Sei qui: Home » Libri » Autori » Serena Dandini a Collisioni, ”La violenza sulle donne è un tarlo persistente nella nostra società”

Serena Dandini a Collisioni, ”La violenza sulle donne è un tarlo persistente nella nostra società”

DAL NOSTRO INVIATO A BAROLO - Una Virginia Woolf tra le colline piemontesi. Serena Dandini viene salutata a Barolo con una standing ovation incredibile, che lascia trasparire l'affetto che il pubblico di Collisioni prova nei confronti della scrittrice...

A Collisioni, grande successo di pubblico per la scrittrice, la quale ha presentato il libro "Ferite a Morte"

BAROLO – Una Virginia Woolf tra le colline piemontesi. Serena Dandini viene salutata a Barolo con una standing ovation incredibile, che lascia trasparire l’affetto che il pubblico di Collisioni prova nei confronti della scrittrice. La piazza è gremita di gente e i volontari stanno dando gli ultimi ritocchi per accogliere al meglio colei che negli ultimi tempi si è schierata in difesa del sesso debole, riaprendo una ferita che purtroppo il tempo non ha mai guarito: il femminicidio.

UN ROMANZO INTERAMENTE FEMMINILE – Le protagoniste di "Ferite a morte" narrano dall’al di là la loro triste e violenta fine: c’è la giovane ragazza stuprata, la donna uccisa con un colpo di pistola, quella fatta a brandelli e nascosta nel freezer; vite stroncate improvvisamente e che non hanno fatto in tempo a raccontare la loro versione dei fatti. Per questo motivo Serena Dandini ha voluto dare un’altra occasione a coloro che in vita non sono riuscite ad esprimersi, immaginando un susseguirsi di testimonianze e racconti che riportassero le vere ed agghiaccianti vicende. Raccontato così il romanzo sembrerebbe quasi un horror, una gothic novel del XIX secolo; purtroppo, però, i monologhi femminili che accompagnano il narratore alla scoperta di una cruda verità sono il frutto di lunghe ricerche e documentazioni fatte dall’autrice stessa.

TARLO NELLA SOCIETA’ – Il sesso femminile ha lottato contro abusi, violenze, discriminazioni per secoli ed è inammissibile che in una realtà evoluta come la nostra esistano ancora casi del genere. Perciò, con la stesura di questo libro, l’autrice ha voluto riportare la nostra attenzione su un fatto che a volte viene trascurato o, ancora peggio, occultato.

I PANNI SPORCHI SI LAVANO IN CASA – Ma in un Paese in cui il delitto d’onore è stato abolito solo 30 anni fa, è giusto che questi panni vengano stesi alla luce del sole e sotto occhi di tutti, perché spesso le donne, da sole, non ce la fanno. Quello della Dandini è un romanzo urgente, necessario, fondamentale per dare coraggio e voce a chi vorrebbe salvarsi prima.


Federica Boffa

12 luglio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata