In attesa della finale

Premio Strega 2014, grande attesa per la proclamazione del vincitore

Manca oramai pochissimo alla finale del Premio Strega 2014. Stasera, finalmente, verrà annunciato il libro vincitore di questa edizione. La cinquina finalista è composta da: Giuseppe Catozzella ...

La polemica su Scurati, che si è auto-plagiato, il testa a testa tra Piccolo e Catozzella. Antonella Cilento, unica donna in gara. Il toto strega, nelle ultime ore prima della premiazione, sta infiammando il web. Chi sarà il vincitore?

MILANO – Manca oramai pochissimo alla finale del Premio Strega 2014. Stasera, finalmente, verrà annunciato il libro vincitore di questa edizione. La cinquina finalista è composta da: Giuseppe Catozzella con ”Non dirmi che hai paura” (57 voti);  Antonio Scurati con ”Il padre infedele” (55 voti); ”Il desiderio di essere come tutti” di Francesco Piccolo (53 voti); “La vita in tempo di pace” di Francesco Pecoraro (49 voti) e Antonella Cilento con “Lisario o il piacere infinito delle donne” (46 voti). Chi sarà il vincitore? Azzardate anche voi un pronostico. Intanto, per rinfrescarvi la memoria, vi riproponiamo i libri in gara e le interviste ai protagonisti.

NON DIRMI CHE HAI PAURA di Giuseppe Catozzella – Samia è una ragazza che affronta due grandi sfide nella vita: quella delle Olimpiadi e quelle del viaggio della speranza dal suo Paese all’Italia. Un libro che ha conquistato il cuore dei ragazzi che, infatti, l’hanno premiato con il maggior numero di voti. Un libro che, oltre a cambiare chi lo legge, ha cambiato anche chi lo ha scritto, come ci racconta Giuseppe Catozzella nell’intervista.

IL PADRE INFEDELE di Antonio Scurati – Con ‘Il padre infedele’ Antonio Scurati scrive il suo libro più personale, infiammato dal tono accorato della confessione e, al tempo stesso, il romanzo dell’educazione sentimentale di una generazione. Nonostante le polemiche delle ultime settimane (che lo accusano di auto-plagio), Antonio Scurati rimane tra i preferiti.

IL DESIDERIO DI ESSERE COME TUTTI di Francesco Piccolo – Può una partita di calcio farci scoprire la nostra fede politica? E’ successo a Francesco Piccolo che, come racconta nel suo libro, il 22 giugno 1974 scopre di essere comunista. Cosa significa questa scelta? Per Piccolo “La politica è come la vita: l’inizio di una passione è difficile da definire”, ma una data in questo caso c’è.

LA VITA IN TEMPO DI PACE di Francesco Pecoraro – Si fa un salto nel 2015 con il libro di Francesco Pecoraro, un futuro non troppo lontano. Il suo stile è stato definito un po’ Celiniano e ha già conquistato tutti. Nell’intervista racconta: “Nel mio libro ho creato un universo parallelo che aderisce perfettamente con il nostro mondo”.

LISARIO O IL PIACERE INFINITO DELLE DONNE di Antonella Cilento – Unica donna in gara. Antonella Cilento porta un libro che parla della violenza sulle donne, un argomento molto impegnativo. Non solo, l’autrice rompe anche il tabù del ‘godimento femminile’, egregiamente raccontato nelle pagine del suo romanzo.

LA PROCLAMAZIONE IN DIRETTA TV – Anche quest’anno lo spoglio delle schede verrà seguito dalle ore 23 in diretta televisiva su Rai Tre. Conducono Gerardo Greco e Irene Benassi.

IL VINCITORE – Dopo la proclamazione, l’autore vincitore del Premio Strega 2014 sarà chiamato a una maratona letteraria. Ad attenderlo, anzitutto Caffeina cultura il 4 luglio a Viterbo, seguito dal festival Il libro possibile a Polignano (Bari) il 10 luglio. A stretto giro, due giorni a Cervo (Imperia) per la prima edizione di Cervo ti Strega, dal 18 al 20 luglio, insieme agli altri quattro scrittori della cinquina. Ultimo appuntamento prima delle vacanze al Cortona Mix Festival, il 30 luglio. Una breve pausa e poi presentazione dell’opera premiata il 3 settembre al Teatro Vespasiano di Rieti.

 

3 luglio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti