Fiera del libro Francoforte

Fiera del libro di Francoforte, Rushdie terrà il discorso d’apertura

La fiera del libro di Francoforte sarà inaugurata domani dallo scrittore indiano Salman Rushdie
Fiera del libro di Francoforte, a Rushdie il discorso d'apertura

MILANO – Sarà Salman Rushdie a inaugurare la Fiera del libro di Francoforte di quest’anno. Come conseguenza lo stato dell’Iran ha cancellato la sua partecipazione.

L’ANTEFATTO –  Il 14 febbraio del 1989 l’ayatollah Ruhollah Khomeini, il leader politico e religioso dell’Iran, annunciò alla radio la condanna a morte dello scrittore di origine indiana Salman Rushdie. La colpa di Rushdie, che in quel momento si trovava a Londra, era aver scritto I versi satanici (The Satanic Verses), un romanzo in cui, secondo Khomeini, Rushdie insultava la religione islamica e il suo profeta. Quella di Khomeini era una fatwa, cioè la sentenza emessa da un’autorità religiosa e teoricamente vincolante per tutti i musulmani. Venticinque anni dopo quella sentenza è ancora in vigore: fino ad oggi ha causato la morte del traduttore giapponese del libro, il ferimento del traduttore italiano e dell’editore norvegese, la distruzione di diverse librerie in tutto il mondo e continua a costringere Rushdie a vivere nascosto, sotto la protezione del governo britannico.

LEGGI ANCHE: LIBERTA’ DI ESPRESSIONE, LE STORIE DI 5 SCRITTORI CONDANNATI PER LE LORO IDEE

NIENTE IRAN – Pochi giorni fa la Repubblica Islamica dell’Iran ha ufficialmente cancellato la sua partecipazione alla Fiera del libro di Francoforte a causa dell’invito rivolto a Rushdie a tenere il discorso inaugurale di domani. Il ministero dell’Istruzione iraniano giustifica la decisione affermando che i libri di Rushdie offendono l’Islam. E che anche il nuovo romanzo “Due anni, otto mesi & ventotto notti ” è “un attacco contro i valori e le convinzioni religiose”.

EDIZIONI 2015 – La scelta di Rushdie non è stata casuale. Infatti, uno dei temi più importanti dell’edizione è la libertà di espressione e di pensiero e come ha chiarito il direttore della Buchmesse Jürgen Boos: “La biografia dell’autore e la sua opera conferiscono a Rushdie un ruolo importante nella difesa della libertà di opinione e di stampa. Fra poche ore una delle fiere internazionali più importanti dedicate al libro avrà inizio e sono state prese parecchie misure di sicurezza.

Articoli correlati: 

– Fiera del libro di Francoforte, 200 editori italiani presenti

© Riproduzione Riservata
Commenti