Biblioteca galleggiante

Floating Library, spopolano in America le biblioteche galleggianti

Andiamo alla scoperta di queste biblioteche uniche che stanno conquistando il cuore degli americani
Floating Library, la biblioteca galleggiante dei laghi americani

MILANO – Un progetto diventato realtà grazie all’architetto Molly Reicher e all’artista Bob Dornberger. Una biblioteca, o zattera se preferite, galleggiante che consente ai visitatori di consultare e leggere tutti i libri che ospita. Una e vera e propria biblioteca che a volte, però, è difficile da raggiungere. Scopriamo insieme il progetto e la storia di queste biblioteche.

.

FLOATING LIBRARY – Si tratta di una vera e propria biblioteca.  Per raggiungerla avrete bisogno di una canoa o un kayak o un pedalò, ed è necessario sapere i suoi spostamenti nei diversi laghi d’america. Un fenomeno che sta sempre più diffondendo in questa parte del mondo. Quella di cui parliamo oggi si trova nel Cedar Lake di New York. La biblioteca è una struttura in legno fatta a mano, attrezzata con circa 80 titoli, soprattutto libri di artisti o scrittori poco conosciuti, non bestseller popolari.

COME FUNZIONA? Prima di tutto è fortemente raccomandato di non far cadere i libri in acqua, anche se alcuni libri sono stati resi impermeabili da chi li ha realizzati, almeno nella loro parte esterna. Nel caso di Cedar Lake, la biblioteca galleggiante comparirà sulle sponde del lago e sarà a disposizione per coloro che avranno il coraggio di raggiungerla in canoa o, perché no, a nuoto tutti i weekend. Una delle più famose artiste, che passano il tempo a controllare il corretto funzionamento della biblioteca, è Sarah Peters, che collabora con l’annuale festival di Spark Nord e insegna presso il Centro Minnesota per Book Arts. Vi trovate in America e siete alla ricerca di un libro? Unite un weekend al lago a una gita all’insegna della lettura, ricordatevi però di tornare a restituire ciò che avete preso in prestito !

.

.

© Riproduzione Riservata
Commenti