vince con il libro "L’amore è tutto: è tutto ciò che so dell’amore"

Premio Bancarella 2014, la vincitrice è Michela Marzano

E' la scrittrice Michela Marzano la vincitrice della sessantaduesima edizione del Premio Bancarella con il libro 'L’amore è tutto: è tutto ciò che so dell’amore', pubblicato da UTET...

MILANO – E’ la scrittrice Michela Marzano la vincitrice della sessantaduesima edizione del Premio Bancarella con il libro ‘L’amore è tutto: è tutto ciò che so dell’amore’, pubblicato da UTET. L’autrice ha preceduto in classifica Roland Balson con ‘Volevo solo averti accanto’ (Garzanti) seguito da da Albert Espinosa ed il suo ‘Braccialetti rossi’ edito Salani. Fuori dal podio troviamo, nell’ordine: Chiara Gamberale, ‘Per dieci minuti’ (Feltrinelli); Veit Heinchen, ‘Il suo peggior nemico’ (Edizioni E/O) e Alberto Custerlina, ‘All’ombra dell’Impero’ (Baldini & Castoldi).

L’AMORE VISTO DALLA FILOSOFIA – A ricevere quindi la statuetta del San Giovanni di Dio, protettore dei librai, è stata quindi la scrittrice e filosofa Michela Marzano, attraverso il suo saggio nel  quale si propone di parlare d’amore: amore desiderato, sognato, quotidiano, familiare, romantico, fisico, perduto, tradito, partendo dalla sua esperienza personale per arrivare ad una teorizzazione generale. L’occhio attraverso il quale viene indagato questo sentimento così forte e controverso è quello della filosofia. La Marzano è infatti professore ordinario di filosofia presso l’Université Paris Descartes, oltre ad essere Direttrice del Dipartimento di Scienze Sociali (SHS – Sorbona) e deputata del Parlamento Italiano.

BANCARELLA SPORT – Franz Rossi e Giovanni Storti (il “Giovanni” del trio Aldo, Giovanni e Giacomo) sono i Vincitori assoluti del cinquantunesimo Premio Bancarella Sport. Il loro libro, ‘Corro perché mia mamma mi picchia’, edito da Mondadori , si è piazzato al primo posto dopo una combattuta volata che ha lasciato a sole due distanze ‘Il Toro non può perdere’ di Eraldo Pecci, a cinque ‘L’ora del Fausto’ di Mauro Colombo e ‘ Fino all’ultimo round’ di Giacobbe Fragomeni e Valerio Esposti. A seguire ‘L’isola che non c’è ‘ di Nino Benvenuti e Mauro Grimaldi e ‘Altre stelle uruguaiane’ di Stefano Marelli.

OPERA PRIMA E PREMIO COPERTINA – Premio Bancarella Opera Prima a Giuseppe Sgarbi, padre di Vittorio, che purtroppo non ha potuto essere a Pontremoli e quindi la targa è stata ritirata dal figlio, che gli ha telefonato in diretta. La voce di Giuseppe si è sentita in tutta la piazza e ha potuto così ricevere un meritato applauso. Tra le novità vi è stato il Premio Copertina, assegnato da Vittorio Sgarbi (anzi, citandolo: ‘conferito da una giuria composta da un numero dispari di persone inferiore al tre!’). La copertina meno bella è stata ‘Braccialetti Rossi’, mentre le vincenti ex aequo: ‘L’amore è tutto’ e ‘Per dieci minuti’. 

21 luglio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti