Inaugura oggi la Fiera Internazionale ”Libri Antichi e di Pregio” dedicata alla magia dei libri del passato

Il mistero dei codici antichi, la purezza degli scritti dei maestri del pensiero, la magia delle preziose rilegature, l'impertinenza della grafica moderna, la poesia dei romanzi dell'Ottocento in mostra nel cuore di Milano. ''Libri antichi e di pregio''...
Migliaia di libri antichi e rari in mostra per tre giorni dal 15 al 17 marzo al Palazzo dei Giureconsulti della Camera di Commercio di Milano
 

MILANO – Il mistero dei codici antichi, la purezza degli scritti dei maestri del pensiero, la magia delle preziose rilegature, l’impertinenza della grafica moderna, la poesia dei romanzi dell’Ottocento in mostra nel cuore di Milano. “Libri antichi e di pregio”: la meraviglia e il fascino della cultura italiana ed europea racchiusa in migliaia di libri antichi, approderanno da venerdì 15 a domenica 17 marzo a Palazzo dei Giureconsulti della Camera di Commercio. La Fiera inaugura il 15 marzo, alle 17,30, con il taglio del nastro di Fabrizio Govi, presidente di ALAI e Pier Andrea Chevallard, segretario generale della Camera di Commercio di Milano.

STORIA E LETTERATURA – È un appuntamento con la storia e con la letteratura nelle sue forme più genuine e commoventi quello proposto dall’ Alai, attraverso pagine cariche di simboli, miniature dai colori raffinati, volumi arricchiti da preziose rilegature. La manifestazione ha ricevuto il Patrocinio del Comune di Milano, della Provincia di Milano e della Camera di Commercio di Milano. La Fiera Internazionale, a cui sono stati invitati a partecipare i più importanti librai antiquari d’Italia e del mondo, è organizzata dall’ALAI l’Associazione Librai Antiquari d’Italia con il sostegno della Camera di Commercio di Milano.

UMBERTO ECO E ANDREA KERBAKER– La Fiera, punto d’incontro dei bibliofili di tutto il mondo, si inaugurerà con Umberto Eco, patrocinatore dell’iniziativa, intervistato da Stefano Salis e offrirà al pubblico milanese l’opportunità di conoscere il mondo dell’editoria antica anche attraverso tavole rotonde sui temi della storia del libro antico, del commercio librario e del collezionismo. Una mostra inedita di riviste, raccolte antologiche ed opere di singoli autori svelerà “Il Gruppo 63, cinquant’anni dopo”. Concluderà la fiera l’intervento di Andrea Kerbaker, che presenterà il suo ultimo libro “Lo scaffale infinito”.

GLI INCUNABOLI, I PRIMI LIBRI STAMPATI – Tra gli incunaboli presentati, la rara edizione della Logica Parva di Paolo Veneto, stampata a Milano nel 1474 (Studio Bibliografico Pera), uno dei più importanti testi di logica medievale e la bella edizione, impreziosita da una grande xilografia, del De Civitate Dei di Sant’Agostino, stampata a Venezia nel 1489 (Studio Bibliografico Atlantis). Rimarcabili anche la prima edizione in tedesco delle Tabulae Claustroneoburgensis, la più antica cronaca austriaca stampata a Basilea intorno al 1491 (Antiquariat Norbert Donhofer) e uno dei più bei libri figurati del Rinascimento Italiano, il De Claris Mulieribus di Jacopo Foresti, stampato a Ferrara nel 1497 (Bado & Mart Antiquariato Librario). Miniato da un artista ferrarese, probabilmente attivo a Venezia, è l’esemplare delle Vitas Patrum di San Gerolamo stampato a Venezia nel 1483 (Liberia Antiquaria Dentis), mentre sei xilografie a piena pagina arricchiscono la prima rara edizione illustrata dei Trionfi di Francesco Petrarca (Studio Bibliografico Paolo Rambaldi).

SCIENZA, MUSICA E ERUDIZIONE  – Tra i libri scientifici, spiccano la prima edizione in Italiano della Naturalis Historia di Plinio, capolavoro tipografico di Jenson del 1476 (Libreria Antiquaria Pregliasco) e la prima edizione del primo libro di botanica mai dato alle stampe, il De Historia et Causis Plantarum di Teofrasto, stampato a Treviso nel 1483 (Meda Riquier Rare Books). Di grande rarità la prima edizione dell’ Institutio Astronomica di Pierre Gassendi (Libreria Antiquaria Piemontese), la Sphera Mundi del Sacrobosco stampata a Venezia nel 1485 ricca di illustrazioni nel testo (Studio Bibliografico Benacense) e la prima edizione delle Opere di Galileo Galilei stampate a Bologna fra il 1655 e il 1656 (Libreria Docet). L’Encyclopédie di Diderot et D’Alembert, uno dei più alti prodotti culturali dell’ Illuminismo europeo, sarà presentata in mostra in una copia dell’edizione livornese stampata fra il 1770 e il 1778 (Libreria Antiquaria Alberto Govi). E ancora, sarà presentata anche un’imponente raccolta di cori con notazioni musicali, il Kyriale, manoscritto su pergamena e carta a partire dal XV secolo (Bibliopathos Libreria Antiquaria). Rimanendo nell’ ambito dei manoscritti merita una sicura citazione il Portolano della fine del XVII secolo con 9 grandi mappe a colori delle coste del Mediterraneo (Les Trois Islets).

LETTERATURA ITALIANA – Per la letteratura italiana, segnaliamo la rara edizione aldina del Decamerone di Giovanni Boccaccio, Venezia 1516 (Bernard Quaritch), ia famosa edizione stampata nel 1564 a Venezia della commedia dantesca illustrata da un celebre ritratto del Poeta (Libreria Antiquaria Sacchi),  la raffinata edizione veneziana, adorna di numerose illustrazioni, delle Opere di Dante Alighieri, impressa nel 1757 (Scriptorium) e  un esemplare completo di tutti i 56 volumi del Parnaso Italiano, monumentale raccolta di poesia italiana dalle origini fino al XVIII secolo, stampata a Venezia tra il 1784 e il 1791 (Libreria Antiquaria Soave). Le opere di Alessandro Manzoni sono sempre state molto ricercate non solo dai collezionisti italiani; in mostra saranno esposte, oltre alla prima edizione definitiva de I Promessi Sposi, Milano 1840 (Gribaudi Studio Bibliografico), anche la rara edizione fiorentina, sconosciuta a molte bibliografie, delle Opere manzoniane uscita nel 1828 (Galleria Gilibert). Fu donato da D’Annunzio al grande imprenditore e collezionista Riccardo Gualino il manoscritto autografo de La Crociata degli Innocenti (Studio Bibliografico Marini), mentre, rimanendo in ambito dannunziano, sarà presentato il carteggio fra il Vate e Camillo Bondi (Libreria Gozzini). Se questo è un uomo di Primo Levi è sicuramente uno dei libri più significativi della letteratura del secondo dopoguerra, un esemplare della prima edizione sarà presentato in mostra (Xodo Libreria Antiquaria). Spostandoci con lo sguardo alle letterature straniere soffermiamo la nostra attenzione sull’ incredibile  panorama della storia della letteratura dei 66 volumi di “Nouvelles de la République des Lettres” imponente repertorio di tutto quanto si pubblicava in Europa nel corso del XVIII secolo (Libreria Antiquaria Ex Libris) e ammiriamo un rarissimo esemplare  di Original Poetry di Shelley arricchito di una dedica autografa del poeta inglese (Gonnelli Libreria Antiquaria).

IL POTERE DELLE IMMAGINI – Gli amanti della montagna rimarranno affascinati dalle vedute di The Peaks and Valleys of the Alps, Londra 1868 (Libreria Antiquaria Il Cartiglio), mentre per i gourmets segnaliamo una collezione di oltre 60 opere interamente dedicate alla storia, produzione e degustazione dei formaggi (Studio Bibliografico L’Arengario). Gli appassionati di giochi non possono non soffermarsi sul Libro da imparare giocare à Scacchi stampato probabilmente a Roma nel 1524 (Livraria Castro e Silva). Nella grafica, segnaliamo il raro Der Alchemist di Pieter Bruegel Il Vecchio in prima tiratura. (Studio Bibliografico Pampaloni), i due volumi di stampe giapponesi dedicate all’arte del kabuki a firma di Utagawa Toyokuni, uno dei maggiori artisti tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo (Lella&Gianni Morra), e l’ affascinante raccolta di litografie colorate a mano sui trogonidi cubani (Goriziana). Gli appassionati dei libri d’ artista del Novecento non rimarranno certo delusi potendosi deliziare con il Libro illeggibile di Bruno Munari (Pontremoli) il raro Jazz di Henri Matisse (Sims and Reed) e  "Ciò che non ha limiti e che per sua stessa natura non ammette limitazioni di sorta" di Giulio Paolini (Maffei). In occasione della Fiera le librerie Freddi, Maspero e la Galleria Derbylius presenteranno i loro ultimi cataloghi.

15 marzo 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti