scrittore bolognese rifiuta,per i troppi tagli alla cultura, il riconoscimento che gli sarebbe stato assegnato dal ministro Franceschini
"Troppi tagli alla cultura", Stefano Benni rifiuta il premio De Sica

MILANO – “Non c’è niente da festeggiare, troppi tagli alla cultura”. Questa la motivazione dello scrittore Stefano Benni dietro il rifiuto di ricevere il “Premio Vittorio De Sica” perché patrocinato dal ministero dei Beni Culturali e consegnato materialmente dalle mani del ministro Dario Franceschini.

LO SFOGO SU FACEBOOK – Lo scrittore ha affidato al famoso social network le motivazioni del rifiuto del premio. “Come i governi precedenti, questo governo , sembra considerare la cultura l’ultima risorsa e la meno necessaria. Non mi aspettavo questo accanimento di tagli alla musica, al teatro, ai musei, alle biblioteche, mentre la televisione di stato continua a temere i libri, e gli Istituti Italiani di Cultura all’estero sono paralizzati. Comprendo il vostro desiderio di ricordare il grande Vittorio De Sica – conclude lo scrittore– e voi comprenderete il mio piccolo disagio”. Chiude il messaggio augurando una bella cerimonia a tutti, ma non sarà a ritirare il premio.

30 settembre 2015 

© Riproduzione Riservata
Commenti