L'opinione

Ilaria Guidantoni, “Ecco perché è stato un errore il Fertility Day”

La scrittrice, che si occupa di problemi legati alla corporeità ed ai disagi affettivi, analizza il caso legato alal campagna lanciato dal Ministro della Salute Lorenzin
Ilaria Guidantoni, "Ecco perché è stato un errore il Fertility Day"

MILANO – “Il Fertility Day è stato fortemente strumentalizzato, è diventato oggetto di divisioni, di prese di posizione come se si trattasse di difendere il proprio partito, la propria fazione.” E’ stato questo il risultato della campagna lanciata oggi dal ministro della salute Lorenzin secondo Ilaria Guidantoni. La scrittrice, che si occupa di problemi legati alla corporeità, disagi affettivi e disturbi del comportamento alimentare, ci spiega perché il Fertility Day ha generato tutto questo clamore negativo.

“Il Fertility Day tocca un tema scottante e delicato. Utilizzare uno slogan inglese non favorisce una comunicazione efficace. Su questo tema occorre realizzare campagne a lungo termine piuttosto che singole giornate dedicate.

Il Fertility Day è stato fortemente strumentalizzato, è diventato oggetto di divisioni, di prese di posizione come se si trattasse di difendere il proprio partito, la propria fazione. Tutto ciò ha portato ad un imbarbaramento del dibattito. L’inevitabile conseguenza è stato lo spostamento dell’attenzione dal tema principale, quello della fertilità, ad altri temi, come quello relativo ai diritti sociali, dell’omosessualità, dell’importanza di avere un lavoro stabile.

Altro problema è stato quello di trattare la fertilità come una questione legata esclusivamente alla donna, non riguardante invece la coppia nella sua totalità. Sarebbe stato necessario applicare un approccio integrato, in cui venissero coinvolti anche gli uomini nel dibattito. La questione legata alla fertilità è solo la punta dell’iceberg di altri problemi ben più profondi che riguardano l’essere umano: i diritti degli omosessuali, il diritto alla famiglia, alla salute.”

 

© Riproduzione Riservata
Commenti