Coronavirus

La moglie di Luis Sepulveda: «Mio marito sta come ieri, non va né avanti né indietro»

Preoccupazione per lo scrittore cileno Luis Sepùlveda, ricoverato in condizioni serie presso l'ospedale di Oviedo dopo aver contratto il coronavirus
luis-sepulveda

Le condizioni dello scrittore cileno Luis Sepúlveda, ricoverato da giorni presso l’ospedale di Oviedo dopo avere contratto il coronavirus, sono “stabili”. Questo è quanto ha dichiarato poche ore fa a La Nueva Espana la moglie Carmen Yáñez, ricoverata insieme a lui in quanto entrambi positivi al coronavirus. “Mio marito sta come ieri, non va né avanti né indietro” ha affermato la donna, sottolineando che lo scrittore in ospedale è “ben protetto”. Quanto a lei, “penso di stare meglio, mi fa un po’ male la testa, ma eccomi qui, in attesa”, ha dichiarato la donna. Secondo il rapporto medico rilasciato ieri dal Ministero della Salute, lo scrittore è in condizioni “serie”.

Luis Sepùlveda e il coronavirus

Di ritorno dal Portogallo per partecipare a un importante festival letterario, lo scrittore cileno ha iniziato ad avvertire i primi sintomi martedì. Dopo appena due giorni, lui e la moglie hanno contattato il loro medico a Gijon, la città dove lo scrittore vive con sua moglie nella regione delle Asturie in Spagna. Ma la situazione è precipitata velocemente e, oggi, Luis Sepùlveda è ricoverato in isolamento presso il Central University Hospital of Asturias con una polmonite acuta. Lo scrittore, così come la moglie, sono infatti risultati positivi al test del coronavirus.

© Riproduzione Riservata
Commenti