Alberghi - Un Hotel per gli amanti dei libri

Hotel Darsena, il relax su misura per gli amanti dei libri

A Riccione un albergo che offre ai suoi clienti la possibilità di rilassarsi leggendo un buon libro in una sala relax biblioteca che poche strutture al mondo possono vantare
Hotel Darsena, il relax su misura per gli amanti dei libri

MILANO – Una biblioteca in un hotel al mare. La fantastica scelta dell’Hotel Darsena non poteva passare inosservata agli occhi di Libreriamo. Per capire le ragioni di questa scelta purtroppo inusuale, abbiamo parlato con Cinzia Tura, una delle titolari che, da buon amante dei libri, ha avuto questa fantastica idea.

L’IDEA – “Oscar Wilde, in una sua celeberrima frase, sosteneva che non vi sia niente di più indispensabile del superfluo. Siamo assolutamente d’accordo, specialmente quando alcuni ritenessero superflue alcune buone attività come il leggere un libro.” Questi lo slogan che si legge in una delle pagine del sito dell’Hotel. Nella libreria si trovano svariate centinaia di titoli, con una parte molto fornita per l’infanzia e adolescenza. Tra le idee che i titolari stanno coltivando c’è quella di promuovere anche il cosiddetto bookcrossing, ossia favorire quel processo di condivisione di letture e libri che arricchisce tutti senza impoverire nessuno. Di seguito l’intervista completa.

Da dove nasce l’idea di creare un ambiente biblioteca all’interno del vostro hotel?
Noi siamo una famiglia di appassionati lettori. I libri che ci sono in hotel sono un terzo di quelli che io e mio fratello abbiamo letto e conservato nel tempo. La nostra passione per i libri, l’abbiamo passata ai nostri figli e abbiamo una sezione dedicata a libri per bambini di cui andiamo molto fieri. Abbiamo così creato uno spazio in cui le persone possono passare del tempo e scegliere un buon libro da portare in spiaggia.

Lei crede che molti scelgono il vostro hotel proprio per la vostra sezione biblioteca?
Questo è difficile dirlo, ma la passione che abbiamo noi per i libri ce l’hanno anche i nostri clienti. Veniamo sicuramente apprezzati perché offriamo un qualcosa di più diciamo. I libri in vacanza sono difficili da gestire, molti fanno fatica a trovare tempo per leggere. Ci sono persone che ogni anno che vengono da noi e continuano la lettura di volumi da dove l’avevano interrotta. Molti arrivano in hotel e rimangono sorpesi di quello che vedono e ogni volta ne siamo orgogliosi.

Ci sono iniziative che partono in hotel e continuano in eventi in spiaggia?
Per ora no, ma ci piacerebbe moltissimo. Abbiamo preso contatti con una biblioteca di libri per ragazzi e organizzare degli eventi dedicati proprio a loro. E’ difficile appassionare i giovani d’oggi alla lettura con la televisione e tutti i mezzi tecnologici che ci circondano. Un ruolo fondamentale lo svolgono i genitori, è facile accendere la tv, meno consigliare un buon libro a proprio figlio.

Ho letto che diversi ospiti lasciano i propri libri…
Si, i nostri clienti più fedeli arrivano spesso anche con una valigia piena di libri da lasciare qui o da scambiare con altri qui presenti. Spesse volte si tratta di turisti anche stranieri e questo da un tocco di internazionalità al nostro catalogo. Alcuni lasciano anche la dedica nei libri, questo ci fa piacere, perché vuol dire che ciò che facciamo è davvero apprezzato.

Qual è il libro che è più orgogliosa di ospitare all’interno della biblioteca?
E’ un libro illustrato di National Geographic, con la “Ragazza afgana” di Steve McCurry in copertina. Quell’immagine mi suscita diverse emozioni, mi riempie il cuore.

12 settembre 2015

© Riproduzione Riservata
Commenti