Storie d'amore di scrittori finite male

Le storie d’amore finite male di nove scrittori famosi

Quante sono le storie d’amore dei nostri romanzi preferiti che ci hanno appassionato? Ma è anche vero che purtroppo le storie d’amore possono anche finire.

MILANO – Quante sono le storie d’amore dei nostri romanzi preferiti che ci hanno appassionato? Ma è anche vero che purtroppo le storie d’amore possono anche finire. Poco male quando la cosa succede da entrambe le parti e ci si lascia di comune accordo; quando invece si è lasciati, allora non è più un semplice dolore, ma può diventare un tormento dell’anima. Flavorwire ha deciso di indagare sulle rotture più drammatiche che i nostri autori preferiti hanno affrontato nella loro vita; così hanno esplorato le succose, e talvolta anche tragiche, vite amorose degli scrittori nel corso della storia. Ecco per voi le storie d’amore finite male di nove scrittori famosi.

1. Martha Gellhorn e Ernest Hemingway
Non sarebbe un elenco di relazioni andate a male senza menzionare le disavventure di Ernest Hemingway. Un marito (si è sposato 4 volte) che corteggiava gli affari molto più dei suoi matrimoni, l’ego di Hemingway fu schiacciato quando la sua terza moglie Martha Gellhorn, dimostrando di essere la partner più avvincente e stimolante dell’autore, rifiutò di lasciare la sua carriera di successo come giornalista e corrispondente di guerra per svolgere il ruolo di moglie tradizionale. Gellhorn concluse la loro relazione conflittuale quando il risentimento di Hemingway divenne troppo per sopportarlo. Secondo quanto riferito, egli provò anche a impedire una sua partenza, il che la costrinse a navigare attraverso acque pericolose a causa della guerra, per raggiungere la sua destinazione. ha anche provato a bloccarla ad un certo punto in modo che non viaggiasse più, il quale costrinse la Gellhorn a navigare attraverso acque pericolose dovute alla guerra fino alla sua destinazione.

2. David Foster Wallace e Mary Karr
Quando un memorialista celebre e un autore dal talento intimidatorio si incontrano, è normale che facciano scintille. La storia d’amore burrascosa tra David Foster Wallace e Mary Karr cominciò nel 1990 dopo che Karr divorziò da suo marito, il poeta Michael Milburn. Wallace si tatuò il nome di Karr sul suo braccio, prima ancora che essi avessero avuto la possibilità di condividere il loro primo bacio, ma la passione ha trasformato rapidamente tutto in qualcosa di brutto – come fu spiegato in un resoconto del New York Magazine riguardo la relazione. Le loro liti diventarono frequenti e virulente: durante una discussione, lui gli gettò addosso il tavolino da caffè; in un’altra, fermò l’auto in un brutto quartiere e la spinse fuori, lasciandola tornare a casa da sola a piedi; solo dopo anni dopo le mandò una lettera di scuse per molti suoi comportamenti”. Karr ha offerto ulteriori indizi riguardo la loro relazione nel 2012 in una poesia intolata ‘Nota del suicidio: un annuale’. Lei scrive: ‘Così lontani saremmo cresciuti/tra lamore trasformato come d’incanto in odio e in quelle tristi lettere.’

3. Jacqueline Susann e Irving Mansfield

Conosciuta come festaiola, arrampicatrice sociale e autore di ‘La Valle delle Bambole’, Jacqueline Susann apprezzò molto l’essere viziata dal marito devoto (ed eventualmente manager) Irving Mansfield. Ma quando la stampa libera e i regali hanno cominciato a diminuire durante il suo periodo nell’esercito nel 1943, Susann scrisse una lettera di rottura per esprimere la sua insoddisfazione – mentre era già nel bel mezzo della sua relazione con il comico Joe E. Lewis: ‘Irving, quando noi eravamo all’Essex House ed io avevo il servizio in camera e potevo comprate tutti i miei vestiti da Florence Lustig, ho scoperto che ti amavo molto, ma ora che tu sei nell’esercito e mi mandi solo $56 al mese, sento che il mio amore per te è scemato. ‘

4. Erskine Caldwell e Margaret Bourke-White
‘Caldwell curò i suo figli con alternanza di abbandono e brutalità. E’ stato spostato quattro volte…. ha avuto una serie di relazioni extraconiugali, beveva pesantemente ed era incline a sbalzi d’umore violenti’, scrive il biografo Dan B. Miller dell’autore di Tobacco Road. Il tumulto di Caldweel creò la tempesta perfetta, e sua moglia Margaret Bourke-White, la fotografa di documentari pionieristici per la rivista Life, fu l’epicentro. La coppia ha collaborato a tre foto-documentari durante i loro tre anni insieme, ma i loro manager indicano che Caldwell ha probabilmente approfittato dei contributi del talento di sua moglie convincendola a modificare i suoi testi.

5. Emily Dickinson e Otis Phillips Lord
La reputazione da reclusa di Dickinson come la precede, ma una storia d’amore con il caro amico di suo padre, un giudice della Corte Suprema del Massachussetts, ha rivelato un altro lato dell’autrice. Otis Phillips Lord scambiò una serie di lettere appassionate con l’autrice dopo che sua moglie morì nel 1877. Dickinson aveva 47 anni a quel tempo. ‘Io non laverò il mio braccio, il tuo tocco si toglierebbe la saia toglierebbe via’, ella ha scritto ad un certo punto. ‘Confesso che lo amo – mi rallegro che lo amo…’ Il devoto Lord le propose di sposarlo e di andare a vivere insieme a Salem; si ipotizza però che la sua epilessia le impediva di affrontare il passo successivo della sua relazione dato che il matrimonio per gli epilettici era molto difficile a quei tempi. Il Lord morì mesi dopo, chiudendo il capitolo della loro relazione in modo molto drammatico.

6. Ted Hughes e Sylvia Plath

Il matrimonio burrascoso tra Ted Hughes e Sylvia Plath si è concluso in tragedia. La loro storia ha ispirato molte più ire della comunità letteraria che qualsiasi altra coppia. La relazione è oggetto di chiacchiere, a causa del comportamento che Hunghes ha avuto nei confronti dell’autrice di ‘La campana di vetro’ durante la sua vita, e dei suoi scritti dopo il suicidio nel 1963. Il matrimonio si è rapidamente sbriciolato dopo che i poeti si sono spostati dall’idilliaca Court Green a Devon con i figli. Hughes iniziò una relazione con Assia Wevill, che affittò la loro casa a Chalcot Square a Londra con il marito. Con il cuore spezzato, Plath lasciò Hughes, ma la sua malattia mentale la raggiunse nel 1963.

7. Anaïs Nin e C. L. (Lanny) Baldwin
Nin era sposata con l’incisore e regista Hugh Parker Guiler e in quel momento Baldwin viveva un matrimonio infelice; aiutò Baldwin a pubblicare un libro di poesie, Quinquivara, per il quale lei scrisse l’introduzione. Dopo una intensa e duratura scappatella, il duo si separò nel 1945, dopo che Baldwin ritornò da sua moglie ed i suoi figli. La lingua tagliente di Nin aveva molto da dire circa questa decisione; questa la lettera che gli scrisse: “Mio povero Lanny, come sei ceco! Una donna è gelosa solo quando non ha nulla, ma io che sono la più amata delle donne, come posso essere gelosa di te? Ti ho lasciato perdere molto tempo fa, come tu ben sai, ti ho rifiutato anche la notte che tu hai pianto – Ho solo esteso la nostra amicizia come ti ho detto allora fino a che tu non hai trovato quello che volevi – quando tu lo hai fatto io mi sono semplicemente ritirata perché non ho tempo per i rapporti morti. Il giorno che ho scoperto la tua insensibilità, la mia illusione su di te è morta e sapevo che tu non saresti mai potuto entrare nel mio mondo, cosa che tu volevi moltissimo. Visto che il mio mondo si basa sulla passione e, visto che tu sai che solo con la passione si può creare ogni cosa, e sai anche che il mio mondo che tu ora deridi perché non hai avuto la possibilità di entrarci. Io non ho alcun bisogno di ‘insistere’ sull’essere amata. Sono immersa e inondata in questo. Ma nel mezzo di questo infuocato e meraviglioso dare e avere, uscire con te è stato come uscire con un prete. Così io ho aspettato la mia prima occasione di rompere – non volendoti lasciare solo. Tu dovresti sapere quanto valgo meglio di tutti invece di pensare che io possa essere gelosa della tua povera donna americana che ha perso il suo uomo per me continuamente da quando io sono qui.” In risposta, Baldwin disse a Nin che si sentiva come se lei fosse ‘una specie di cane nella mangiatoia con uomini. Tu vuoi tutti che si siedano ai tuoi piedi e farli tuoi, tutti tuoi e solo tuoi.’

8. Lord Byron and Lady Caroline Lamb
Meglio conosciuta come la donna che ha descritto il romantico poeta ‘pazzo, cattivo e pericoloso da conoscere’, Lady Caroline iniziò una vera e propria relazione pubblica con Byron all’età di 20 anni. La torrida relazione ha scatenato una grave crisi di mezza età in Caroline, che andò fuori di testa dopo che Byron in sostanza la ignorò, ponendo fine alla relazione. La sua ossessione non poteva essere domata. Provò ad attirare la sua attenzione in molti modi, tra cui quasi pugnalando lui, lei stessa, e inviando anche a Byron un ciuffo di peli pubici coperti di sangue. Byron ha giocato crudelmente con Caroline; lui aveva un nuovo amore, Jane Elizabeth, contessa di Oxford, e inviò anche un ciuffo dei capelli della contessa invece dei suoi visto che lei li richiedeva disperatamente.

9. T. S. Eliot and Vivienne Haigh-Wood
Il modesto rubacuori T.S.Eliot ha spinto molte donne alla follia, ma la sua relazione con Vivienne Haigh-Wood, la musa nevrotica che molti credono abbia ispirato ‘The Waste Land’ di Eliot, fu tempestosa. ‘Sono arrivato a persuadermi che ero innamorato di lei.’, sarebbe arrivato a dire Eliot parlando del matrimonio. Sentiva che le attenzioni di Vivienne lo obbligavano a perseguire un impegno serio. La sua crescente instabilità mentale e fisica, e la sua relazione con il filosofo Bertrand Russel, lasciò Eliot disinteressato. Si separò da Vivienne nel 1933, eliminandola completamente dalla sua vita, ma lei si rifiutò di accettare che fosse finita. Vivienne fu internata nel 1938 dopo che fu trovata a vagare per le strade di Londra borbottando su Eliot e chiedendo se fosse stato decapitato; rimase lì fino alla sua morte.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti