Gladstone Library

Gladstone Library, la libreria in cui si può dormire tra i libri

La Gladstone Library è la biblioteca che offre agli ospiti l'opportunità di "dormire con i libri", permettendo ai turisti di staccare dalla quotidiana frenesia
Gladstone Library, la libreria in cui si può dormire tra i libri

MILANO – La Gladstone Library è l’unica biblioteca residenziale nel Regno Unito. Lasciata in eredità dall’ex primo ministro William Gladstone, offre agli ospiti l’opportunità di “dormire con i libri”, permettendo ai turisti di staccare dalla quotidiana frenesia grazie anche al poco segnale della rete.

Gladstone Library

Per gli scrittori che vogliono trovare l’ispirazione per scrivere o per i lettori che vogliono trovare solo un pò di tranquillità per leggere, questo è il posto perfetto. La biblioteca residenziale ospita più di 250.000 libri, di cui oltre 32.000 costituiscono la collezione privata dell’ex primo ministro William Gladstone. I temi riguardano per lo più la teologia, la cultura letteraria, la storia, la politica e alcuni di essi riportano ancora le note originali. La grande sala con soppalco in cui s trovano questi libri, contiene scrivanie per lavorare e morbide poltrone. La stanza più accogliente per accocolarsi resta comunque la Gladstone Room, piena di grandi comodi divani, tappeti persiani, candelabri, finestre originali, giochida tavolo, giornali, un bar e un caminetto acceso in inverno.

Luogo di ritiro per gli scrittori

Da quando è stata inaugurata nel 1904, la biblioteca è sempre stata residenziale secondo volontà di Gladstone. Negli ultimi cinque anni però, ha acquisito una certa importanza come luogo di ritiro per gli scrittori. Le 26 camere dove gli ospiti pernottano di notte, sono semplici ma contemporanee, minimaliste e ottime per alleggerire corpo e mente. Pareti bianche e tappeti grigio / blu; scrivanie e sedie moderne; letti comodi, bollitore e buona selezione di tè e di CD. Questi sono tutti i comfort ad ecczione della televisione.

Photocredit: Gladstone’s Library

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti