Sei qui: Home » Libri » Critici » Luca Serianni sulla prima pagina di cultura del Corriere della Sera con il suo saggio

Luca Serianni sulla prima pagina di cultura del Corriere della Sera con il suo saggio

RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA – Oggi la prima pagina del Corriere della Sera, a firma di Luca Mastrantonio, presenta ''Leggere, scrivere e argomentare. Prove ragionate di scrittura'', la guida antologica dello storico della lingua italiana Luca Serianni. Repubblica propone un'analisi, a cura di Susanna Nirenstein, di ''Sepolti a Varsavia''...
Repubblica propone il commento al libro “Sepolti a Varsavia”, mentre su Libero Borgonovo risponde alle accuse di Camurri sulla vicenda Luzzatto
 
RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA – Oggi la prima pagina del Corriere della Sera, a firma di Luca Mastrantonio, presenta “Leggere, scrivere e argomentare. Prove ragionate di scrittura”, la guida antologica dello storico della lingua italiana Luca Serianni. Repubblica propone un’analisi, a cura di Susanna Nirenstein, di “Sepolti a Varsavia”, la raccolta di appunti dello storico Emmanuel Ringelblum. Sempre su Repubblica, Anna Bissanti traduce un articolo di Edward Jay Epstein apparso su The New York Review of Books, sulle lezioni di letteratura tenute dal professor Vladimir Nabokov alla Cornell University – lezioni di "letteratura oscena" le chiamavano gli studente, come racconta Epstein. Dalle pagine di Libero, Francesco Borgonovo risponde alle accuse mosse al quotidiano da Edoardo Camurri circa la controversa vicenda del saggio di Luzzatto. Dai microfoni di Rai Radiotre, il giornalista e conduttore televisivo ha accusato Libero di mistificazione della storia. Secondo Borgonovo, si tratta di un’accusa priva di fondamento, dovuta ad una non adeguata analisi e comprensione degli articoli proposti. 
   
SERIANNI: LEGGERE, SCRIVERE E ARGOMENTARE DIVERTENDODSI – Luca Mastrantonio sul Corriere della Sera presenta la guida antologica di articoli e saggi analizzati dallo storico della lingua italiana Luca Serianni. Il volume, edito da Laterza, si propone di fornire ad un pubblico trasversale gli strumenti utili a consolidare l’italiano scritto. I punti su cui insiste maggiormente l’autore sono due: consentire ai lettori di costruire argomentazioni corrette, attraverso l’adeguato impiego di strutture retoriche, e l’arricchimento di quello che viene definito come “lessico astratto”.  Mastrantonio sostiene che ad un giusto impiego e comprensione della lingua italiana corrisponderanno cittadini migliori, in grado di esprimere e difendere le proprie ragioni in modo chiaro, sia a sé stessi, che agli altri. “Per scrivere bene bisogna saper leggere bene; due cose che meglio s’imparano divertendosi.” Muovendo da queste premesse, Serianni ha incluso nella sua antologia alcuni utili giochi linguistici, tra cui cloze e trova l’intruso, due grandi classici dell’enigmistica, che l’autore propone come utili esercizi di verifica da sottoporre ai candidati dell’esame di Stato, integrati ad un articolo di giornale e ad un riassunto. 
 
SEPOLTI A VARSAVIA, APPUNTI DELLO STORICO RINGELBLUM – Su Repubblica Susanna Nirenstein propone un breve analisi del nuovo libro, edito da Castelvecchi, “Sepolti a Varasavia”, una raccolta degli appunti dello storio Emmanuel Ringelblum. Si tratta di una cronaca minuziosa,  divisa in diverse sezioni, che venne sepolta e ritrovata soltanto a guerra conclusa. Sono appunti che spaziano tra diversi argomenti, dall’economia, alla cultura, alle donne e i bambini, ai momenti di vita vissuta, in cui a predominare sono sempre rastrellamenti, morte ed odio. 
ALTRE NOTIZIE – Tra le altre notizie, segnaliamo su il Giornale l’intervista alla conduttrice televisiva Barbara D’Urso in occasione dell’uscita del suo libro “Ecco come faccio”. Sempre su il Giornale, un estratto tratto dalla biografia di Daniel Dyer su Jack London. Il Corriere della Sera dedica una breve a “ZeroZeroZero”, il nuovo romanzo di Roberto Saviano, che in soli dieci giorni ha già venduto oltre 150 mila copie. Libero sottolinea l’iniziativa della Crociera letteraria, la nave dei libri che salperà dal porto di Civitavecchia il prossimo 20 aprile. Il Messaggero propone l’introduzione, a cura di Andrea Di Consoli, al libro di Giovanni Testori “Il senso della nascita”, in occasione dei 90 anni dalla nascita dello scrittore e dei 20 anni dalla sua scomparsa.  
19 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© Riproduzione Riservata