Lo studio

Leggere migliora le funzioni del cervello, anche negli adulti

Secondo un recente studio pubblicato sulla rivista Science Advances, il nostro cervello si modifica quando impariamo a leggere, in un modo ancor più grande rispetto a quanto dimostrato finora
Leggere migliora le funzioni del cervello, anche negli adulti

MILANO – Gli amanti dei libri sono sempre entusiasti ogni volta che esce un nuovo studio che dimostra come la leggere renda persone migliori. E’ da poco uscita una nuova ricerca che dimostra come la lettura effettivamente renda persone migliori. Secondo un recente studio pubblicato sulla rivista Science Advances, il nostro cervello si modifica quando impariamo a leggere, in un modo ancor più grande rispetto a quanto dimostrato finora. Le nuove scoperte potrebbero avere effetti straordinari per quanto riguarda problemi legati a dislessia, alfabetizzazione, ed il modo in cui intendiamo il cervello nel suo complesso.

LEGGI ANCHE: Perché dovresti leggere ogni giorno, ecco i 10 benefici della lettura

L’ESPERIMENTO – Evolutamente parlando, la lettura e la scrittura sono funzioni relativamente nuove per gli esseri umani, così gli scienziati hanno sempre ritenuto che qualcosa nel nostro cervello dovesse adattarsi per poter elaborare la lingua scritta. Ma per lungo tempo i ricercatori hanno creduto che questi cambiamenti avvenissero nella corteccia cerebrale: lo strato esterno del cervello. Nel corso di quest’ultimo studio, in cui era stato insegnato a leggere ad adulti analfabeti intorno alla trentina d’anni, i risultati mostrarono qualcosa di piuttosto notevole: imparare a leggere effettivamente attiva strutture del cervello molto più profonde nel talamo e nel sistema cerebrale. L’analisi finale comprendeva 30 partecipanti provenienti dall’India, la maggior parte dei quali erano donne che, a causa dell’accesso limitato all’educazione, non erano precedentemente in grado di leggere una sola parola. Nel corso di sei mesi, ai partecipanti è stato insegnato a leggere il Devanagari, l’alfabeto indiano locale, da un istruttore professionista, iniziando ad apprendere dalle parole alla grammatica di base. All’inizio della formazione, i partecipanti potevano leggere da zero a otto parole; alla fine del sesto mese, tutti avevano raggiunto un livello di lettura di primo grado.

LA LETTURA MIGLIORA IL CERVELLO – All’inizio e alla fine dello studio, i partecipanti sono stati sottoposti a risonanze magnetiche. Gli scienziati hanno notato profondi cambiamenti nella corteccia esterna del cervello delle persone partecipanti all’esperimento. “Sembra che queste strutture celebrali ottimizzino sempre più la loro comunicazione grazie al fatto che i partecipanti diventano sempre più competenti nella lettura”, ha spiegato il ricercatore Falk Huettig a Mental Floss. Questi risultati potrebbero avere un’importante conseguenza per le persone con dislessia, in quanto dimostra come il cervello umano adulto sia molto più adattabile di quanto si pensasse in precedenza. Huettig è anche entusiasta dell’implicazione di questi risultati per centinaia di milioni di adulti in tutto il mondo che sono analfabeti, e attende con impazienza di vedere questi nuovi risultati contribuire a “programmi di alfabetizzazione capaci di aiutare queste persone.”

© Riproduzione Riservata
Commenti