“Lou era un principe e un guerriero”, la lettera di Laurie in ricordo di Lou Reed

"Lunga vita alla bellezza che pervade tutti noi", la lettera che Laurie Anderson ha scritto in ricordo di suo marito Lou Reed

MILANO – Era il 1992 quando, in occasione del Kristallnacht Festival, Lou Reed e Laurie Anderson s’incontrarono. Da quel momento non si sarebbero più separati. “Lou ed io suonavamo insieme, diventammo migliori amici, e poi compagni” ha raccontato Laurie. Dopo la morte di Lou, avvenuta il 27 ottobre 2013, Laurie ha scritto un’emozionante lettera aperta, rivolta ai residenti della zona di East Hampton,  in ricordo del marito. La lettera è stata poi consegnata alla redazione dell’East Hampton Star che l’ha pubblicata sul proprio sito e da lì ha fatto il giro del mondo.

Che meraviglioso autunno! Tutto splende d’oro e la luce è così incredibilmente morbida. L’acqua ci circonda. Io e Lou abbiamo passato molto tempo qui negli ultimi anni, e anche se siamo persone di città questa è la nostra casa spirituale. La scorsa settimana, avevo promesso a Lou di tirarlo fuori dall’ospedale e portarlo a Springs. E lo abbiamo fatto! Lou era un maestro di tai chi e ha passato i suoi ultimi giorni felice e abbagliato dalla bellezza e dal potere e dalla delicatezza della natura. È morto domenica mattina guardando gli alberi e praticando le famose 21 mosse di tai chi, muovendo nell’aria le sue mani da musicista. Lou era un principe e un guerriero e sono certa che le sue canzoni di dolore e bellezza rincuoreranno tanta gente nel mondo grazie all’incredibile gioia e gratitudine che provava per la vita. Lunga vita alla bellezza che pervade tutti noi.
Moglie innamorata e amica eterna”

– Laurie Anderson.

PHOTO CREDITS: Rolling Stone

© Riproduzione Riservata