Sei qui: Home » Libri » MoLI, il museo della letteratura che sorge nel cuore di Dublino
MoLI

MoLI, il museo della letteratura che sorge nel cuore di Dublino

Fra le mura del Museo della Letteratura di Dublino, sono custodi i tesori letterari di James Joyce, fra cui la primissima copia dell'Ulisse...

Nel cuore di Dublino, vicino ai giardini di St. Stephen’s Green, è nato uno splendido museo della letteratura. Un omaggio alla tradizione letteraria irlandese e un atto d’amore verso i libri. Si chiama MoLI, acronimo di Museum of Literature Ireland, ed è una tappa obbligatoria per gli amanti dei libri. 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Museum of Literature Ireland (@moli_museum) in data:

 

citazione-james-jayce

“Il mio corpo era come un’arpa e le parole e gesti di lei come dita sulle sue corde” di James Joyce

La frase del giorno è tratta dal racconto “Arabia”, contenuto nella raccolta “Gente di Dublino” di James Joyce, pubblicato nel 1914 dopo diciotto rifiuti da parte di quindici case editrici diverse

Che tesori custodisce il museo della letteratura 

Nato da uno scambio di idee fra l’University College e la National Library of Ireland, il museo ripercorre sin dalle origini la storia della letteratura irlandese. Protagonisti sono i libri di James Joyce, autore del capolavoro mondiale “Ulisse“.  Considerato il faro della letteratura del novecento, Joyce ha orientato la rotta di generazioni di scrittori. Il nome stesso del museo – MoLI – ricorda il personaggio femminile più conosciuto di Joyce, Molly Bloom. Il museo conserva i volumi più preziosi dello scrittore irlandese, appartenenti alle collezioni della National Library. Fra questi, ricordiamo: la primissima copia dell’Ulisse, i quaderni di appunti trascritti a mano e le lettere indirizzate al grande poeta e amico William Butler Yeats.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Museum of Literature Ireland (@moli_museum) in data:

 

Come l'Ulisse di Joyce ha cambiato il nostro modo di percepire il tempo

Come l’Ulisse di Joyce ha cambiato il nostro modo di percepire il tempo

Ci sono giorni in cui il tempo sembra non scorrere mai e giorni in cui la lancetta dell’orologio gira così velocemente da non riuscire a seguirla. Che il tempo sia relativo è assodato, ma non è sempre stato così…

Gli eventi al MoLI

Sono diverse le iniziative letterarie nate fra le mura del Museo della Letteratura di Dublino. Corsi di scrittura, letture pubbliche, performance, dibattiti, forum e un programma gratuito rivolto a tutte le scuole del Paese, per citarne solo alcuni. Al MoLI, infatti, vengono allestite anche mostre temporanee dedicate a scrittori e scrittrici irlandesi. Per la prossima estate, ad esempio, è in programma una mostra sul drammaturgo e scrittore Brendan Behan. L’estate 2021 sarà, invece, dedicata a Peig Sayers, una cantastorie irlandese che trascorse gran parte della sua vita a Dunquin, nella penisola di Dingle. Al MoLI c’è persino una stazione radiofonica interna che trasmette 24 ore al giorno interviste, letture, dibattiti con scrittori, artisti e poeti di tutto il mondo. 

Via: MoLI

 

© Riproduzione Riservata