Gli scrittori scendono in campo per aiutare i cani

“Attenti al Cane!” è la raccolta di racconti di 23 autori che ha come fine quello di raccogliere fondi da destinare al Canile Sanitario di Bari
Gli scrittori scendono in campo per aiutare i cani

MILANO – Scrittori pugliesi insieme per aiutare i migliori amici dell’uomo: i cani. Sono ventitré i racconti contenuti in Attenti al Cane!, un libro edito da Laterza che ha come fine quello di raccogliere fondi da destinare al Canile Sanitario di Bari. Tutti gli scrittori presenti nella raccolta hanno aderito con entusiasmo all’idea di Marcello Introna, scrittore e veterinario barese, donando un racconto. Molti parlano di animali, altri no, qualcuno è commovente, qualche altro no, certo è che sono tutti interessanti scritti di narrativa contemporanea, diversi per stile e tematica, eppure uniti nel proposito di voler fare qualcosa di concreto per i piccoli amici a quattro zampe.

“I canili sono posti emotivamente devastanti. Tutti. Anche i pochi gestiti da persone meravigliose, come quello sanitario di Bari.”, spiega Marcello Introna, che sottolinea: “Il macello è un posto meno odioso, perché i morti si freddano subito, direbbe Oscar Wilde. Nel canile no, la morte viene spalmata per anni, quattro metri di gabbia e l’eterna attesa che i padroni, cioè i cialtroni che se ne sono disfatti tornino a prenderli. Ci sono cani che fissano per tutto il tempo un mondo a nido d’ape. Dietro sbarre di ferro che compongono piccoli rettangoli grigi, scontano la pena di essersi fidati. In quelle gabbie il sole ci entra pure, è il calore che non arriva quasi mai.”

“Se visiti un canile verrai fuori che pesi cento chili in più. E’ il senso devastazione  che ti rimane appiccicato addosso, pesa cento chili e anche se ti fai una doccia scrupolosa non viene via.”, continua Marcello.

Nella presentazione ufficiale che si è tenuta presso la Libreria Laterza di Bari, la commozione a tratti era palpabile: l’editore Alessandro Laterza, senza aspettare di vendere tutte le copie stampate, quasi 800, ha generosamente fatto il bonifico al Canile di Bari, consapevole di quanto bene possano fare dei fondi immediatamente utilizzabili. E sembra che il libro stia andando forte in libreria, merito di quanti stanno sostenendo quest’iniziativa benefica. (Il 50% dei proventi del libro è stato destinato al Canile e si spera anche in una ristampa.)

Il disegno di copertina è stato donato da Francesco Carofiglio, i racconti sono quelli di Marcello Introna, Antonella Lattanzi, Alessio Viola, Gianrico Carofiglio, Francesco Marocco, Vito Introna, Giancarlo De Cataldo, Eugenio Vendemiale, Leonardo Palmisano, Mario Desiati, Alessandra Minervini, Andrea Piva, Maria Pia Romano, Cristò Chiapparino, Giuseppe Cristaldi, Eva Clesis, Giuseppe Ceddìa, Gabriella Genisi, Ilaria De Vanna, Alessandro Schino, Cinzia Cognetti, Francesco Dezio e Giancarlo Visitilli.

Un ordine non alfabetico, ma dettato esclusivamente dalla tempistica di consegna dei manoscritti.

“Nessuna gerarchia, né ordine alfabetico, solo generosità. Appunto”, spiega Marcello, nel suo slancio puro e incondizionato verso un progetto che si è fatto realtà di carta e inchiostro: “Attenti al Cane!” si può leggere, sottolineare, diffondere, per aiutare un piccolo amico che soffre.

Tutti insieme, perché la parola può fare molto se viene condivisa.

© Riproduzione Riservata