Sondaggio

Leggere almeno tre libri all’anno rende più felici

Il sondaggio condotto da Bruno Editore rivela che leggere almeno tre libri all'anno rende più felici, riduce lo stress e rende più empatici
Leggere almeno tre libri all'anno rende più felici

MILANO – Secondo un sondaggio commissionato dalla Bruno Editore, leggere almeno tre libri all’anno migliora drasticamente la vita perché oltre contribuire alla crescita intellettuale dell’individuo, fa sentire più felici, diminuisce lo stress, migliora la socialità. I risultati vengono confermati anche da alcune delle migliori università del mondo.

I vantaggi di leggere

La Bruno Editore ha condotto un sondaggio interessante circa i benefici del leggere: ha chiesto a 2.000.000 persone quanto si dichiarano felici e ne è risultato che chi legge almeno tre libri l’anno è più felice di chi non legge. Infatti l’87% dei lettori assidui (più di tre libri l’anno) afferma di riuscire ad instaurare relazioni migliori nel corso degli anni e di notare una propria crescita personale, cosa che viene confermato dalla resa lavorativa e scolastica nel 75% dei casi.
Dato più sorprendente è quello che riguarda lo stress: chi legge dai 3 ai 5 libri all’anno ha un punteggio medio del 6.4, mentre i lettori più forti (più di 6 libri l’anno) rilevano un punteggio del 4.5. Coloro che leggono invece un libro all’anno sono i maggiormente stressati (7.8).

Cosa dicono le università

L’università del Sussex e l’università di Berkeley in California hanno due posizioni forti in materia di lettura. Infatti l’università del Sussex conferma che leggere libri riduce lo stress del 68%. Berkeley invece afferma che i libri rendono più intelligenti, facilitano l’apprendimento di nuove parole, aiutano a sviluppare in maniera più ampia i concetti e ad esprimersi meglio. Inoltre leggere ci fa immedesimare in vari personaggi, stimolando in noi l’empatia.

© Riproduzione Riservata