Il parere dello scrittore

“L’elezione di Trump? Un dramma”, il commento di Roberto Saviano

Lo scrittore, di cui oggi esce il suo nuovo libro "La paranza dei bambini", commenta così l'elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti d'America
"L'elezione di Trump? Un dramma", il commento di Roberto Saviano

MILANO – “L’evento più drammatico per l’America dalla scoperta di Colombo”. Non usa mezzi termini lo scrittore Roberto Saviano per commentare l’elezione del tycoon donald Trump a Presidente degli Stati Uniti D’America. Le affermazioni dello scrittore, di cui oggi esce il suo nuovo libro “La paranza dei bambini“, sono state raccolte ieri sera durante il TG1.

ANALIZZARE IL FENOMENO AMERICANO – L’incredulità a caldo da parte dell’autore di “Gomorra” lascia spazio ad una più lucida analisi nel corso della puntata di “Radio anch’io” in onda questa mattina su Radio Uno. “Bisogna essere in grado di capire ed analizzare un fenomeno che non è affatto solo americano, e che sta attraversando le democrazie sudamericane, i governi europei – afferma Saviano – Bisogna avere titolo per analizzare Trump proprio se lo si guarda dall’Europa.

CAPIRE L’AMERICA PROFONDA – L’analisi di roberto Saviano si sofferma sull’importanza di capire Trump, senza affibbiargli etichette, e al tempo stesso capire quell’America profonda che l’ha votato. “Occorre analizzarla, non marginalizzarla, non snobbarla. E’ complicato. Occorre misurarsi con questo mondo che non ama confrontarsi con giornali, libri e film in modo analitico e profondo”.

IL SEGRETO DEL SUCCESSO DI TRUMP – Ecco spiegato il successo di Donald Trump nell’elettorato americano secondo roberto Saviano. “L’identificazione di Trump con gran parte del mondo del proletariato non dipende dal fatto che sia un uomo di successo che promette successo a tutti, ma dal suo modo di relazionarsi: dal momento in cui utilizza un linguaggio scurrile, violento, immediato, egli rappresenta il suo programma. Tutto ciò che risulta educato,  perbene, politicamente corretto, sembra insincero, ipocrita. Frasi di Trump come “Basta tasse”, “Fuori i messicani” o “Donne cagne”  invece di generare repulsione, generano empatia. La gente, anche se non condivide quelle affermazioni, ne apprezza la sincerità”.

© Riproduzione Riservata