Aveva 89 anni

Si è spento lo scrittore Ermanno Rea

Si è spento nella sua abitazione di Roma il giornalista e scrittore Ermanno Rea. Ad annunciarlo su Twitter il giornalista e politico italiano David Sassoli
Si è spento lo scrittore Ermanno Rea

MILANO – Si è spento nella sua abitazione di Roma il giornalista e scrittore Ermanno Rea. Ad annunciarlo su Twitter il giornalista e politico italiano David Sassoli così “È morto Ermanno Rea, giornalista, scrittore, innamorato della vita. Lavorare con lui è stato un grande dono.”

I LIBRI – Nato nel 1927, Ermanno Rea ha vissuto tra Milano e Roma lavorando come giornalista per numerosi quotidiani e settimanali. I suoi libri sono prevalentemente inchieste su casi personali, come quella su Federico Caffè. Per La dismissione, Rea è infatti tornato a Napoli per seguire la storia dello smantellamento dell’acciaieria Ilva di Bagnoli, simbolo di una città che cercava nell’industrializzazione la via per uscire dal sottosviluppo.

I PREMI – Ermanno Rea ha vinto il premio Viareggio nel ’96 con il romanzo autobiografico Mistero napoletano e il Campiello nel ’99 con Fuochi fiammanti a un’ hora di notte. Finalista al premio Strega nel 2008 con Napoli ferrovia, La sua ultima opera è stata Il caso Piegari, pubblicata nel 2014.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti