La storia della Ferrante in tv

“The Neapolitan Novels”, la serie tv tratta da “L’amica geniale” di Elena Ferrante

La serie verrà prodotta da Fandango e Wildside con partner stranieri non ancora noti. Il progetto è partito circa 2 anni fa
"The Neapolitan Novels", la serie tv tratta da "L'amica geniale" di Elena Ferrante

MILANO – Uno dei casi editoriali 2015, nonché uno dei libri più venduti dell’anno passato. Parliamo de “L’amica geniale” della misteriosa penna Elena Ferrante (Leggi anche: Elena Ferrante, le 15 cose che sappiamo di lei). L’ultimo capitolo della saga, composta da 4 libri,  “Storia della bambina perduta” è stato inserito dal New York Times tra i dieci migliori libri del 2015. Il grande successo ha attirato l’attenzione di Fandango che realizzerà una serie tv dal titolo “The Neapolitan Novels”, basata sui libri della misteriosa autrice.

 

LA SERIE TV – Il successo della saga di Elena Ferrante non è stato solo italiano, ma internazionale. Con il titolo “The Neapolitan Novels” la storia della Ferrante arriverà in tv, la produrranno Fandango e Wildside con partner stranieri non ancora noti. Il progetto è allo studio della Fandango di Domenico Procacci da un paio d’anni (inizialmente con il coinvolgimento di Rai Fiction) ma ha ora una svolta internazionale con l’ingresso della Wildside guidata da Lorenzo Mieli e Mario Gianani.

.

LA PRODUZIONE – Per la coproduzione di quattro stagioni della serie tv internazionale, secondo Variety, la stessa Elena Ferrante, la cui identità è segreta, sarebbe coinvolta nello sviluppo delle sceneggiature tratte dai quattro romanzi pubblicati in Italia da Edizioni E/O che raccontano la crescita di Lila e Lenu’, amiche e rivali nella Napoli dagli anni ’50 in poi. Saranno 4 serie da 8 episodi. Alcune opere di Elena Ferrante sono già stati adattate per il grande schermo in occasione dei film L’amore molesto, di Mario Martone, e I giorni dell’abbandono di Roberto Faenza.

 

I ROMANZI – Le protagoniste della storia sono Lina e Lenù: due bambine che scoprono il valore dell’amicizia e quanto sia importante lottare per quello in cui si crede. Nel secondo romanzo, “Storia del nuovo cognome“, erano due giovani ragazze alle prese con la realtà del rione, con l’amore e la sua potenziale ferocia. Il terzo libro si intitola “Storia di chi fugge e di chi resta“, ambientato negli anni Settanta. A concludere la storia è “Storia della bambina perduta” in cui Lina e Lenù sono ormai adulte e hanno cercato di allontanarsi da Napoli e dalla sua realtà.

.

LEGGI ANCHE: ELENA FERRANTE, SEI LEZIONI DI VITA IMPARATE LEGGENDO L’AMICA GENIALE 

© Riproduzione Riservata
Commenti