Sei qui: Home » Libri » 10 libri sotto i 5 euro da regalare a Natale

10 libri sotto i 5 euro da regalare a Natale

Pensare ai regali di Natale non è mai semplice. Se poi il budget non è illimitato, le difficoltà aumentano esponenzialmente. Ecco perché oggi vi consigliamo 10 libri sotto i 5 euro da regalare a Natale.

Fare i regali di Natale non è sempre semplice. Spesso, dobbiamo riuscire a rientrare in un budget che sembra impossibile da tenere sotto controllo. Tuttavia, se si vuol spendere poco ma non si vuole rinunciare a fare un pensierino ai propri cari, esistono delle valide soluzioni. Glenn Cooper, Donato Carrisi, Pier Paolo Pasolini e George Orwell sono soltanto alcuni degli autori dei libri che vi suggeriamo nel nostro articolo dedicato ai 10 titoli sotto i cinque euro perfetti da regalare a Natale.

10 libri sotto i 5 euro da regalare a Natale

1. “La casa delle voci” di Donato Carrisi

Molti dei libri che vi consiglieremo per i vostri regali di Natale più economici sono editi da Tea Editore, al momento in offerta, come nel caso di questo primo libro, “La casa delle voci” di Donato Carrisi, uno degli autori thriller più amati in Italia.

Gli estranei sono il pericolo. Fidati soltanto di mamma e papà. Pietro Gerber non è uno psicologo come gli altri. La sua specializzazione è l’ipnosi e i suoi pazienti hanno una cosa in comune: sono bambini. Pietro è il migliore di tutta Firenze, dove è conosciuto come l’addormentatore di bambini.

Ma quando riceve una telefonata dall’altro capo del mondo da parte di una collega australiana che gli raccomanda una paziente, Pietro reagisce con perplessità e diffidenza. Perché Hanna Hall è un’adulta. Hanna è tormentata da un ricordo vivido, ma che potrebbe non essere reale: un omicidio. Hanna è un’adulta oggi, ma quel ricordo risale alla sua infanzia. E Pietro dovrà aiutarla a far riemergere la bambina che è ancora dentro di lei.

2. “Il piccolo principe” di Antoine de Saint-Exupéry

Grande classico irrinunciabile che tutti dovremmo avere in libreria, “Il piccolo principe” è un libriccino perfetto da regalare a Natale.

Nato da esperienze autobiografiche (un incidente aereo che costrinse l’autore a un atterraggio di fortuna nel Sahara), “Il piccolo principe” uscì negli Stati Uniti nel 1943 e, postumo, in Francia nel 1946.

La vicenda del piccolo, delicato personaggio piovuto sul nostro pianeta e desideroso di tornare dalla sua amata rosa dopo avere appreso – e insegnato a milioni di lettori nel mondo – che “l’essenziale è invisibile agli occhi” è un fenomeno editoriale globale, un bestseller assoluto nel quale testo e immagini (i celebri disegni dell’autore, parte integrante dell’opera) si fondono in un capolavoro di saggezza e poesia, perfetto per una lettura di Natale, immersi nel calore e nell’accoglienza di casa.

3. “L’interpretazione dei sogni” di Sigmund Freud

Se poi a Natale volete fare un pensierino a qualcuno che si interessa di psicologia e del mondo onirico, non potete non valutare “L’interpretazione dei sogni” di Freud, un caposaldo della psicanalisi.

In nessuna altra opera come ne “L’interpretazione dei sogni” Freud è riuscito a coniugare in modo così brillante l’esigenza della completezza e del rigore con quella della chiarezza e della semplicità dell’esposizione. Tanto da rendere questo libro una sorta di passepartout in grado di aprire tutti gli accessi principali ai concetti della psicoanalisi. Alla vita onirica e alla sua interpretazione viene riconosciuto un ruolo fondamentale per la comprensione delle patologie psichiche e per dissotterrare un materiale affettivo e mentale preziosissimo che la coscienza tende a occultare perché “inaccettabile”.

4. “Due cuori in affitto” di Felicia Kingsley

Volete fare un regalo di Natale ad una persona che sprizza romanticismo da tutti i pori? Il romanzo di Felicia Kingsley è quello che fa al caso vostro.

