Perché e come identificare il proprio pubblico di lettori

Se uno scrittore deve promuovere il proprio libro, deve identificare e comprendere il proprio pubblico. Ecco dei suggerimenti
Perché e come identificare il proprio pubblico di lettori

MILANO – Questo articolo è dedicato a tutti coloro che hanno scritto almeno un libro e vorrebbero promuoverlo, ma potrebbe essere di interesse anche per coloro che vogliono aprire un blog o una pagina a sfondo cultuale. Promuovere un libro non è semplice, proprio perché il mercato è molto vasto e i prodotti in commercio sono per così dire infiniti: scrivere un libro che sappia attirare l’attenzione di un determinato pubblico, tale che non passi in sordina, è necessario se si vogliono vendere delle copie e riscuotere un discreto successo. Bisogna dunque trovare un motivo per cui i lettori debbano appassionarsi al tuo modo di scrivere. Utilizzare i social media come Facebook e Twitter è obbligatorio, ma non bisogna solamente comunicare quanto tu scrittore sia felice o quanto ami i tuoi lettori, perché sarebbe una mossa un po’ banale, che non ti permetterebbe di entrare nella lista degli autori preferiti dei lettori. Per riuscire nell’intento il modo migliore sarebbe quello di agire come un influencer: individuare un compratore ideale e conoscerlo, colpendolo con i suoi interessi. I blogger sono un’arma vincente in quanto possono aiutarvi, intervistandovi o scrivendo una recensione, con la promozione del vostro libro. Con la loro presa sul pubblico possono influenzare.

Come radunare le informazioni importanti dei tuoi lettori

Per conoscere il proprio pubblico, è necessario ricercare e ottenere informazioni importanti a riguardo. Per radunare questi dati, si può ricorrere a 4 strategie: intervistare i propri lettori, analizzare in quale modo i propri lettori interagiscono con te, prendere in considerazione i feedback dei bloggers.

  1. Intervistare i lettori del tuo genere tramite email e social media. Domanda se hanno sentito parlare di te, se hanno mai letto qualcuno dei tuoi libri. Che libri sono piaciuti di più? Oppure, che tipo di libri piace loro leggere? I tuoi libri sarebbero perfetti per loro?

2. Guarda la tua lista di contatti e scopri in che modo interagiscono con te, quali trend  seguono e in che modo ti hanno trovato. Con quali post hanno maggiormente interagito? Quale argomento e tematica hanno interessato maggiormente?

  1. Considera i feedback che ti riferiscono i bloggers: quale post pubblicato dai bloggers ha riscosso più successo? Ha funzionato meglio un’intervista, una recensione o un semplice post? Quali sono stati i link più cliccati? Quanta gente ha letto i vari contenuti?

Delineare i confini del tuo pubblico

Di grande aiuto è individuare quali risposte e informazioni sono fondamentali per conoscere e capire il tuo pubblico. Non puoi rivolgerti a tutti: infatti esistono coloro che a causa della loro età non leggono i tuoi libri, coloro che non sono interessati al tuo genere, o sono coloro che leggono il tuo genere, ma che comunque non rientrano nei tuoi destinatari.

Porsi delle domande per capire il tuo pubblico

Una volta che hai operato questa distinzione, occorre esaminare il tuo pubblico effettivo.
Bisogna interrogarsi riguardo a determinati argomenti, partendo dalle domande demografiche (quanti anni ha, è maschio o femmina, che lingua parla e dove vive), fino a toccare i suoi interessi di lettura, ma anche il budget che è disposto a spendere, quali sono i luoghi privilegiati per comprare i libri e cosa apprezza o non gradisce dei tuoi libri. È di grande utilità anche concentrarsi sulla propria identità: in cosa consiste la tua potenza? Perché dovrebbero leggere i tuoi libri? In cosa ti distingui?

Da Medium

© Riproduzione Riservata