La biblioteca di Elisa

Una libreria a Roma per ricordare la giovane Elisa

Elisa, 11 anni, nel 2015 ha perso la sua lotta contro la leucemia, ma il suo ricordo continua a vivere grazie alla biblioteca a lei dedicata nella scuola di Rocca Cencia
Una libreria a Roma per ricordare la giovane Elisa

MILANO – Elisa aveva solo 11 anni e qualche hanno fa ha perso la battaglia contro la leucemia, che nel 2015 l’ha portata via a familiari e amici. Nonostante la giovanissima età, Elisa aveva un passione, amava leggere: i libri le permettevano di viaggiare lontano e scoprire mondi e persone mai viste prima. Abbiamo preso spunto da un articolo della Repubblica per raccontare la sua storia, ma soprattutto per illustrare il suo segno che sta prendendo sempre più piede.

La biblioteca

Elisa frequentava Istituto comprensivo Motta Camastra di Rocca Cencia, un scuola in cui però non era presente una biblioteca per gli studenti. Così la giovane ha deciso nei giorni della sua malattia di provare lei a iniziare a riempire quegli scaffali vuoti, per poter portare e condividere con altri bambini la gioia della lettura. Con l’inizio della scuola Elisa aveva iniziato a raccogliere i primi volumi per riempire la stanza, ma purtroppo dopo pochi giorni la malattia l’ha portata via. I genitori hanno voluto portare avanti il progetto della figlia e realizzare il suo sogno, continuando così a far vivere il suo ricordo.

Biblioteca di Elisa

L’iniziativa

I genitori per portare avanti il progetto hanno lanciato l’iniziativa “Dona un libro per Elisa” per farsi regalare libri da donare alla scuola media e a tutti gli studenti. Papà Giorgio e mamma Maria non vogliono ricevere soldi, solo libri per continuare a dar vita al sogno della figlia: una sola è la regola, su ogni volume donato deve essere scritta una dedica per Elisa.  Il progetto si serve anche della pagina facebookLa biblioteca di Elisaper promuovere e far conoscere a tutti il messaggio e la storia di Elisa. Ad oggi sono centinaia i libri regalati da tutta Italia e non solo, alcuni volumi sono arrivati addirittura dall’Inghilterra e dall’Australia.

Iniziativa Elisa

Photo credits: La biblioteca di Elisa

© Riproduzione Riservata
Commenti