Summer ha ventisette anni ed è californiana. Blake ne ha quasi trentatré ed è newyorkese fino al midollo. Lei aspira a diventare sceneggiatrice, ma per ora è solo assistente del direttore di produzione di una serie tv. Lui è uno scrittore da svariati milioni di copie e i suoi bestseller sono sempre in classifica sul «New York Times».

Summer è fidanzata con un uomo molto più grande di lei, mentre Blake è un consumato casanova e nel suo letto entrano ed escono pop-star, attrici e modelle. Lei è una persona ordinata, precisa e mattiniera, fa yoga e beve tè verde; lui fa colazione con un Bloody Mary e due Marlboro, vive nel caos e non si sveglia mai prima delle due del pomeriggio. Summer e Blake non hanno proprio niente in comune, a parte una casa delle vacanze che per un mancato passaggio di informazioni è stata affittata a entrambi.

Uno dei due se ne deve andare, ma entrambi hanno ottime ragioni per restare. E le ragioni potrebbero aumentare con il passare dei giorni…

5. “Avrò cura di te” di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale

Ecco un’altra opzione perfetta per i regali di Natale dedicati ai più romantici: “Avrò cura di te” di Chiara Gamberale e Massimo Gramellini.

Gioconda detta Giò ha trentasei anni, un’anima inquieta e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l’ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfetto. Una notte Giò trova un biglietto che sua nonna aveva scritto all’angelo custode, per ringraziarlo. Con lo sconforto, e con il coraggio di chi non ha niente da perdere, Giò ci prova: scrive anche lei al suo angelo.

Che, incredibilmente, le risponde. E le fa una promessa: avrò cura di te. L’angelo non solo ha una fortissima personalità, ma ha un nome, Filèmone, e una storia. Soprattutto ha la capacità di comprendere Giò come Giò non si è mai compresa. Grazie a Filèmone, Giò impara a silenziare la testa e gli impulsi, per ascoltare il cuore. Ne avrà davvero bisogno quando Filèmone la metterà alla prova, in un finale sorprendente che sembrerà confondere tutto. Ma a tutto darà un senso.

6. “Il piccolo libro delle emozioni” di Geronimo Stilton

Abbiamo pensato anche ai regali di Natale per i più piccoli. “Il piccolo libro delle emozioni” di Geronimo Stilton è un gioiellino che costa meno di cinque euro ma che fa un figurone sotto l’albero di Natale.

“Quando Ficcagenio ha chiesto il mio aiuto per costruire una Macchina Crea-Emozioni, io non mi sono certo tirato indietro. E ho scoperto che le emozioni sono uniche… proprio come noi!”. Piccoli libri per parlare di grandi valori come il rispetto delle emozioni perché leggere aiuta a diventare grandi e a scoprire il mondo, parola di Stilton.

7. “Il sigillo del cielo” di Glenn Cooper

Ecco un altro pensiero di Natale che si addice agli amanti del thriller e della suspense. In più, “Il sigillo del cielo” è ambientato in un passato remoto. Si tratta quindi di una sorta di thriller storico molto avvincente.

Mosul, 1095. Daniel Basidi è un uomo di fede. Eppure teme che stavolta il Signore abbia caricato un fardello troppo grande sulle sue spalle. Per anni ha cercato di mettere il suo dono al servizio degli altri. Ma quest’ultima rivelazione, terribile e sublime, non può essere condivisa con nessuno, perché è troppo pericolosa.

Daniel deve portarla con sé nella tomba. Iraq, 1989. Hiram Donovan è un uomo di scienza. Eppure, quando tocca quella pietra sepolta nella sabbia, si sente come pervadere da una corrente elettrica. E ha paura. Infrangendo la legge e i suoi stessi principi morali, Hiram sottrae l’oggetto dallo scavo e lo spedisce alla moglie, in America. Sarà l’ultima cosa che farà prima di morire. New York, oggi. Cal Donovan è un uomo d’azione.

Eppure, non appena riceve la notizia che sua madre è stata uccisa, si sente crollare la terra sotto i piedi. All’apparenza sembrerebbe un furto andato male, se non fosse che in casa non manca nulla. I presunti ladri hanno messo a soqquadro ogni stanza, senza prendere né gioielli, né quadri, né contanti. Che cosa cercassero, Cal lo scopre dopo qualche giorno, in una scatola da scarpe nascosta in fondo a un armadio. Un pacco ancora sigillato che suo padre aveva mandato dall’Iraq trent’anni prima.

All’interno, c’è l’ossessione che ha tormentato avventurieri e imperatori, il segreto per cui hanno dato la vita santi e ciarlatani, la minaccia che deve restare sepolta, per il bene del mondo. E ora tocca a Cal proteggerla. A ogni costo.

8. “1984” di George Orwell

Ci sono classici che si devono leggere almeno una volta nella vita. “1984” è uno di questi. Si tratta di un regalo di Natale perfetto, ancor di più se costa cinque euro.

Romanzo distopico, vede la storia di una società futuristica e disumanizzata, rigidamente divisa in classi e dominata da un’ideologia perversa che sovverte i valori basilari della civilizzazione, come anche i cardini della comunicazione, primo tra tutti il linguaggio. È, paradossalmente, sia una visione apocalittica dell’evoluzione del socialismo agli occhi di un autore anarchico, sia una feroce critica di tutti i capitalismi, colpevoli di proporre propagandisticamente visioni distorte della realtà.

9. “Il fascismo degli antifascisti” di Pier Paolo Pasolini

Se invece volete fare un regalo di Natale un po’ più impegnato e magari il destinatario è appassionato di saggistica e si diletta nella lettura di opere che parlano di politica, società e ideologie, il suggerimento perfetto è questo piccolo scritto di Pier Paolo Pasolini.

La riflessione sul fascismo e sulla sua evoluzione storica attraversa tutta l’opera di Pasolini: questo volume raccoglie alcuni dei suoi testi più significativi scritti sull’argomento tra il settembre 1962 e il febbraio 1975.

Prendendo coraggiosamente posizione contro un antifascismo di maniera ormai fuori tempo massimo, Pasolini mette in guardia da una nuova forma di fascismo, più subdola e insidiosa, intesa «come normalità, come codificazione del fondo brutalmente egoista di una società». È il sistema dei consumi, che a partire dagli anni Sessanta si è reso responsabile dell’omologazione culturale del paese: un potere senza volto, senza camicia nera e senza fez, ma capace di plasmare le vite e le coscienze.

A distanza di oltre quarant’anni, questi interventi mantengono intatta la loro forza critica, permettendo di cogliere alcuni dei tratti più profondi dell’Italia di oggi. Fra l’altro sarebbe un’idea insolita e non scontata per il Natale.

10. “La tentazione di essere felici” di Lorenzo Marone

Infine, come ultimo suggerimento per questa carrellata di libri sotto i cinque euro perfetti da regalare a Natale, vi parliamo de “La tentazione di essere felici” di Lorenzo Marone.

Cesare Annunziata potrebbe essere definito senza troppi giri di parole un vecchio e cinico rompiscatole. Settantasette anni, vedovo da cinque e con due figli, Cesare è un uomo che ha deciso di fregarsene degli altri e dei molti sogni cui ha chiuso la porta in faccia. Con la vita intrattiene pochi bilanci, perlopiù improntati a una feroce ironia, forse per il timore che non tornino.

Una vita che potrebbe scorrere così per la sua china, fino al suo prevedibile e universale esito, tra un bicchiere di vino con Marino, il vecchietto nevrotico del secondo piano, le poche chiacchiere scambiate malvolentieri con Eleonora, la gattara del condominio, e i guizzi di passione carnale con Rossana, la matura infermiera che arrotonda le entrate con attenzioni a pagamento per i vedovi del quartiere. Ma un giorno, nel condominio, arriva la giovane ed enigmatica Emma, sposata a un losco individuo che così poco le somiglia.

Cesare capisce subito che in quella coppia c’è qualcosa che non va, e non vorrebbe certo impicciarsi, se non fosse per la muta richiesta d’aiuto negli occhi tristi di Emma… I segreti che Cesare scoprirà sulla sua vicina di casa, ma soprattutto su se stesso, sono la scintillante materia di questo romanzo, capace di disegnare un personaggio in cui convivono, con felice paradosso, il più feroce cinismo e la più profonda umanità.

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento