Sei qui: Home » Libri » Editoria » Feltrinelli Indies, la collana che vuole mantenere vivo l’humus letterario di buona qualità

Feltrinelli Indies, la collana che vuole mantenere vivo l’humus letterario di buona qualità

Palazzo dei Congressi. E’ stata presentata nell’ambito del Pisa Book Festival la “Collana Feltrinelli Indies”: un laboratorio permanente di ricerca letteraria per fare emergere le voci più nuove e interessanti della narrativa contemporanea e internazionale...

Il Direttore Editoriale di Feltrinelli Gianluca Foglia ha presentato al Pisa book Festival l’ “esperimento” che coinvolge sei eccellenti piccole case editrici

PISA – Palazzo dei Congressi. E’ stata presentata nell’ambito del Pisa Book Festival la “Collana Feltrinelli Indies”: un laboratorio permanente di ricerca letteraria per fare emergere le voci più nuove e interessanti della narrativa contemporanea e internazionale. Alla presentazione sono intervenuti il Direttore Editoriale di Feltrinelli Gianluca Foglia, l’editore di Transeuropa Giulio Milani, l’editrice di Nottetempo Ginevra Bompiani, l’editrice di Voland Daniela Di Sora, l’editrice di 66thand2nd Isabella Ferretti e l’editore di Nutrimenti Andrea Palombi. L’incontro è stato coordinato dal giornalista di Repubblica Fabio Galati.

COLLANA FELTRINELLI INDIES – E’ costituita dall’unione delle sei suddette eccellenti piccole case editrici con la più grande Feltrinelli ma non è assolutamente un circolo chiuso, quindi proposte, contatti ed ulteriori collaborazioni sono aperte. I libri vengono pubblicati con ISBN Feltrinelli ma viene specificato anche il nome del piccolo editore che ha curato tutte le fasi dell’opera fino alla pubblicazione. “Questo perché – ha spiegato l’editrice di Voland Daniela Di Sora – Feltrinelli Indies è costituita dall’unione di piccoli editori di qualità che possono usufruire di un grande distributore quale è la Feltrinelli”. L’editore di Transeuropa Giulio Milano ha aggiunto: “In un momento in cui è venuta meno la fiducia nelle case editrici per prodotti di qualità, abbiamo scelto di cooperare e non competere. Questa è stata una scelta legata alla crisi ma la crisi è anche una opportunità e speriamo che questa scelta sia giusta”. Il Direttore editoriale Feltrinelli Gianluca Foglia ha aggiunto: “Feltrinelli Indies rappresenta una collaborazione inedita che non esisteva in Italia e per quanto ne so non esisteva neanche all’estero. E’ una scelta aperta ai giovani e meno giovani, anche all’estero”.    

PERCHE’ FELTRINELLI HA ACCETTATO DI UNIRSI AI PICCOLI EDITORI – Ancora il Direttore Feltrinelli Gianluca Foglia: “Abbiamo accettato di entrare nel gruppo Indies perché condividiamo con questi piccoli editori di qualità l’attenzione immutata al principio originale della selezione naturale dell’editoria e ci piace pubblicare libri portatori di valori e che ci piacerebbero andassero nelle mani dei nostri amici, figli, ecc.. e non pubblichiamo solo per far cassa”. Continua il Direttore Feltrinelli Gianluca Foglia: “La Feltrinelli, che oltre ad essere casa editrice ha anche diverse librerie, si occupa quindi di mettere in distribuzione i libri curati dai piccoli editori in quanto può usufruire di una macchina di distribuzione più rodata, più grande e più forte perché in questa battaglia quotidiana che si combatte in libreria i più grandi sono più attrezzati a resistere. Abbiamo messo a disposizione una macchina distributiva che non è infallibile ma che è più grande e quindi più potente della macchina distributiva di ogni singolo partecipante. Il problema infatti non è scovare talenti ma farli conoscere, arrivare sui banchi delle librerie e farli rimanere sugli scaffali delle librerie un lasso di tempo ragionevole”.

FATTORI DI CRISI PER LA FELTRINELLI INDIES – Continua il Direttore Feltrinelli Gianluca Foglia: “Il problema di oggi è che ai librai arrivano troppi libri ma l’unico rischio di fallimento per la Feltrinelli Indies è quello di non vendere abbastanza i libri che pubblichiamo perché l’unica difficoltà ad andare avanti con i  progetti è che quei progetti non stiano in piedi dal punto di vista economico”.

PERCHE’ FELTRINELLI INDIES E’ IMPORTANTE – Conclude il Direttore Feltrinelli Gianluca Foglia: “Lo scopo è non far sparire dal mercato questo tipo di produzione perché, dal mio punto di vista, è un fatto di vita o di morte in quanto se viene meno questa fascia di produzione frana un pezzo di cultura italiana ed entra la logica che se un libro non è un best seller non deve essere pubblicato e questo porterebbe ulteriori conseguenze negative. E’ giusto mantenere l’humus letterario di buona qualità, è essenziale per la sopravvivenza della cultura oppure muore la specie. Nell’ecosistema editoriale devono quindi coesistere, essere salvate e protette tutte le varie forme di editoria così come nel nostro ecosistema devono essere utilizzate tutte le specie perché hanno un valore: persino la zanzara che è così fastidiosa per noi è importante perché è cibo per altri animali”.

Francesca Bedini

19 novembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata