Le bugie dei lettori

Le 10 bugie che tutti i lettori hanno detto almeno una volta nella vita

Vediamo insieme tutte le bugie che gli amanti dei libri hanno detto nella loro vita, in particolare quelle per difendere la loro nomea di grandi lettori
Le 10 bugie che tutti i lettori hanno detto almeno una volta nella vita

MILANO – Un grande lettore ha anche grandi responsabilità. Devi essere pronto ad essere catapultato in un mondo di finzione letteraria, che si tratti di un bordello francese del 19° secolo o del mondo fantastico di Narnia. Un grande lettore deve essere in grado di isolarsi e di ignorare mondo esterno, per tuffarsi completamente nell’avventura della lettura. Nella qualità di lettori, spesso, si devono dire delle bugie, ma delle piccole bugie sempre finalizzate alla vostra passione più grande. Se amate davvero i libri, hai raccontato almeno una volta nella vita una di queste bugie. Vediamole insieme.

.

1) “Si, l’ho letto” 

Siate onesti, quasi tutti hanno mentito di aver letto un particolare libro almeno una volta nella nostra vita. Questo non vuol dire che ci sono dei libri che tutti mentono di aver letto, ma spesso si ammette di aver letto un libro di cui si hanno solo letto degli estratti. Perché? Per mantenere il vostro status di grandi lettori e mostrarvi a chi vi circonda come dei lettori imbattibili.

.

2) “L’ho quasi finito” 

Un tuo amico ti ha prestato un suo libro una decina di mesi fa. E’ passato così tanto tempo che non ti ricordi più di avere quel libro sugli scaffali della tua libreria o fai finta di avertelo dimenticato. Eri intenzionato a leggerlo, ma per tutti gli impegni e libri che ti piacevano di più, quel titolo non ha fatto altro che prendere la polvere. Ma quando il tuo amico ti chiede indietro il libro, tu esclami: “Ah l’ho quasi finito”, quando in realtà non l’hai ancora iniziato. Se ti chiedono dei particolari della trama, farai di tutto per tagliare il discorso il più breve tempo possibile.

.

3) “Ho altri piani per stasera” 

“Sì, ho altri piani per stasera. Devo uscire con i miei amici.” Se stai leggendo un libro di cui non vedi l’ora di vedere come vada a finire, allora la frase appena riportata potrebbe essere una bella bugia. Una bugia per la vostra passione, anche se potrebbe non essere completamente una bugia. In fin dei conti, i personaggi di un libro diventano ben presto vostri amici, persone che arriverai a conoscere meglio dei tuoi amici nella vita reale.

.

4) Non aver detto tutto sui libri che ami 

Gli amanti dei libri sono, nel complesso, delle belle persone. E nella maggior parte dei casi amano ogni genere letterario. Ma ognuno di noi ha incontrato almeno una volta nella vita un lettore snob. Ovvero un lettore che critica le letture degli altri non considerandole all’altezza delle loro. Capita, quindi, che se non ti piace discutere o parlare dei libri che stai leggendo, di attenuare il tuo entusiasmo e non dire completamente la verità quando uno di questi lettori vi spinge a parlare dei vostri libri preferiti. 

.

5) “Non giudicherei mai un libro dalla sua copertina”

Sappiamo che non dobbiamo giudicare un libro dalla sua copertina. Sappiamo che non dobbiamo giudicare le persone per la loro scelta di libri. Eppure … tutti abbiamo alzato storto il naso almeno una volta per l’una o per l’altra cosa. Abbiamo giudicato anche le persone per il loto autore preferito (non dite di no). Anche se lo diciamo degli altri, anche noi (ma solo a volte), abbiamo fatto gli snob  in termini di libri e di lettura.

.

6) “Ne compro solo uno” 

Il problema con l’acquisto dei libri è che è necessario mettere da parte dei soldi per aspetti “minori” della nostra vita come il cibo e l’affitto. Quindi, ripeti ogni volta a te stesso che comprerai al massimo un libro la prossima volta che andrai in libreria. Ma poi ci ricaschi e se torni a casa con meno di 3 libri è un vero miracolo.

.

7) “La libreria può contenere altri libri” 

Voi sapete che la mensola non può contenere altri libri, si può vedere anche a occhio nudo. Questa è, quindi, un’altra occasione in cui si mente a se stessi pur di farci entrare un altro libro. La conseguenza è che gli scaffali dovranno fare gli straordinari per ospitare tutti i tuoi libri. Ci saranno titoli in doppia fila, altri che rischiano di cadere pericolosamente dalla mensola. Quando vedrete poi i vostri libri sparsi per tutta la stanza, sarà il momento di darne via qualcuno. Ma è solo un consiglio, sappiamo quanto siate legati ai vostri libri. 

.

8) “Non posso prestarti questo libro”

Qui la bugia è quasi d’obbligo. Qualcuno ti chiede di prestargli uno dei tuoi libri preferiti o un’edizione introvabile che solo tu hai. Ecco, in questo momento il vostro cervello vi dice solo una cosa, “fare di tutto per tenere quel libro per sè”, perché potrebbe fare non più ritorno.

.

9) “Metto l’orecchia al libro per l’ultima volta”

Non una cosa da ripetere spesso, perché si finisce per non mantenere la promessa. Questo perché talvolta è molto più comodo piuttosto che avere un kit di segnalibri sempre con voi.

.

10) “Solo un capitolo in più…”

La bugia più diffusa. Alla richiesta dei vostri genitori di fare qualcosa, così come anche la richiesta di andare a tavola per la cena, la vostra risposta di lettori sarà ” Leggo un altro capitolo in più e arrivo … “. Non ci sarebbe nulla di male, se non fosse che la cena finisce per diventare fredda mentre avete finito di leggere tutto il libro. Il consiglio è quello di fare quello che dovete fare, per poi dedicarvi completamente alla lettura. Altrimenti finireste per fare male entrambe le cose.

.

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti