Scopriamo le origini della festa

Halloween, ecco i libri per approfondire le origini della festa delle streghe

Già da diversi anni, in Italia come nel resto d'Europa, zucche, maschere di vampiri e fantasmi occupano le vetrine dei negozi durante l'intero mese di ottobre...

MILANO – Già da diversi anni, in Italia come nel resto d’Europa, zucche, maschere di vampiri e fantasmi occupano le vetrine dei negozi durante l’intero mese di ottobre. La sera del 31 adulti e bambini, in un’atmosfera carnevalesca, festeggiano Halloween. Le origini della festa dedicata alle streghe sono antichissime, ma poco conosciute alla stragrande maggioranza della gente, la quale associa la festa alla cultura americana: niente di più sbagliato…

ORIGINI CELTICHE – Le origini della festa risalgono all’epoca in cui Francia, Irlanda, Scozia e Inghilterra erano dominate dalla cultura celtica, prima che l’Europa cadesse sotto il dominio di Roma. Per i Celti l’anno nuovo non cominciava il 1° novembre, quando terminava ufficialmente la stagione calda ed iniziava la stagione delle tenebre e del freddo. Così la vigilia del 1° novembre i contadini davano vita alla festa più importante dell’anno, una sorta di Capodanno dedicato a ‘Samhain’ la divinità considerata il Signore della Morte e il Principe delle Tenebre.

I RITI – Secondo i Celti  alla vigilia di ogni nuovo anno, cioè il 31 Ottobre, Samhain chiamava a sé tutti gli spiriti dei morti. Così la notte i Celti si riunivano nei boschi e sulle colline per la cerimonia dell’accensione del Fuoco Sacro e facevano sacrifici animali. Vestiti con maschere grottesche ritornavano al villaggio, facendosi luce con lanterne costituite da cipolle intagliate al cui interno erano poste le braci del Fuoco Sacro. Dopo questi riti i Celti festeggiavano per 3 giorni, mascherandosi con le pelli degli animali uccisi per spaventare gli spiriti.

DALL’IRLANDA ALL’AMERICA – In inglese Ognissanti si chiama All Hallows’ Day; la vigilia del giorno di Ognissanti, cioè il 31 ottobre, si chiama All Hallow’ Eve. Queste parole si sono trasformate prima in Hallows’ Even, e da lì ad Halloween il passo è stato breve. Nonostante i tentativi della Chiesa cristiana di eliminare i riti pagani di Samhain, Halloween è rimasta una festa legata al mistero, alla magia, al mondo delle streghe e degli spiriti. Tra il 1845 e il 1850, a causa di una malattia che devastò le coltivazioni di patate, circa 700.000 Irlandesi emigrarono in America, portando con sé le loro usanze, tra cui anche quella di festeggiare Halloween, e rinunciando ai significati religiosi e rituali legati alla festa.

Per approfondire storie e leggende legate ad Halloween, ecco alcuni consigli di lettura

HALLOWEEN. STORIA E TRADIZIONI di Jean Markale – Questo libro approfondisce le motivazioni storiche, le tradizioni popolari e tutto il folclore legato ad Halloween.

HALLOWEEN. NEI GIORNI CHE I MORTI RITORNANO di E. Baldini e G. Bellosi – In questo libro gli autori raccontano la più importante delle nuove festività, attraverso un’immersione nello sterminato repertorio della cultura popolare, scoprendo che Halloween va molto al di là dei confini della cultura celtica
LA NOTTE DELLE ZUCCHE di P. Gulisano e B. O’Neil – Questo libro, scritto da due esperti della materia, un italiano e un’irlandese trapiantata in America, vuole offrire una ricostruzione della storia e dei significati di Halloween.

© Riproduzione Riservata
Commenti