Come Star Wars Ha Conquistato L’Universo

Perché Star Wars è diventato un fenomeno interplanetario

Arriva oggi al cinema in Italia "Star Wars: il risveglio della forza". Il libro di Chris Taylor spiega passato presente e futuro di questo franchisee plurimilionario
Perché Star Wars è diventato un fenomeno interplanetario

MILANO – Arriva oggi al cinema in Italia “Star Wars: il risveglio della forza”, il settimo episodio della celebre saga di fantascienza creata da George Lucas. Ma cosa lo rende un fenomeno interplanetario, capace a distanza di anni di affascinare intere generazioni?  Passato presente e futuro di questo franchisee plurimilionario è stato raccolto tutto in un unico volume monografico: è Come Star Wars Ha Conquistato L’universo (Titolo Originale How Star Wars Conquered the Universe ) di Chris Taylor , edito in Italia da Multiplayer Edizioni.

 

L’AUTORE – Si tratta di una storia fatta di storie, un libro che raccoglie persone e interviste per raccontare la genesi, le origini, i momenti difficili e l’evoluzione del mondo creato da George Lucas, nato come una grande fiaba in grado di contenere temi universali. Il giornalista e appassionato di new media Chris Taylor, vice direttore di Mashable, il più famoso sito americano di intrattenimento e hi-tech, traccia per la prima volta un racconto dettagliato del fenomeno Star Wars: come in una biografia di un personaggio famoso, il suo lavoro consiste nel ricostruire i fatti attraverso gli eventi e le persone che hanno reso il film un fenomeno mediatico senza precedenti.

 

PASSIONE STELLARE “Sono innamorato di Star Wars fin da quando ho letto il riassunto del primo film sul retro di una scatola di cereali, nel 1978. Essenzialmente si tratta di un racconto vecchio stile privo di complicazioni – una fiaba, come lo chiamava George Lucas – con abbastanza spazio per profondità mitologiche e principi religiosi universali. È incredibile vedere quanto riesca ad adattarsi a differenti media, dai romanzi ai fumetti alle scatole di cereali…” – racconta Taylor – “Ho scritto di Star Wars come giornalista per molti anni, prima al Time Magazine e ora a Mashable”. “Il percorso del libro cominciò scoprendo come molta gente che sosteneva di non aver mai visto Star Wars conoscesse ugualmente moltissimi dettagli sul film e sui sequel; questo fatto mi spinse a chiedermi se fosse possibile incontrare qualcuno che non sapesse niente di Star Wars, ed ecco come sono finito alla proiezione di Star Wars in lingua Navajo, descritta nel primo capitolo” .

© Riproduzione Riservata
Commenti