Sei qui: Home » Libri » Siamo ancora capaci di amare? Breve storia di un saggio imperdibile

Siamo ancora capaci di amare? Breve storia di un saggio imperdibile

Nel saggio "Eros in agonia" il filosofo Byug-Chul Han esamina pulsioni e passioni della nostra società per capire se stiamo diventando immuni all'eros

C’è un nemico che giorno dopo giorno sta ammazzando il vero amore? Ecco cosa si chiede e su cosa ci invita a ragionare il filosofo coreano Han nel saggio “Eros in agonia”, pubblicato nella nuova edizione da Nottetempo nel 2019.

 

Reinventare l’amore

L’individualismo, tipico della nostra contemporaneità, e il mercato sempre più invadente hanno un effetto inevitabile anche sulle relazioni: ad ogni cosa è assegnato un prezzo, reale o simbolico che sia. Questa tendenza sminuisce tutto, perché rende ogni cosa o persona un prodotto e ogni relazione uno scambio economico, in cui la proporzione tra ciò che si dà e ciò che si riceve deve essere conveniente.

Ma l’amore ha un funzionamento diverso e la sua verità sta nella non aderenza, e quindi nella ribellione, alle norme che regolano il capitalismo globalizzato. L’amore è un’esperienza radicale che implica l’abbandono del sé, la capacità di fidarsi dell’altro e di accettarne limiti e difetti e il coraggio di rifiutare la continua ricerca del consenso per pura soddisfazione personale.

Amare vuol dire fare esperienza assoluta dell’altro, vuol dire abdicare al potere per poter permettere all’altro di manifestarsi in tutta la sua essenza, vuol dire annullarsi affinché l’altro possa giungere alla nostra vera sostanza, ripulita e liberata finalmente dai macigni delle nostre proiezioni e delle nostre aspettative.

"Versicoli quasi ecologici", la poesia di Giorgio Caproni per la Terra

“Versicoli quasi ecologici”, la poesia di Giorgio Caproni per la Terra

In occasione del 22 aprile, Giornata Mondiale della Terra, scopri la poesia “Versicoli quasi ecologici” di Giorgio Caproni per sollecitare l’attenzione per la tutela del Pianeta.

Giornata della Terra, 5 romanzi da leggere per riscoprire la ricchezza della natura

Giornata della Terra, 5 romanzi da leggere per riscoprire la ricchezza della natura

Il 22 aprile si celebra l’Earth Day, la Giornata Mondiale della Terra. Per l’occasione, ti proponiamo 5 romanzi perfetti per riscoprire la ricchezza della natura.

Censura e libertà di espressione, l'opinione di Dacia Maraini

Censura e libertà di espressione, l’opinione di Dacia Maraini

Abbiamo intervistato Dacia Maraini su un tema di stretta attualità nell’ultimo periodo: quello della censura e delle varie forme che assume nella società contemporanea. 

Gente d'Italia, la mostra fotografica di Federico Garolla sulla storia del nostro Paese

“Gente d’Italia”, la mostra fotografica di Federico Garolla sulla storia del nostro Paese

Villa Pisani a Stra, lungo la Riviera del Brenta, sarà la cornice ideale che ospiterà la grande mostra monografica di Federico Garolla, a cura di Uliano Lucas e Tatiana Agliani, iche celebra 20 anni di storia italiana.

Jane Eyre di Charlotte Brontë, il libro che celebra la forza delle donne

“Jane Eyre” di Charlotte Brontë, il libro che celebra la forza delle donne

Analizziamo “Jane Eyre”, il capolavoro della scrittrice inglese Charlotte Brontë. Cosa può insegnarci ancora oggi un libro pubblicato nell’800? Perché Jane Eyre rappresenta una figura così forte?

Natale di Roma, perché si celebra il 21 aprile

Natale di Roma, perché si celebra il 21 aprile

Sono passati quasi 3mila anni dalla mitica fondazione di Roma a opera di Romolo. Scopriamo perché la città eterna fu fondata proprio il 21 aprile

Una frase di Charlotte Brontë su come reagire alla mancanza di libertà

Una frase di Charlotte Brontë su come reagire alla mancanza di libertà

Per ricordare la scrittrice Charlotte Brontë, condividiamo una sua illuminante riflessione sulla libertà e sul fatto che, finché a guidarci saranno le nostre facoltà mentali, allora anche i mali del mondo saranno sopportabili.

Il monologo di Antonio Scurati sul 25 Aprile censurato dalla Rai e letto da Serena Bortone

Il monologo di Antonio Scurati sul 25 Aprile censurato dalla Rai e letto da Serena Bortone

Nel corsa del programma “Che sarà”, la conduttrice Serena Bortone ha letto il monologo di Antonio Scurati sul 25 Aprile che lo stesso scrittore avrebbe dovuto recitare stasera in trasmissione. Leggiamolo insieme.

Il glicine la poesia di Pier Paolo Pasolini che celebra la Terra

“Il glicine” la poesia di Pier Paolo Pasolini sul potete rigenerativo della natura

Scopri “Il glicine”, l’ode poetica di Pier Paolo Pasolini alla Terra. Un invito per l’uomo a reagire e a rigenerarsi, prendendo ispirazione dalla forza della Natura.

"Storia Universale" di Gianni Rodari, poesia per educare alla cura della Terra

“Storia Universale” di Gianni Rodari, poesia per educare al rispetto della Terra

In occasione della Giornata della Terra, condividiamo “Storia Universale” la poesia di Gianni Rodari per correggere gli errori nei confronti del Pianeta.

5 libri per ragazzi da leggere per educarli al rispetto della Terra

5 libri per ragazzi da leggere per educarli al rispetto della Terra

In vista del 22 Aprile, Giornata mondiale della Terra, vi proponiamo 5 libri per bambini sulla Natura da proteggere e rispettare per un futuro sempre più green.

Eros e pornografia

Han scrive: “il capitalismo aggrava la trasformazione pornografica della società offrendo ogni cosa come merce ed esponendola allo sguardo. Non conosce alcun altro uso della sessualità. Il capitalismo profana l’Eros nel porno”. Quindi il porno è pura ostentazione e banale consumo di corpi e pulsioni, mentre l’eros è il sentimento del mistero, che ancora ci permette di restare nudi di fronte all’altro senza dare l’impressione di essere in vendita.

Il narcisista è logorato e ossessionato da se stesso, dalla sua costante autoreferenzialità e proprio perché pensa e agisce sempre mosso da motivazioni personali e vede il mondo solo attraverso il suo unico punto di vista, non è più in grado di riconoscere se ha confini e quali essi siano. Questa tendenza non permette al soggetto di capire dove finisce lui e dove inizia l’altro, perché l’altro esiste solo se è nel suo campo di azione e se è utile a farne da specchio: una spirale infinita che lo porta ad annegare in sé e solo in sé. L’eros, invece, riguarda l’altro e può esistere solo in presenza del riconoscimento dell’altro, nella capacità di accettare quindi la vita oltre se stessi.

Bergamo, 5 luoghi da visitare per scoprire la città dei Mille

Bergamo, 5 luoghi da visitare per scoprire la città dei Mille

Suddivisa in “Città alta” e “Città bassa”, Bergamo offre interessanti attrazioni per tutta la famiglia. Scopriamone cinque.

Ermal Meta, ecco le frasi più belle delle sue canzoni

Ermal Meta, ecco le frasi più belle delle sue canzoni

Oggi è il compleanno di ERMAL META, amatissimo cantautore che ci ha regalato numerosi successi. Tra i tanti abbiamo scelto alcune frasi.

Fuorisalone Milano 5 installazioni da non perdere

Fuorisalone Milano: 5 installazioni da non perdere

Per un fine settimana all’insegna del design, vi segnaliamo 5 installazioni da vedere al Fuorisalone di Milano.

