Sei qui: Home » Libri » Autori » “Tre”, Valérie Perrin torna con un romanzo sull’amicizia
Il libro

“Tre”, Valérie Perrin torna con un romanzo sull’amicizia

“Tre” è il nuovo romanzo di Valérie Perrin, autrice del best seller “Cambiare l’acqua ai fiori”, uscito lo scorso mese

Valérie Perrin ha pubblicato lo scorso giugno il suo nuovo romanzo “Tre”, una storia di amicizia e mistero. Già in testa alle classifiche, “Tre” sembra seguire il fortunato destino del precedente romanzo dell’autrice francese “Cambiare l’acqua ai fiori” diventato best seller in pochissimo tempo e ancora in classifica tra i libri più venduti.

“Tre”, la trama

“Tre” racconta la storia di, appunto, tre amici, Nina Beau, Etiénne Beaulieu, Adrien Bobin che, nel 1986, a soli dieci anni vivranno insieme un’esperienza sconvolgente che segnerà a lungo le loro vite, ovvero trascorrere un anno con il maestro Py, noto a tutti per i suoi metodi poco ortodossi, ma anche per la sua indiscussa preparazione. Una promessa unisce i tre coetanei: lasciare la provincia in cui vivono, trasferirsi a Parigi e non separarsi mai. Anni dopo, però, nel 2017 un’automobile viene ripescata da un lago nel piccolo paese in cui sono cresciuti. Il caso viene seguito da Virginie, giornalista dal passato enigmatico. Poco alla volta Virginie rivela gli straordinari legami che uniscono i tre amici.

Un romanzo sull’affettività umana

In “tre” Valérie Perrin affronta diversi temi, sicuramente quello dell’amicizia è centrale, ma nel corso della lettura si incontrano tematiche differenti e ben approfondite. La capacità di Valérie Perrin di toccare determinati argomenti con enorme tatto, delicatezza e profondità, rende questo lungo libro leggero e piacevole. “Tre” è un romanzo che racconta di radici familiari perse e ritrovate, di affetti non solo legati al sangue ma soprattutto all’amicizia. Oltre a ciò, però, in “Tre” si leggono le difficoltà umane della crescita, il dolore dell’abbandono dei genitori, le insidie della vita di coppia e la questione della violenza sulle donne. Anche questa volta Valérie Perrin ci regala un romanzo pregno di significati che vale la pena di essere letto.

 

Valérie Perrin

Valérie Perrin è nata a Remiremon il 19 gennaio 1967 ed è scrittrice, fotografa e sceneggiatrice. L’incontro con Claude Lelouch nel 2006 ha dato il via alla sua carriera cinematografica come fotografa di scena e poi come co-sceneggiatrice degli ultimi film del regista, ma sono soprattutto i suoi romanzi a renderla nota al grande pubblico. Nel 2015 esce il suo primo romanzo, “Il quaderno dell’amore perduto”, che ha ricevuto 13 premi. Anche il suo secondo romanzo “Cambiare l’acqua ai fiori”, pubblicato nel 2018, ha ricevuto diversi premi, nel 2019 si classifica al 6º posto nella classifica dei 10 libri più venduti dell’anno per GFK/Weekly Books. In Italia la traduzione del romanzo è stato un caso editoriale.

© Riproduzione Riservata