Una macchina in un libro

Lapo Elkann, “La Fiat 500 è un love brand”

Alla Galleria Carla Sozzani di Milano Lapo Elkann, Roberto Giolito e lo scrittore Enrico Fagone hanno presentato "Fiat 500 - The Design Book"
Lapo Elkann, "La Fiat 500 è un love brand"

MILANO – Alla Galleria Carla Sozzani di Milano lo scrittore Enrico Fagone, il designer italiano Roberto Giolito e Lapo Elkann hanno presentato il libro “Fiat 500 – The Design Book.”, il libro che racconta e spiega il processo di creazione di una delle macchine più famose al mondo.

 

THE DESIGN BOOK – “La copertina del libro rappresenta un viaggio, come tutta l’opera stessa”. Il primo a prendere la parola è stato Enrico Fagone, l’autore del libro. La sua collaborazione con Fiat ha portato alla realizzazione di un libro di design che racconta il processo di ideazione e realizzazione della Fiat 500. “Il libro offre diverse possibilità di lettura”, si tratta infatti di un prodotto unico fruibile da tutti.

.

LA NASCITA  DELLA 500 – Roberto Giolito, designer italiano responsabile della realizzazione dell’auto, ha svelato i segreti dietro alla nascita della 500: “Ci volle l’occhio appassionato di Lapo Elkann per fare della Trepiùno la 500. Ricordo come la 500 sia nata sotto una buona stella, nel nostro centro stile ma soprattutto al di fuori di esso – ha continuato Giolito –  Le memorabili passeggiate a Manhattan insieme a Lapo, la contaminazione di ambienti diversi, sono state fonti di ispirazione per la Trepiùno presentata a Ginevra nel 2004, la mamma della famiglia 500.”

.

LA PAROLA A LAPO ELKANN  –  “Attraverso il libro consocerete tutto il processo di creazione della Fiat”. Lapo Elkann è la persona che ha parlato di più mostrando tutta la sua passione per la macchina made in Fiat. “Qualcosa che è più di un’auto, è un love brand, qualcosa che si può solo amare. Senza dubbio è la mia migliore creatura. Non me ne voglia la mia fidanzata ma per me è come una moglie, non ho mai amato qualcosa così tanto nella mia vita. La 500 da macchina è diventata un oggetto del desiderio mondiale. Prima di addormentarmi, penso al prossimo modello che realizzeremo”.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti