Gli scrittori ripensano l’Europa al festival ”I Dialoghi di Trani”

Al via domani ''I Dialoghi di Trani'', il più importante festival letterario del Mezzogiorno. La rassegna, in programma sino al 9 giugno, è sostenuta dall'Associazione culturale ''La Maria del Porto'', con l'intervento di Unione Europea - Regione Puglia e il contributo di Comune di Trani, Provincia BAT, con il patrocinio dell'Università degli Studi di Bari e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica...
La manifestazione vedrà, dal 6 al 9 giugno, dibattiti degli scrittori sulle “malattie” collettive che hanno colpito l’Europa e sulle cure possibili per uscire da questa difficile situazione
 
MILANO – Al via domani “I Dialoghi di Trani”, il più importante festival letterario del Mezzogiorno. La rassegna, in programma sino al 9 giugno, è sostenuta dall’Associazione culturale “La Maria del Porto”, con l’intervento di  Unione Europea – Regione Puglia e il contributo di Comune di TraniProvincia BAT, con il patrocinio dell’Università degli Studi di Bari e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.
 
L’INIZIATIVA – Al Castello di Trani si dialoga sulle cosiddette “malattie collettive” che hanno colpito l’Europa, e sulle cure possibili per uscire dalla paranoia e ricostruire un nuovo linguaggio. L’attuale crisi economica sembra aver distrutto sia la comunicazione che  le possibilità di parlare della realtà in termini diversi dagli accenti negativi del momento. Gli scrittori cercheranno di dare nuova forma e figura all’Europa, ricercando parole diverse, immaginando mondi possibili, scrivendo altre declinazioni di questa realtà. Al dialogo “Scrivere l’Europa”, organizzato nell’ambito della XII edizione de “I Dialoghi di Trani” parteciperanno, sabato 8 giugno il giornalista Rai Piero Dorfles insieme agli scrittori Mauro Covacich, Helena Janeczek, Diego Marani e Mariapia Veladiano. 
 
GLI APPUNTAMENTI – Alla corte di Federico II ci sarà spazio anche  per un altro dialogo coinvolgente riguardo al “grande malato europeo”, che vedrà protagonista il prof. Luigi Zoja, psicanalista e autore del saggio “Paranoia. La follia che fa la storia” e Pietro Del Soldà, filosofo, giornalista e conduttore di Radio3. Si partirà dalla consapevolezza che i più terribili drammi nella storia del ‘900, dalla Grande Guerra all’Olocausto, dai populismi totalitari alle recenti guerre preventive delle democrazie avanzate, sono tutti riconducibili alla “paranoia”.
 
GLI OSPITI DEI DIALOGHI – Tra gli altri ospiti attesi ai Dialoghi di Trani ci saranno: Fabrizio Barca, Marco Revelli, Concita De Gregorio, Paolo Flores d’Arcais, Luca Telese, Vladimiro Giacchè, Franco Cardini, Oliviero Diliberto, Luca Rastello, Andrea De Benedetti, Carlo Dell’Arringa, Bianca Maria Bruno, Thierry Vissol ed Emilio Dal Monte (rappresentanti in Italia della Commissione Europea). Tra gli ospiti internazionali parteciperanno Michael Braun (Die Tageszeitung e Radio pubblica tedesca), Eric Jozsef (Liberation) e Evgeni Utkin  (Quotidiano Energia).
 
5 giugno 2013
 
© RIPRODUZIONE RISRVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti