#ImAWoman

I libri da leggere per la Festa della donna

L'influencer under_my_skin consiglia 4 libri da leggere in occasione dell'8 Marzo: Virginia Woolf, Eve Ensler, Rita Armeni e Dacia Maraini
I libri da leggere per la Festa della donna

Quando devo consigliare libri sulla questione femminile sono sempre un po’ in difficoltà perché si può scegliere di affrontarla o di avvicinarsi ad essa in molti modi, e mi rendo conto che lo stesso consiglio dato a due persone diverse può suscitare due reazioni opposte, ma ci provo lo stesso.
I primi due libri che mi sento di consigliare per avvicinarsi alla questione femminile sono due classici, se così li vogliamo chiamare: Una stanza tutta per sé di Virginia Woolf e I monologhi della vagina di Eve Ensler; sono due dei libri per me imprescindibili, che hanno contribuito a formare il mio pensiero in maniera netta e decisa.
Nonostante siano stati pubblicati rispettivamente nel 1929 e nel 1998 sono drammaticamente attuali, e la cosa certa è che una volta portate a termine queste due letture, non sarete più le stesse persone che le hanno iniziate, perché vi regaleranno una cosa secondo me necessaria per chi vuole affrontare il dedalo della questione femminile: la consapevolezza.
Ensler è scarna, cruda, irriverente, vera; Woolf è elegante, acuta, pungente. Due libri se vogliamo opposti nella forma ma uniti in un unico scopo: quello di far aprire gli occhi a chi costantemente si gira dalla parte opposta del problema facendo finta che non esista.

Gli altri due libri invece li sento nominare poco e credo che possano essere un buon consiglio se si vuole affrontare la questione femminile in un modo un po’ diverso, sono: Una donna può tutto di Ritanna Armeni e Corpo felice di Dacia Maraini.
Nel primo caso Armeni ci racconta la storia delle “Streghe delle notte” ovvero di quel gruppo di aviatrici sovietiche che combatterono in prima linea durante la seconda guerra mondiale contro il Terzo Reich. Questo momento storico non fu l’unico in cui le donne furono chiamate alle armi per aiutare le proprie nazioni, per poi essere dimenticate e messe da parte al termine dei conflitti; ed è interessante vedere in che modo raggiunsero l’emancipazione e la parità in un ambiente ostile come quello dell’esercito. La battaglia delle Streghe della notte può insegnare qualcosa a tutte noi, ovvero che una donna se vuole può raggiungere qualsiasi obiettivo.

L’ultimo dei miei consigli va a favore di una donna meravigliosa: Dacia Maraini. Ci sarebbero tantissimi suoi libri che si adattano perfettamente all’argomento, ma Corpo felice che è l’ultimo che ha pubblicato, mi ha particolarmente colpita. Tramite un bellissimo dialogo ininterrotto con il bambino che ha perso a causa di un aborto, Maraini ci regala una panoramica interessantissima sulla condizione della donna nella nostra società contemporanea e non solo. Ci spinge ad interrogarci tramite le domande che pone a sé stessa, e la curiosità che ne scaturisce è a mio parere uno dei doni più preziosi che un libro ci può riservare.

Under___my__skin

© Riproduzione Riservata
Commenti