Premio Nobel all'asta

Quasimodo, medaglia del Nobel venduta all’asta

Un collezionista di Firenze si è aggiudicato, con un'offerta di centomila euro, la medaglia del Premio Nobel per la letteratura vinta da Salvatore Quasimodo nel 1959
Quasimodo, medaglia del Nobel venduta all'asta

MILANO – A fine novembre Alessandro Quasimodo, figlio del letterato, aveva annunciato di voler vendere tutto ciò che aveva di valore perché si trovava in una difficile situazione economica. Tra questo “tutto” è rientrata anche la medaglia del Premio Nobel vinta da suo padre nel 1959.

.

L’ASTA –  L’asta si è tenuta nel pomeriggio di ieri a Torino presso la casa d’aste Bolaffi, che ha battuto il premio per conto del figlio del poeta. L’acquirente ha dichiarato di essere un numismatico e di essere stato comunque fortunato perché non sarebbe andato oltre i 100 mila euro, cifra a cui si è aggiudicato la Medaglia. Questa cifra relativamente bassa non deve sorprendere, l’oggetto infatti non può essere portato fuori dall’Italia perché è sottoposto a procedura di interesse da parte del ministero dei Beni Culturali. Numerose sono le offerte giunte dall’estero alla casa d’aste Bolaffi che superavano più del doppio l’offerta del collezionista italiano, ma che il presidente Giulio Bolaffi si è visto costretto a rifiutare.

.
UN EVENTO UNICO – “Per la sua poetica lirica, che con ardente classicità esprime le tragiche esperienze della vita dei nostri tempi”. Questa la motivazione dietro al Premio Nobel consegnato al poeta siciliano Salvatore Quasimodo nel 1959. La vendita di questo speciale lotto è unica in Italia. Infatti, è la prima volta che una medaglia di un Nobel finisce all’asta e viene venduta a un privato.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti