La libreria itinerante Pianissimo a Milano

Pianissimo, la libreria itinerante riparte con un pieno di entusiasmo e cultura

Ha avuto un lieto fine la disavventura di Leggiu, il furgone Fiat 900 Panorama del '76 su cui viaggia la libreria itinerante Pianissimo di Filippo Nicosia...

Dopo le giornate di preoccupazione vissute nel weekend per il furto del furgone-libreria, il proprietario Filippo Nicosia ci annuncia che Leggiu è stato ritrovato. Riparta dunque il tour milanese di Pianissimo, che dal 28 marzo sarà ospite alla fiera Fa’ la cosa giusta

MILANO – Ha avuto un lieto fine la disavventura di Leggiu, il furgone Fiat 900 Panorama del ’76 su cui viaggia la libreria itinerante Pianissimo di Filippo Nicosia. L’avevamo seguita nel suo tour siciliano la scorsa estate, quando aveva portato in giro per l’isola incontri con autori, letture e libri, e abbiamo appreso con gioia del suo arrivo a Milano per la fiera sul consumo sostenibile ”Fa’ la cosa giusta”. Questo weekend la sconvolgente notizia, segnalata anche dal Corriere: il furgone, con tutti i suoi libri, era stato rubato. “Per fortuna l’abbiamo ritrovato!”, ci annuncia con sollievo Nicosia. “È stato avvistato da un signore sull’Alzaia Naviglio Pavese, all’altezza di Rozzano. Manca solo uno scaffale di libri, per il resto c’è qualche danno – lo sportello è stato forzato, il motore fa le bizze più di prima – ma ora possiamo riprendere il tour. Meno male!” L’avventura dunque riprende, e noi cogliamo l’occasione per farci raccontare come stanno andando le cose.

Abbiamo seguito con Libreriamo  il tour siciliano di “Pianissimo”. Qual è stato il riscontro ottenuto da questo tour?
Il riscontro è stato molto buono sia dal punto di vista umano – siamo stati accolti in modo molto caloroso dalle persone delle varie città – sia dal punto di vista economico, infatti le vendite sono andate molto bene. L’esperienza è stata talmente positiva che abbiamo rifatto un secondo tour sempre di 20 giorni nel periodo prenatalizio, dal primo al 23 dicembre. Stiamo già pensando di organizzarne un altro che durerà per tutta l’estate, da maggio fino ad agosto, partendo sempre dalla Sicilia e passando poi per la Calabria, la Basilicata e la Campania. Le persone ci scrivono e ci chiamano continuamente, ci vorrebbero incontrare nelle loro città, perché riconoscono in noi la volontà di promuovere la lettura.
Oggi del resto la formula della libreria supermercato, dove ci si limita a vendere e acquistare libri, non funziona più. C’è bisogno di librerie attive che vengano incontro alle esigenze dei lettori e propongano nuovi stimoli.

Diceva quindi che le vendite sono andate bene. È un risultato notevole in questo periodo…
Si molto bene, specialmente nel tour estivo: quando fa caldo le persone escono a passeggiare e si fermano volentieri a comprare un libro. Una libreria itinerante posizionata al centro delle piazze di piccole città, che non hanno librerie vere e proprie, è una novità che attira subito le persone e questo ha favorito molto le vendite.

Che titoli avete?
Abbiamo solo libri di editori indipendenti. In tutto sono circa 300 titoli di vari generi e autori, pubblicati da 33 diverse case editrici.

C’è un genere che va più di altri?
No le vendite sono abbastanza omogenee. Non abbiamo grandi spazi espositivi, utilizziamo appena due tavoli per più di 300 libri, quindi non c’è un allestimento condizionato da criteri di marketing come accade nelle librerie classiche, non ci sono volumi più in mostra di altri. Io credo che in questo modo il lettore non sia condizionato nella scelta del libro, quindi il lavoro editoriale e la qualità vengono davvero ripagati. Quando non sono spinte dal marketing, le scelte dei lettori sono molto più variegate, le persone sono meno influenzate e più libere di seguire i loro gusti personali o l’istinto.

Com’è arrivato “Pianissimo” a Milano?
Tramite Terre di Mezzo Editore. Questa casa editrice milanese ha apprezzato e seguito la nostra iniziativa e ci ha chiesto se eravamo interessati a partecipare alla Fiera “Fa’ la cosa giusta”. Sempre tramite loro abbiamo organizzato degli appuntamenti itineranti per incontrare i lettori milanesi. Ho scoperto, con mia grande gioia e soddisfazione, che anche a Milano ci sono molte persone che hanno seguito il nostro viaggio lungo la Sicilia.

Quali sono i vostri prossimi appuntamenti e cosa avete in programma per la Fiera?
Abbiamo in programma molti incontri e letture, che sono la cosa che ci contraddistingue. In particolare abbiamo organizzato delle letture per i bambini condotte da Monia Alfieri, un’attrice che lavora con la compagnia teatrale “Il Castello di Sancio Panza”. Inoltre nel nostro stand ci saranno due incontri con autori: la presentazioni del libro di Paolo Cognetti e di quello di Maria Accardi. Si possono comunque consultare tutti gli appuntamenti sul nostro sito.

27 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti