Dall’1 al 3 aprile

Torna a Milano BookPride, la fiera degli editori indipendenti

La fiera darà vita a un fitto programma di eventi sui principali temi dell’attualità con ospiti di primo piano sia italiani che stranieri
Torna a Milano BookPride, la fiera degli editori indipendenti

MILANO – Un’occasione per dare visibilità alla produzione dell’editoria indipendente, farla conoscere ai lettori e tutelare così la bibliodiversità. E’ in programma dall’1 al 3 aprile 2016 all’interno di BASE Milano la seconda edizione di BOOK PRIDE, la fiera promossa dall’Osservatorio degli editori indipendenti (ODEI). BOOK PRIDE si svolge sotto il segno del grande successo della prima edizione, che si è tenuta nel marzo 2015 ai Frigoriferi Milanesi, registrando oltre 20.000 presenze e la partecipazione di 124 marchi editoriali. Le adesioni confermate per il 2016 arrivano a circa 150 editori, in decisa crescita rispetto alla prima edizione.

 

BASE MILANO – BOOK PRIDE per l’edizione 2016 cambia sede e trova accoglienza nei nuovi spazi di BASE Milano, che saranno aperti alla città a partire dal prossimo 30 marzo: un’area multifunzionale recuperata dalle vecchie fabbriche sede dell’ex Ansaldo nel cuore del distretto Tortona, nata con l’esplicita vocazione di “innovare il rapporto tra cultura ed economia, attraverso un progetto integrato per la cultura e la creatività di Milano”. Un luogo di produzione e condivisione, che pone “la cultura al centro di ogni processo decisionale quale chiave per comprendere e interpretare il mondo e le sue evoluzioni” e che, per questo motivo, è particolarmente affine a una manifestazione quale BOOK PRIDE, tra le prime iniziative in programma a BASE Milano.

 

EDITORI PRESENTI – BOOK PRIDE è caratterizzata dalla presenza di circa 150 case editrici indipendenti tra le più importanti nel mercato editoriale nazionale, piccole, medie o piccolissime, tutte accomunate dal fatto di non appartenere a uno dei 4-5 maggiori gruppi editoriali. La fiera nasce dall’esigenza di fornire uno strumento utile a dare voce a quella parte del mondo del libro che oggi è più che mai chiamata a utilizzare tutte le proprie forze per difendere il pluralismo editoriale e quindi culturale, avendo la chiara percezione di processi in atto che negli ultimi anni vanno restringendo gli spazi del mercato editoriale.

 

GLI EVENTI – BOOK PRIDE non sarà soltanto uno spazio espositivo di tutta quella preziosa produzione culturale che è sempre più difficile trovare in libreria, ma darà anche vita a un fitto programma di eventi sui principali temi dell’attualità con ospiti di primo piano sia italiani che stranieri. Sarà naturalmente anche l’occasione per incontri che affrontino i nodi e le difficoltà principali del mercato editoriale italiano, e infine per incontrare gli autori delle ultime novità degli editori indipendenti nelle numerose presentazioni in calendario. Il programma di BOOK PRIDE 2016 ruoterà intorno al concetto di ‪‎equosistema, che consentirà di muoversi oltre il solo ambito editoriale, dalla situazione geopolitica all’ecologia, dalle migrazioni alle nuove frontiere dei diritti civili. L’inaugurazione è prevista venerdì 1 aprile alle 15 alla presenza di Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Marino Sinibaldi, direttore di RAI Radio 3, Romano Montroni, Presidente del Centro per il Libro e la lettura e Gino Iacobelli, Presidente di ODEI.

© Riproduzione Riservata
Commenti