Città che leggono

Le città d’Italia in cui si legge di più secondo Amazon.it

Quali saranno le città d'Italia in cui si legge di più? Amazon.it ha stilato la classifica delle città in cui si comprano più libri
Le città d'Italia in cui si legge di più secondo Amazon.it

MILANO – Mare, montagna o città, qualunque sia la meta prefissata per trascorrere le proprie vacanze, la lettura si rivela sempre una compagna ideale per rilassarsi durante gli assolati mesi estivi. Anche quest’anno, per il settimo consecutivo, Amazon.it ha stilato la classifica delle città italiane che acquistano più libri, prendendo in esame il numero di titoli in formato cartaceo e digitale acquistati dai clienti di Amazon.it durante l’ultimo anno su base pro capite nei centri abitati con più di 90.000 abitanti.

LEGGI ANCHE: In Italia si pubblicano più libri ma mancano i lettori

Milano è al primo posto

Milano si conferma regina della lettura per il settimo anno consecutivo, conquistando lo scettro di città più appassionata di libri, sia in formato cartaceo sia in digitale. Padova guadagna la seconda posizione rispetto allo scorso anno, scalzando così Torino che scivola dal terzo al sesto posto della classifica delle città che leggono di più. La rivelazione di quest’anno è Pisa, che entra prepotentemente per la prima volta nella top ten volando direttamente in terza posizione, seguita a sua volta da Bologna e Roma, salde ai piedi del podio rispettivamente al quarto e quinto posto.

Inoltre Milano e Padova si confermano le città che leggono maggiormente libri in formato digitale, seguite da Cagliari e Trieste.

La Top 10 delle città d’Italia che leggono di più

  1. Milano
  2. Padova
  3. Pisa
  4. Bologna
  5. Roma
  6. Torino
  7. Verona
  8. Firenze
  9. Bergamo
  10. Vicenza

Alle spalle del capoluogo Piemontese perdono una posizione, ma si mantengono in classifica, anche Verona, Firenze. Bergamo si tiene stretta la nona posizione guadagnata come new entry lo scorso anno, mentre Cagliari scivola undicesima ai margini della top ten e cede così il posto a Vicenza che si guadagna la decima posizione. Altra grande assente è Trento, che perde terreno posizionandosi dodicesima dietro a Cagliari.

Se si guarda alla classifica delle 10 città d’Italia che prediligono leggere in formato digitale, scaricando i testi da Amazon.it, Cagliari spicca al terzo posto mentre, per le prime due posizioni, Milano figura in testa seguita da Padova. Trieste si aggiudica la quarta posizione seguita da Trento, Bolzano, Verona, Vicenza, Bologna e Torino. Grandi assenti dalla top ten delle città che amano la lettura in digitale Bergamo (13a), Firenze (14a) e Roma (16a).

Città e generi letterari

Milano è la città che maggiormente apprezza differenti generi letterari, aggiudicandosi il primo posto in 7 su 8 delle classifiche divise per generi. Milano è infatti la città d’Italia in cui si leggono più testi dei generi non-fiction, cucina, fantascienza e fantasy, viaggio, motivazionali, economia e finanza, benessere. Il capoluogo lombardo scivola però sul romanticismo dove al primo posto per la lettura di romanzi rosa si posiziona Bolzano. Bologna si conferma amante della buona tavola arrivando seconda nella classifica dei libri di cucina, Firenze invece conquista la medaglia d’argento per i libri dedicati ai viaggi. Pisa è seconda per il genere non fiction ma anche fantascienza e fantasy dove la medaglia di bronzo se la aggiudica Trieste.

I 3 titoli più apprezzati

Per quanto riguarda i libri cartacei preferiti dagli italiani, troviamo al primo posto la biografia di un grande campione del calcio italiano, Un capitano di Francesco Totti, seguito, in seconda posizione, da Vivere 120 anni. La verità che nessuno vuole raccontarti di Adriano Panzironi. Al terzo posto si posiziona invece un grande classico: Il Piccolo Principe, di Antoine de Saint-Exupéry. Tra i libri preferiti in formato digitale troviamo al primo posto Laurie (versione italiana) di Stephen King, seguito da Eleonor Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman e al terzo posto Tre cadaveri di Raffaele Malavasi.

© Riproduzione Riservata