Sei qui: Home » Libri » Autori » Sanremo 2022, gli “scrittori” che saliranno sul palco dell’Ariston
Sanremo 2022

Sanremo 2022, gli “scrittori” che saliranno sul palco dell’Ariston

Tra cantanti e superospiti, scopriamo chi sono alcuni degli artisti protagonisti di Sanremo 2022 che hanno anche pubblicato un libro di recente

Martedì 1 febbraio inizia il 72esimo Festival di Sanremo, in programma fino a sabato 5 febbraio al Teatro Ariston di Sanremo. Sul palco si esibiranno cantanti in gara e ospiti internazionali per quello che è un appuntamento tradizionale per la cultura o lo spettacolo italiano.

Sanremo 2022, gli “scrittori” che saliranno sul palco dell’Ariston

Non solo cantanti: molti degli autori che si esibiranno sul palco dell’Ariston si sono cimentati anche con la scrittura di libri. Scopriamo quali sono:

Massimo Ranieri

Quasi sessant’anni di carriera, oltre quattordici milioni di dischi venduti in tutto il mondo, più di trenta album pubblicati a partire dal primo, registrato a soli tredici anni come Gianni Rock. A settant’anni ma con l’entusiasmo di un ventenne, Massimo Ranieri ha scritto il libro della sua vita: “Tutti i sogni ancora in volo“. Con il medesimo entusiasmo salirà sul palcoscenico dell’Ariston, in gara tra i campioni con il brano Lettera di là dal mare. «Per me è come se fosse la prima volta», ha detto Ranieri, «l’emozione è sempre la stessa». Venerdì 4 febbraio, nella serata dedicata alle cover, duetterà con Nek con il brano Anna verrà di Pino Daniele.

 

Iva Zanicchi

Da quando cantava a squarciagola nella casetta sull’albero a Vaglie di Ligonchio, un puntino isolato sull’Appennino tosco-emiliano, Iva Zanicchi di strada ne ha fatta parecchia e, dopo aver esordito su un palco appena ventenne, non si è più fermata. Lo ha raccontato nella sua autobiografia, “Nata di luna buona“, e ora Iva Zanicchi torna in gara a Sanremo (dopo averne vinti tre) con il brano Voglio amarti. Come ha spiegato qualche giorno fa, «ho avuto un anno devastante, questo Sanremo per me rappresenta una specie di rinascita, perché la musica, il canto è vita, è libertà, è respirare meglio». Venerdì 4 Iva Zanicchi interpreterà Canzone di Don Backy e Detto Mariano nella versione di Milva.

 

Achille Lauro

Dopo aver portato in scena un viaggio nei generi musicali che più lo rappresentano nell’edizione numero 71 del Festival, quest’anno Achille Lauro torna a Sanremo tra i 25 campioni in gara, con il brano Domenica. «Sanremo mi ha dato tanto», ha detto Achille Lauro, «ed è come fare un enorme live davanti a tutt’Italia». Con Rizzoli ha pubblicato “Sono io Amleto“, bestseller del 2019, seguito l’anno successivo da “16 marzo. L’ultima notte“, viaggio inedito alle radici della creatività e dell’ispirazione di un grande artista. Per la serata dei duetti, Lauro canterà “Sei bellissima” con Loredana Bertè.

 

Raul Bova

Super ospite alla serata inaugurale del Festival, martedì primo febbraio, sarà Raoul Bova, nei mesi scorsi impegnato nelle riprese della tredicesima stagione di Don Matteo, la storica fiction di Rai 1 di cui ha ereditato il ruolo del protagonista da Terence Hill. Per Rizzoli ha firmato il suo primo libro, “Le regole dell’acqua. Il nuoto e la vita“, un racconto corale, commovente e sincero di una famiglia del Sud e di un ragazzino promessa del nuoto giovanile che, dopo una virata sbagliata, prende una direzione completamente diversa, diventa un attore di successo ma non si dimentica delle regole apprese da bambino, a partire dalla prima: c’è sempre tempo per fare un’altra gara.

 

© Riproduzione Riservata