#ioleggoperché si allea con Libriamoci per portare i libri nella quotidianità

Entra nel vivo il progetto che punta a costruire e sviluppare le biblioteche scolastiche e aziendali del Paese. Con il contributo di librerie, editori, biblioteche, imprese, cittadini
#ioleggoperché si allea con Libriamoci per portare i libri nella quotidianità

MILANO – Dopo aver scaldato il motore, si parte. Dal 22 al 30 ottobre, tutta l’Italia si trasformerà in un’unica grande biblioteca per la seconda edizione di #ioleggoperché, che quest’anno si allea con Libriamoci (l’iniziativa del Centro per il libro e la lettura). Organizzata dall’AIE (Associazione Italiana Editori), #ioleggoperché vivrà la sua settimana più intensa con nove giorni che coinvolgeranno cittadini, librerie, biblioteche, editori, imprese, scuole, associazioni. Sarà una festa all’insegna della cultura, dell’intrattenimento, della condivisione e della generosità, grazie alle migliaia di volumi che – complice l’attività di sensibilizzazione operata dai Messaggeri e dai numerosi Testimonial – saranno donati per costruire e sviluppare le biblioteche scolastiche e aziendali del Paese.

LA LETTURA NELLA QUOTIDIANITA’ – Dopo il successo dell’edizione 2015, #ioleggoperché 2016 si è posta l’obiettivo ambizioso di portare la lettura nella quotidianità delle persone, uscendo dai confini delle mura domestiche o degli spazi abitualmente associati alla lettura. Si è guardato ai luoghi in cui i cittadini – nelle diverse fasce d’età – trascorrono la maggior parte del loro tempo: le scuole e le aziende. Attraverso un progetto articolato, che ha mosso i primi passi a maggio 2016, si sono create sinergie e gemellaggi tra gli istituti scolastici, le librerie e i cittadini (i Messaggeri), in un’ottica di sviluppo delle biblioteche nelle scuole: un’operazione che ha coinvolto migliaia di librai, bibliotecari, docenti, ragazzi, genitori, nonni e che si concretizzerà nella settimana dal 22 al 30 ottobre, quando i partecipanti doneranno i libri agli istituti. In questa fase clou #ioleggoperché potrà contare su un alleato d’eccezione: Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole, l’iniziativa promossa da MIUR e MiBACT. Le due campagne collaborano infatti in una proficua sinergia per comunicare insieme su una duplice piattaforma l’amore per i libri e il loro insostituibile valore culturale e formativo, in un’ottica di reciproca efficacia. Con la stessa passione e grazie alla fondamentale partnership con Confindustria Gruppo Tecnico Cultura e Sviluppo, è stato portato avanti il progetto a favore delle biblioteche aziendali, che prevede l’arricchimento delle strutture già esistenti e la creazione di nuovi spazi.

LE TRE FASI – La campagna #ioleggoperché 2016 è stata impostata su tre fasi. La prima, iniziata a maggio 2016, si è sviluppata attraverso i gemellaggi tra le scuole e le librerie, l’impegno delle aziende e la prima partecipazione dei Messaggeri e dei Testimonial. La seconda fase si svolgerà da sabato 22 a domenica 30 ottobre 2016: con eventi sul territorio, la diffusione dei video registrati dai Testimonial, l’intervento diretto dei Messaggeri che aiuteranno i librai a raccogliere i volumi acquistati e donati alle biblioteche scolastiche, l’apertura delle biblioteche di pubblica lettura a visite guidate per costruire insieme un modello per quelle di scuole e aziende. La terza fase prenderà il via dopo il 30 ottobre e prevede l’impegno delle case editrici a raddoppiare il numero dei libri destinati alle biblioteche scolastiche: per ogni volume acquistato e donato dai cittadini, ne sarà aggiunto uno dalle case editrici, in numero uguale per tutte le scuole aderenti che ne faranno richiesta. Comprenderà anche alcuni incontri in scuole campione con gli autori messi a disposizione dagli editori, che potranno essere richiesti per il mese di aprile 2017, a chiusura dell’anno scolastico e di eventuali percorsi didattici dedicati.

I NUMERI – Sono 1.417 le librerie che si sono iscritte a #ioleggoperché 2016: rappresentano tutte le regioni italiane, con una partecipazione particolarmente significativa di Lombardia (17% del numero totale), Lazio, Puglia ed Emilia-Romagna (tutte sopra all’8%). 2.378 scuole hanno avviato 4.487 gemellaggi con le librerie: le regioni più rappresentate sono Lombardia (17,3% del totale), Emilia-Romagna (8,9%), Veneto (8,8%), Lazio e Puglia (8,2%). Sono inoltre quasi 1.500 i Messaggeri che si sono già gemellati con le librerie e che collaboreranno direttamente dal 22 al 30 ottobre alla promozione della campagna e alla raccolta dei libri destinati alle biblioteche scolastiche.

I TESTIMONIAL – Eccezionale è la partecipazione dei Testimonial: sono decine gli scrittori, i cantanti, gli YouTuber e gli altri esponenti del mondo dello spettacolo, dell’informazione, della cultura e dello sport che hanno accolto l’invito degli organizzatori a sostenere la campagna, garantendo il proprio supporto con la registrazione di video in cui raccontano il loro amore per la lettura e consigliano alcuni libri. Un coinvolgimento trasversale con la partecipazione straordinaria di Lorenzo Jovanotti che spazia dalla musica (Saturnino) alla tv (Katia Follesa e Angelo Pisani), dalla scienza (l’ingegnere aerospaziale Amalia Ercoli-Finzi) allo sport (la pugile Irma Testa e alcuni calciatori della Serie B tra cui Simone Farelli, portiere del Trapani, Simone Palermo della Virtus Entella, Francesco Bardi del Frosinone, Jacopo Dezi del Perugia, Kevin Bonifazi e Luca Mora della SPAL) fino ai nuovi linguaggi della comunicazione e dell’intrattenimento (giovani YouTuber come Sofia Viscardi, Leonardo Decarli). E naturalmente non potevano mancare gli scrittori! Tra gli altri, il vincitore del Premio Strega 2016 Edoardo Albinati, Donato Carrisi, lo statunitense Glenn Cooper, Mauro Corona, Erri De Luca, Alessia Gazzola, Fabio Genovesi, Marco Malvaldi, Dacia Maraini, Moni Ovadia, Valeria Parrella, Licia Troisi. Sono già stati registrati numerosi video da oltre 50 Testimonial, che sono in corso di diffusione.

PARTNERSHIP & COLLABORAZIONI – L’elenco dei partner e delle realtà coinvolte in #ioleggoperché 2016 è molto lungo e si arricchisce giorno dopo giorno. Aziende come Pirelli, Accor Italia e Zambon Company, protagoniste di consistenti investimenti a sostegno della formazione e crescita culturale dei propri dipendenti, parteciperanno alla campagna in modo particolarmente significativo, sia rafforzando il proprio sostegno alle rispettive biblioteche aziendali che organizzando eventi speciali dedicati al piacere della lettura. Un ruolo di primo piano è ricoperto dall’iniziativa di Pirelli, che inaugura due biblioteche aziendali nella sede di Milano Bicocca e nello stabilimento di Bollate. Le due nuove biblioteche vanno ad affiancare quella già esistente del Polo Industriale di Settimo Torinese, costituendo così un esempio unico di eccellenza culturale italiana legata a un’azienda da sempre attenta al miglioramento della qualità della vita e dell’ambiente di lavoro dei propri dipendenti, che può ora contare su tre biblioteche. La cerimonia di inaugurazione, riservata alla stampa, si terrà lunedì 17 ottobre alle ore 12.30 presso l’Headquarters di Pirelli. Anche la Serie A TIM scende in campo con #ioleggoperché nella 10ª giornata di campionato, in programma dal 25 al 27 ottobre. Gli stadi coinvolti saranno quelli di Genova, Verona, Firenze, Milano, Torino, Roma, Napoli, Pescara, Reggio Emilia, Palermo. In quell’occasione i Capitani della Serie A TIM doneranno un libro ai bambini che li accompagnano in campo, per ricordare a tutti l’importanza della lettura anche tra i più piccoli.

 

© Riproduzione Riservata