Gli editori italiani sbarcano in Turchia

Gli editori italiani approdano per la prima volta in Turchia: la missione coinvolgerà il 20 e 21 febbraio una decina di case editrici italiane pronte a cogliere nuove opportunità e a conoscere meglio la realtà turca...

Si terrà in Turchia il 20 e il 21 febbraio il workshop ‘Editoria a Istanbul’, organizzato dall’ICE  e dall’AIE per esplorare nuove opportunità in un mercato molto attivo

MILANO – Gli editori italiani approdano per la prima volta in Turchia: la missione coinvolgerà il 20 e 21 febbraio una decina di case editrici italiane pronte a cogliere nuove opportunità e a conoscere meglio la realtà turca, diventato tredicesimo mercato dell’editoria libraria, con un forte tasso di acquisto diritti. Il tutto è organizzata dall’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori (AIE).

L’EVENTO – Grandi e piccoli editori insieme – dal settore della narrativa a quello d’arte, dalle guide turistiche fino al segmento ragazzi e ai libri illustrati –, guidati dal direttore di AIE Alfieri Lorenzon e dal responsabile editoria ICE Leopoldo Sposato – incontreranno altrettanti editori turchi per avviare un rapporto e favorire scambi commerciali.

L’EDITORIA TURCA, UN MERCATO IN CRESCITA – L’economia turca ha confermato infatti il trend di crescita in atto da oltre un decennio: nel Paese sono presenti 1800 case editrici, 6 mila librerie e 150 società di distribuzione. Nel 2013 si sono stampati oltre 47mila titoli per 536milioni di copie di libri. Circa un terzo sono traduzioni, per il 95% dall’inglese. Sicuramente grande è l’attenzione per i libri educativi (90milioni di copie nel 2013), seguiti da libri per bambini (63milioni) e fiction per adulti. Numeri importanti che confermano il Paese, seconda i dati IPA, come tredicesimo mercato dell’editoria libraria, con un fatturato di 1 miliardo e 682 milioni di euro.

QUALCHE CIFRA DELL’EDITORIA TURCA – Nel 2013 la produzione di libri è aumentata del 12%: con 7,1 copie di libri pro capite (per un confronto, in Italia sono 3,2 pro capite), i titoli pubblicati nel 2013 sono stati 47.352. Copie: 536.259.040 nel 2013 (compresi i libri scolastici distribuiti gratuitamente nelle scuole pubbliche dal Ministero turco dell’istruzione). Per questi libri sono stati acquistati 330.017.405 “bollini di garanzia” (erano 293milioni nel 2012). Per quanto riguarda i generi: al primo posto ci sono i libri educativi (90milioni di copie), seguiti da libri per bambini (63 milioni), libri religiosi (62 milioni), Fiction per adulti (60milioni), non-fiction per adulti (35 milioni), libri accademici (20 milioni). Inoltre, il Ministero turco dell’Istruzione Pubblica ha distribuito gratuitamente alle scuole elementari e medie,  nel 2013, 206.241.635 testi scolastici. In base a quanto delineato dall’IPA, la Turchia rappresenta il tredicesimo mercato dell’Editoria con un fatturato di 1 miliardo e 682 milioni di Euro. [I dati sono ricavati dalle informazioni elaborate dall’associazione locale dell’Editoria assieme all’Agenzia Editoriale del Ministero turco della Cultura e Turismo, la Direzione del Copyright e del Cinema e la Federazione delle Unioni di Editori (YAYFED).]

IL PROGRAMMA DEL WORKSHOP – Alla missione parteciperanno, tra gli altri, 24 Ore Cultura, Ats Italia Editrice, Clementina Liuzzi Literary Agency, De Agostini Libri, Editrice Il Castoro, Edizioni Del Baldo, Fanucci Editore, Guerra Edizioni, Lo Scarabeo, Lt Editore, Rcs Libri, Salento Books. Il workshop si articolerà in due giornate: nella prima, alla presenza del Console Generale d’Italia a Istanbul Gianluca Alberini e del Direttore ICE Istanbul Ferdinando Pastore, verranno presentati i due mercati editoriali, Italia e Turchia, e si svolgeranno incontri fra case editrici turche e italiane. Nella seconda giornata, si terrà nella mattinata un incontro con Askos, il consorzio delle Università anatoliche, e, a seguire, una visita alla Biblioteca Bilgi e a un’importante libreria della catena D&R.

19 febbraio 2014

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti