Sei qui: Home » Libri » Hilde Lysiak, la giovane reporter di 11 anni
Orange Street News

Hilde Lysiak, la giovane reporter di 11 anni

Hilde Lysiak è una giovane reporter di soli undici anni, famosa per aver creato il giornale Orange Street News grazie alle sue doti investigative che stanno delineando una brillante carriera da giornalista

MILANO – Hilde Lysiak è l’esempio concreto di come i sogni, qualunque essi siano, non hanno età. Abbiamo avuto modo di iniziare a conoscere la storia di Hilde tempo fa, grazie al New York Times e ora la giovane reporter è tornata a far parlare di sé in un’intervista in cui racconta la passione e la determinazione nel raggiungimento dei suoi obiettivi.

Orange Street News

La storia di Hilde ha catturato l’attenzione del New York Times e non solo già lo scorso ottobre, mettendo in evidenza una serie di libri che la giovane ha scritto insieme a suo padre e a seguito dei quali ha creato il giornale Orange Street News. Il giornale ha preso vita in seguito alle insistenze e alla caparbietà di Hidle e grazie all’aiuto di suo padre, dopo aver compreso che la sua curiosità e il suo desiderio di informazione non potevano fermarsi agli appunti scritti con i pastelli su semplici taccuini. E’ così che in sella alla sua bici, la curiosità di Hidle ha trovato risposte nel suo isolato prima e nel vicinato poi. I casi riposrtati hanno conquistato gradualmente l’interesse di una larga fetta di lettori con centinaia di migliaia di visualizzazioni online. Ed è curioso se si pensa al fatto che una piccola parte del ricavato ( 25 dollari a settimana), Hidle li cede a sua sorella di tredici anni per ssere il suo operatore video.

I casi riportati

Il primo caso riportato sul suo giornale, ha riguardato un episodio di corruzione nel suo paese. Una fonte l’aveva informata dell’omicidio di una coppia di anziani a pochi isolati da casa sua e dopo essersi confrontata con il dipartimento di polizia, è immediatamente entrata in scena intervistando i vicini per acquisire ulteriori informazioni. I suoi resoconti sul campo hanno fatto in modo che il suo articolo riuscisse a dare la notizia in anticipo rispetto ad altre testate locali. “La gente spesso mi parla o mi sottovaluta. Mi dico sempre: lasciali fare, questo ti darà vantaggio”. Un’età la sua, che per certi versi ha aiutato il suo spirito investigativo. “A causa della mia età non posso sempre parlare delle storie che voglio riferire. A volte il magistrato rifiuta di darmi le denunce penali e i miei genitori non mi permettono di andare in alcuni posti. Ma nonostante ciò posso prendere le persone alla sprovvista e fare in modo che questi rivelino informazioni più di quanto vorrebbero”, ha raccontato Hilde. Tra tutti i casi riportati c’è uno che in particolar modo che la piccola repoter ricorda con più soddisfazione. “La storia di cui sono più orgogliosa è l’indagine sulla mia caserma dei pompieri locali. Parlando di quell’avvenimento, mi hanno mandato messaggi in cu mi minacciavano di far rimuovere il mio articolo se avessi continuato a scriverlo ma non mi sono mai lasciata intimorire da tali dichiarazioni. Alla fine è venuta fuori la verità sulla corruzione alla caserma dei vigili del fuoco ma per arrivare a tale risultato ci sono voluti un sacco di duro lavoro e di indagini. I vigili del fuoco, inoltre, hanno tenuto le loro riunioni in un bar, luogo che non mi è permesso di frequentare a causa della mia età”

© Riproduzione Riservata