Sei qui: Home » Libri » Le riflessioni sulla pandemia di Michael Stipe in un libro fotografico
Il libro

Le riflessioni sulla pandemia di Michael Stipe in un libro fotografico

L’artista americano Michael Stipe ex frontman dei REM ha realizzato un libro fotografico innovativo arricchito da contenuti sonori.

L’artista statunitense Michael Stipe, già noto come cantante del gruppo musicale R.E.M, pubblica il suo terzo libro fotografico “Michael Stipe”. L’idea originale era quella di realizzare una raccolta di soli ritratti, il progetto è poi cambiato in seguito alla pandemia del Coronavirus. Il libro, infatti, amplia il concetto di ritratto raccogliendo anche rappresentazioni di still-life.

Il libro

Dopo il successo dei primi due volumi fotografici, “Volume I” (2018) e “Our Interference Times: a visual record” (2019), la casa editrice Damiani pubblica il nuovo libro di Michael Stipe nato dalla riflessione dell’artista sui fatti scaturiti dalla pandemia di Covid. Si tratta di una raccolta di 170 fotografie arricchite da 16 tracce audio registrate dallo stesso Stipe fruibili tramite un Qr Code stampato nel libro, sviluppate con GOODmood Editor. L’artista ha ritratto amici, famigliari, personaggi noti e meno. Troviamo l’attrice Tilda Swinton, a cui l’autore ha dedicato la copertina con un ritratto magnetico, il poeta e attore statunitense John Giorno, scomparso a fine 2019 e l’artista americana Joan Jonas.  Tra gli altri volti presenti anche Beth Ditto, Gus Van Sant, la celebre musa di Rick Owens Michèle Lamy e Sophie Calle. “Michael Stipe” uscirà in libreria il 15 aprile. Martedì 13 aprile la Fondazione ICA di Milano presenterà in anteprima mondiale il volume in diretta streaming. Alberto Salvadori, direttore di ICA, dialogherà con l’artista statunitense nell’evento “Conversazione con Michael Stipe” sul canale YouTube della Fondazione Ica Milano e raggiungibile anche dal sito della Fondazione.

 

Michael Stipe

Micheal Stipe è un artista e cantautore statunitense. Nato a Decatur il 4 gennaio 1960 è stato il leader del gruppo rock dei R.E.M. fino al loro scioglimento nel 2011. Autore della maggior parte dei testi della band, è da sempre interessato ai diversi aspetti delle discipline artistiche. Spesso, infatti, ha curato personalmente gli aspetti grafici dei R.E.M., dalle copertine dei dischi alle scenografie dei concerti.

 

© Riproduzione Riservata