Gli eventi di Libriamoci

“Libriamoci”, gli eventi del 29 ottobre

Proseguono fino a sabato 31 ottobre le iniziative della settimana della lettura, offrendo ogni giorno una mappa variegata e creativa di percorsi, libri, recite. Ecco una selezione degli eventi di oggi.
"Libriamoci", gli eventi del 29 ottobre

MILANO – Oggi è il quarto giorno di “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole, l’iniziativa promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR). Proseguono fino a sabato 31 ottobre le iniziative della settimana della lettura, offrendo ogni giorno una mappa variegata e creativa di percorsi, libri, recite. Ecco una selezione degli eventi di oggi.

LA GIORNATA DI DANTE –  Oggi i versi del sommo poeta risuoneranno in tutta Italia per celebrare il 750° anniversario dalla sua nascita. Nell’ambito di Libriamoci, il Centro per il libro e la lettura e il progetto Compita (Competenze dell’Italiano) del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca insieme all’ADI, Associazione Degli Italianisti, hanno lanciato il progetto Dante a mezzogiorno, invitando le scuole superiori e le università a organizzare – appunto a mezzogiorno del 29 ottobre – un evento di letture ad alta voce di passi dall’opera dantesca o di riflessione sul sommo poeta. Promossa sul territorio nazionale anche da molte Università – tra cui le Università di Roma “Sapienza”, Torino, Milano IULM, Padova, Verona, Bologna, Firenze, Siena, Bari, Catania, Palermo – l’iniziativa ha raccolto moltissime adesioni con eventi di ogni tipo, che ruotano intorno al flash-mob di mezzogiorno. Dalle letture nelle aule scolastiche ai convegni all’università, dagli incontri degli studenti liceali con attori o esperti dantisti fino alle maratone sulla Divina Commedia, è un rifiorire di amore dantesco nelle città di tutta Italia.

GLI EVENTI NELLE UNIVERSITA’ – All’Università di Firenze, nell’Aula Magna del Rettorato, l’intera mattinata sarà dedicata a Dante con interventi, fra gli altri, di Eraldo Affinati e Maria Pace Ottieri e il flash-mob, incentrato sull’Inferno, negli Istituti Superiori di Prato ed Empoli. All’Università di Torino, in diretta streaming dall’Aula Magna del Rettorato, un convegno con Francesco Bruni, Arnaldo di Benedetto, Enrico Mattioda, Claria Allasia, letture a mezzogiorno di Valter Malosti e Irene Ivaldi, seguite da altre letture in luoghi pubblici nel Comune di Pinerolo, a cura della Biblioteca Civica. A Bergamo Dante conquista letteralmente tutta la città, in una giornata molto intensa: la mattina Giuliana Nuvoli, docente all’Università degli Studi di Milano tiene una lezione su Dante agli studenti dell’ISIS “Giulio Natta”, da mezzogiorno all’una le classi di alcune scuole superiori allestiranno insieme ai loro docenti “presidi di letture dantesche” alla Biblioteca “A. Mai”, alla Biblioteca “A. Tiraboschi”, in altre biblioteche decentrate della città, presso la sede della Fondazione del Credito Bergamasco, all’Ospedale “Papa Giovanni XXIII” e presso la mostra Rino Ferrari – Inferi allestita nella sede storica dell’Ateneo, Piazza Duomo, Città Alta. E ancora: “roccaforti” dantesche in Piazza Vecchia, Piazza Mercato delle Scarpe, Piazza Mascheroni, Piazza Dante (presidio gestito dai “Giovani della Dante – Società Dante Alighieri di Bergamo”), Piazza Pontida, Piazza Vittorio Veneto, alla Galleria Fanzago e in Largo Belotti. A Venezia, l’Università Ca’ Foscari propone un convegno diviso in due filoni, Letteratura a scuola e Letteratura per la scuola: in ognuno si alternano brevi lezioni di docenti universitari – Silvana Tamiozzo, Valerio Vianello, Aldo Maria Costantini – le riflessioni degli alunni del Liceo Scientifico “P. Paleocapa” di Rovigo, con Alessandra Andreotti e Valentina Barin, e le letture a cura degli studenti dell’I.P. “C. Musatti” di Dolo, con Cinzia Spingola, e del Gruppo teatrale del Liceo “U. Morin” di Mestre diretto da Pietro Gavagnin). Il tutto in collaborazione con l’ADI – Associazione degli Italianisti, e con il Liceo Scientifico “Morin” di Mestre, l’Istituto Professionale “C. Musatti” di Dolo, il Liceo Scientifico “P. Paleocapa” di Rovigo, il Liceo “M. Foscarini” di Venezia. A Bologna, il Dipartimento di Filologia classica e Italianistica dell’Università di Bologna (FICLIT), in collaborazione con il festival Ad alta voce (Coop Adriatica), ha organizzato al Teatro Duse letture (ore 11: La letteratura al tempo di Google) di Marco Missiroli, Nando dalla Chiesa e Murubutu, con interviste ad Alessandro D’Avenia e accompagnamento musicale della Banda Elastica Pellizza, seguite dal flash-mob delle 12.00 con letture da Dante e su Dante di studenti e docenti del liceo Galvani, per la regia Filippo Tognazzo. A Reggio Emilia ci si interroga su Quale letteratura per i nuovi italiani? Il Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell’Università di Modena-Reggio ospita infatti un convegno con Romano Luperini (Università di Siena), Stefano Calabrese, Anna Maria Contini e Loris Vezzali (Università di Modena- Reggio), durante il quale gli studenti incontrano lo scrittore Mohamed Ba (nella sezione dei lavori intitolata La letteratura della tradizione e i “nuovi italiani”) e a mezzogiorno in punto gli alunni degli istituti secondari superiori si lanceranno in letture e riflessioni collettive, trasposizioni musicali e teatrali di versi danteschi. O ancora: nell’Aula Magna dell’Università di Firenze, giornata di studi danteschi con Gino Tellini, Cristina Nesi, Maria Pace Ottieri e Andrea Amerio, letture di Angela Giuntini, lectio di Eraldo Affinati e, scoccate le 12, reading danteschi dall’Inferno presso gli Istituti Superiori di Prato ed Empoli.
Fervono i preparativi anche nelle scuole: sono decine e decine i flash-mob già ai blocchi di partenza in tutta Italia, con studenti e professori impegnati a esprimere con creatività, nelle aule come negli spazi pubblici cittadini, la passione per Dante. Solo per citare alcune iniziative, al Liceo Russell di Roma si scruta Il cielo di Dante: letture dantesche degli studenti del laboratorio teatrale, seguite da commenti e approfondimenti sulla cosmologia dantesca e medioevale a cura di studenti e docenti del laboratorio di astronomia. Tutto Dante per bambini, alla scuola Primaria “Caduti per la Libertà” di Alessandria, prevede invece, fra una lettura e l’altra, la costruzione di un “Giuoco Infernale” stile gioco dell’oca seguendo i castighi della Divina Commedia e inventandone di nuove per le marachelle quotidiane. Con lettori più cresciuti, il Liceo Classico “Tommaso Campanella” di Reggio Calabria ha ideato un flash-mob itinerante e in costume sulla Divina Commedia, che partendo da diversi luoghi della scuola si snoda per la città fino a raggiungere, canto dopo canto, la cattedrale. A Montevarchi (Arezzo) nel frattempo, sempre il 29 ottobre, l’I.S.I.S. “Benedetto Varchi” ha organizzato letture della Commedia in varie lingue, insieme alla proiezione di filmati a cura degli studenti e letture scelte.

GLI ALTRI EVENTI – Il sommo poeta non è l’unico protagonista di Libriamoci nella giornata di domani: Paolo di Paolo legge in una scuola di Roma, Lavinia Petti in una di Torre del Greco (Napoli) e Mirella Serri andrà a Grottaferrata (Roma). Ancora a Roma, dalle 10.30 alle 12.00 presso l’Auditorium del Massimo (Zona Eur) è in programma la cerimonia finale del concorso letterario del Centro Astalli La scrittura non va in esilio: incontro con i 1.000 studenti che hanno partecipato e premiazione dei primi 10 classificati, che riceveranno valigie di libri sul tema dell’asilo, dell’immigrazione, delle guerre nel mondo e dell’intercultura. Nella giuria del concorso, tra gli altri: Carlotta Sami e la scrittrice Melania Mazzucco e il giornalista Giovanni Anversa che presenterà l’evento.
Inoltre, grazie alla rinnovata adesione del Salone Internazionale del Libro di Torino, fra gli appuntamenti previsti per domani, Maria Abbebu Viarengo (Premio Speciale Giuria Popolare del Concorso letterario nazionale Lingua Madre) legge all’ITES “Russell-Moro” (ore 10), il direttore editoriale del Salone del libro Ernesto Ferrero propone letture al Liceo Scientifico “Galileo Ferraris” (ore 11), e nella Sala Consiliare del Comune di Buttigliera Alta (Torino), va in scena Una storia americana: Huckleberry Finn, reading-spettacolo di e con Giuseppe Culicchia e la partecipazione dei ragazzi della scuola media “G. Jaquerio” (ore 11.30). Per la serie di incontri Libriamoci/Ad Alta Voce, all’Erbario di Bologna (ore 17) letture di Massimo Zamboni e Simona Vinci (lettura), accompagnati dalla musica di Vladimir Denissenkov; alla Cittadella delle Scienze (Fondazione Golinelli, Bologna), dibattito dal titolo La scienza di essere se stessi: incontri fra matematica e poesia (ore 18) con Piergiorgio Odifreddi, letture di Patrizia Cavalli e Marco Malvaldi e l’accompagnamento di Vladimir Denissenkov.

“SCUOLA IN CARCERE” – Prosegue anche il ciclo di appuntamenti La scuola in carcere si “Libra”: a Latina nella Casa Circondariale, Galeotto fu il libro, con la scrittrice Isabella Pedicini che legge brani tratti da L’isola di Arturo di Elsa Morante; a Livorno, presso la Casa Circondariale “Le Sughere”, dalle 10 alle 12 Carlotta Fruttero leggerà e presenterà agli studenti detenuti dell’IIS Vespucci/Colombo, alcuni brani dei libri di Carlo Fruttero Da una notte all’altra e La patria bene o male; a Milano, nella Casa di Reclusione di Bollate, lo scrittore Fulvio Fiori declama brani tratti da Quando avevo cinque anni mi sono ucciso e Mr Butterfly di Howard Buten, e Il giorno che sono nato c’era sciopero delle cicogne di Fulvio Fiori; a Verona, nel carcere di via San Michele, entra Bam!Bam!Teatro con una lettura animata, e accompagnamento musicale, de Il libro di tutte le cose, di Guus Kuijer.; nella Casa Circondariale di Vibo Valentia, lo scrittore Francesco Nicolino legge brani tratti dal romanzo Gli angeli non sono tutti bianchi, nel quale si racconta l’odissea di nove giovani in viaggio dall’Eritrea al Mediterraneo.

© Riproduzione Riservata