Il campione innamorato, il libro di Alessandro Cecchi Paone sull'inclusione

“Il campione innamorato”, il libro di Alessandro Cecchi Paone sull’inclusione

Oggi vi parliamo del libro “Il campione innamorato”, scritto da Alessandro Cecchi Paone per una cultura contro la marginalizzazione e le discriminazioni

Una frase di William Shakespeare per augurare Buon fine settimana

Una frase di William Shakespeare per augurare Buon fine settimana

Per augurare un Buon fine settimana, vi proponiamo oggi una frase benaugurante dello di William Shakespeare tratta dal suo “Enrico IV”

Ambiente, 10 poesie dedicate alla Terra e alla sua fragilità

Ambiente, 10 poesie dedicate alla Terra e alla sua fragilità

In occasione della Giornata della Terra, abbiamo raccolto per voi dieci poesie dedicate al pianeta Terra e alla sua fragilità

"Rischiare" di Rudyard Kipling, una poesia da dedicare a chi ha bisogno di coraggio

“Rischiare” di Rudyard Kipling, una poesia da dedicare a chi ha bisogno di coraggio

“Il più grande pericolo nella vita è quello di non rischiare”: con la sua poesia, Rudyard Kipling ci mostra quanti treni perdiamo solo perché abbiamo paura.

La frase di Carl Sagan che invita a prendersi cura della Terra

La frase di Carl Sagan che invita a prendersi cura della Terra

Scopriamo il senso della frase dell’astronomo e scrittore americano Carl Sagan, il quale ci sprona attraverso magiche parole alla tutela del nostro bellissimo Pianeta.

Democrazia a rischio, libri e autori per promuovere il pensiero critico

“Democrazia a rischio”, libri e autori per promuovere il pensiero critico

Feltrinelli presenta l’evento che coinvolge libri, librerie e autori: tutti uniti per promuovere la cultura come antidoto per una democrazia sempre più a rischio. 

Madre Terra di Henry Van Dick, poesia che celebra il Pianeta

“Madre Terra” di Henry Van Dyke, poesia che celebra il Pianeta

In occasione del 22 aprile, la Giornata Mondiale della Terra (Earth Day), scopriamo “Madre terra”, la poesia di Henry Van Dyke sul perché bisogna tutelare il nostro Pianeta.

Biennale di Venezia 2024, 5 mostre e artisti da non perdere

Biennale di Venezia 2024, 5 mostre e artisti da non perdere

Sabato 20 aprile parte la Biennale di Venezia 2024. Per l’occasione, vi suggeriamo 5 mostre da vedere e assolutamente da non perdere.

Affidarsi alle insicurezze dell’amore nell’era della divinizzazione dell’io

Oggi l’amore viene vissuto solo in un’accezione positiva e di godimento, “deve produrre soprattutto sentimenti piacevoli. Non è più una trama, una narrazione, un dramma, bensì emozione ed eccitazione prive di conseguenze”. L’amore non prevede più cadute, eppure cadere nell’amore è l’unica esperienza vera che si possa fare di tale sentimento. L’amore non è un’iniziativa, un progetto o una scelta, l’amore non è una proposta di lavoro, con orari precisi, prestazioni concordate, come accade in Cinquanta sfumature di grigio, dice Han, altrimenti diventa puro consumo e mero godimento.

L’amore, invece, è una storia, con un inizio inaspettato, alti e bassi, passaggi scivolosi, improvvisi cambi di trama, smarrimenti e vuoti, stupore e panorami inaspettati: un presente del quale è necessario accettare dolori e piaceri. L’amore deve essere fuori dalla proprietà dell’io e fuori da ogni umana rassicurazione, dice Massimo Recalcati, l’amore è un disarmo radicale, è come la follia: “non diventa folle chi lo vuole, così come non si ama con la sola volontà. Follia e amore sono fuori controllo, non possono essere dettati da una decisione”. 

In conclusione, per amare bisogna essere dei ribelli, degli inguaribili curiosi, insolitamente aperti verso l’altro e per modi di pensare diversi. L’amore deve essere governato dall’insicurezza, l’unica condizione che ci lascia costantemente in una posizione scomoda, di ascolto continuo, e in continua evoluzione, perché ci chiede di adattare e riadattare costantemente il nostro equilibrio. Amare è sentire nel profondo la voce di Socrate che ci ricorda, come un mantra, “io so di non sapere, io so di non sapere, io so di non sapere”.

[amazon_link asins=’8807492482,8882274292,8860306485′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’6380e676-f920-43b4-9fd5-3d711449c963′]
© Riproduzione Riservata