LIBRI - Le recensioni dei lettori

”Adulterio” di Paulo Coelho, un romanzo alla scoperta dell’esistenza dell’amore vero

L'Amore, la forza più potente al mondo, sarà veramente così? 'Perché l' amore è come un caleidoscopio, quel gioco che ci affascinava da bambini. E' in continuo movimento e non si ripete mai.' Adulterio'...

L’Amore, la forza più potente al mondo, sarà veramente così? ‘Perché l’ amore è come un caleidoscopio, quel gioco che ci affascinava da bambini. E’ in continuo movimento e non si ripete mai.’ Adulterio è la storia di Linda, giovane donna in carriera, che ha agli occhi di tutti e di se stessa una vita perfetta: vive in Svizzera, uno dei paesi più sicuri al mondo, ha un matrimonio solido e stabile, un marito affettuoso, figli dolci ed educati, un lavoro da giornalista.

La sua vita si potrebbe definire quasi fiabesca; Linda vive in una campana di vetro, protetta dalla sua quotidianità, dalla prevedibilità dei suoi giorni, finché non inizia a sentire il peso dell’ abitudine e della ripetitività meccanica delle sue azioni. Si sforza di essere felice, ma la felicità non è sinonimo di finzione. A dare un input a questa monotonia è l’ incontro, casuale, di un suo innamorato degli anni dell’ adolescenza: Jacob, divenuto un uomo politico di successo.

Linda deve riuscire ad ottenere dall’ uomo, un’ intervista per il suo giornale e riuscire a strappargli qualche informazione sulla sua vita personale; è qui che in Linda si risveglia un sentimento dimenticato ormai da tempo: la passione. Dopo una serie di incontri tra i due, inizia l’esplorazione all’interno delle emozioni umane e in questo caso della protagonista, alla ricerca della redenzione e del suo equilibrio psicologico.

Il romanzo ruota attorno a una domanda: esiste l’ amore vero? Quello puro, di cui ci hanno sempre parlato? O esso è solo una nostra costruzione? Nel caso esistesse, è possibile che sminuisca e affievolisca con il tempo? Nodo che alla fine viene sciolto in una visione ottimistica di questo sentimento ma che non sempre è attuabile. Dopo aver letto e apprezzato i precedenti successi di Coelho, tra i quali: L’ Alchimista, Aleph, Il Cammino di Santiago, le Valchirie ecc.., mi dico delusa da questo romanzo. Leggendo la trama, particolarmente avvincente, sembra quasi che l’autore voglia avventurarsi nella psiche umana, ma il libro delude questa aspettativa. A mio avviso, infatti, i personaggi sono totalmente piatti, senza una personalità ben definita. Tra essi, ho apprezzato il marito di Linda, che mostra tenacia nel mantenere solido il proprio matrimonio, il quale non soltanto ama sua moglie ma ne ha una profonda stima. Rispetto agli altri romanzi, ho trovato ‘Adulterio’ , scritto e pensato in una maniera quasi sbrigativa. Solo negli ultimi capitoli, l’ autore descrive con maggiori dettagli e accuratezza il cambiamento che la donna stava subendo e attraversando; sono queste le pagine più interessanti del romanzo. Ci sono alcune riflessioni particolari e interessanti del romanzo: L’ amore come realtà e non come illusione e la follia a cui questa illusione ci spinge, ma nel complesso, il romanzo non mi ha entusiasmato o colpito profondamente. Risulta incompleto. Detto ciò, si tratta pur sempre di un parere personale, quindi. BUONA LETTURA!

Maria Giovanna Delle Vergini

26 novembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti