La storia da Aleppo

Salva Bana Alabed, la bambina di Aleppo che leggeva “per dimenticare la guerra”

Evacuata la bimba che ha raccontato su Twitter la sua storia e quella della sua famiglia, riusciti a trovare rifugio dalle bombe attraverso la lettura
Salva Bana Alabed, la bambina di Aleppo che leggeva "per dimenticare la guerra"

MILANO – Nel dramma di Aleppo, una notizia positiva. Bana Alabed, la ragazzina di sette anni che con i suoi tweet quasi quotidiani ha raccontato la tragedia dell’assedio di Aleppo, è in salvo ed è riuscita ad abbandonare Aleppo Est. La conferma è arrivata dalla Bbc.

A inizio dicembre, era incerto il destino delal bambina. Gli ultimi tweet di Bana avevano destato preoccupazione tra gli oltre suoi 346mila follower. Bana annunciava che la loro casa era stata distrutta dai bombardamenti e di temere per la propria vita e per quella della sua famiglia. qualche ora fa il tweet che ha rassicurato tutti.

 

 

Oltre ad aver raccontato ciò che accadeva ad Aleppo, Bana Alabed aveva commosso il mondo per aver lanciato, in un momento così delicato per lei e per la sua famiglia, un messaggio importante: “l’importanza leggere per dimenticare la guerra”. Il messaggio, in cima all’interno del suo profilo twitter, è diventato realtà anche grazie al contributo della scrittrice J. K. Rowling, la quale attraverso il suo staff ha inviato gli e-book delal saga di Harry Potter alla piccola fan. Due giorni dopo, Bana su Twitter ha postato una foto di se stessa e sorridente con un cartello che diceva: “Grazie alla mia amica J.K. Rowling per i libri.

          My friend @jk_rowling how are you? Thank you for the book, love you from #Aleppo. – Bana pic.twitter.com/c84b4Zux0G
Photo Credits: Twitter

© Riproduzione Riservata
Commenti