Sei qui: Home » Libri » “Emily in Paris”, 5 libri da leggere in attesa della quarta stagione

“Emily in Paris”, 5 libri da leggere in attesa della quarta stagione

Lily Collins ha da poco annunciato l'inizio delle riprese per la quarta stagione di "Emily in Paris". Ecco 5 libri da leggere per ingannare l'attesa.

Dopo una lunga attesa, intervallata dallo sciopero degli operatori e degli attori del mondo del cinema, i produttori di “Emily in Paris” hanno annunciato il ritorno sul set per la quarta, attesissima stagione della serie tv che ha fatto innamorare milioni di spettatori di Lily Collins e della sua romantica Parigi.

Se anche tu hai apprezzato “Emily in Paris” e non vedi l’ora di rituffarti nelle sue atmosfere, ti farà piacere scoprire i 5 libri che abbiamo pensato di suggerirti per ingannare l’attesa. Ce n’è per tutti i gusti e per tutti i generi!

5 libri da leggere se ti piace “Emily in Paris”

Emily in Paris” di Catherine Kalengula

Hai divorato le stagioni della serie tv ma proprio non riesci ad abbandonare “Emily in Paris”? Per te la soluzione giusta è un “rewatch” alternativo: “Emily in Paris” è infatti tratta dall’omonimo libro di Catherine Kalengula, che racconta in prima persone le vicende di un’esuberante sognatrice in traferta a Parigi. Ecco la sinossi:

Sono a bordo di un taxi e il cuore mi batte così forte che sembra sul punto di esplodere. Io, Emily Cooper, sono a Parigi! Abbiamo tutti bisogno di sogni per sopravvivere, e il mio è sempre stato quello di venire qui.

Si è impossessato di me all’improvviso una sera, mentre guardavo il film Moulin Rouge con la sublime Nicole Kidman. Avrò avuto sette o otto anni e, davanti a quello schermo, mi sono detta: “Anch’io voglio andare a Parigi!”.

Quel film ha piantato dentro di me un seme che negli anni ha continuato a crescere e germogliare. E quando si sogna così forte è praticamente impossibile fermarsi. Le strade di Parigi sfilano sotto i miei occhi con i loro splendidi monumenti e io non riesco a smettere di sorridere! Eppure una parte di me ha paura.

Un appartamento a Parigi” di Guillaume Musso

Se “Emily in Paris” ti ha appassionato per la grande coprotagonista – la città di Parigi -, per gli intrecci sentimentali che sono al centro della trama e per il legame con il mondo dell’arte e della moda, il libro giusto per te è “Un appartamento a Parigi” di Guillaume Musso, scrittore molto celebre e apprezzato in Francia.

Parigi, un appartamento senza inquilini nel centro della città, silenzioso, troppo perfetto per non nascondere misteri. Madeline, una giovane poliziotta di Londra, lo prende in affitto per cercare un po’ di riposo, dopo una serie di casi non risolti e la crisi della sua storia d’amore.

Per un errore tecnico, nella stessa casa arriva anche Gaspard, venuto a Parigi per isolarsi e scrivere in tranquillità la sua nuova opera teatrale. Queste due anime solitarie e irrequiete sono così costrette a vivere assieme per qualche giorno.

L’appartamento era di proprietà del celebre pittore Sean Lorenz che lo usava anche come studio, e in quelle stanze si respira ancora la sua passione per i colori e per la luce. Distrutto dall’assassinio del giovane figlio, Lorenz è morto l’anno precedente l’arrivo dei due inquilini, lasciando in eredità tre dipinti, che tuttavia risultano oggi scomparsi.

Affascinati dal suo genio e colpiti dai molti misteri che avvolgono la sua vita e, soprattutto, la sua morte, Madeline e Gaspard decidono di unire le forze per ritrovare le opere dell’artista.

Avremo sempre Parigi” di Serena Dandini

Andiamo con un titolo che ti colpirà se di “Emily in Paris” hai apprezzato il romanticismo e la joie de vivre che sembrano nascere con spontaneità dal cuore di Parigi.

“Avremo sempre Parigi” è una passeggiata vivace e imprevedibile per la città preferita di Serena Dandini, dove le passioni dell’autrice ci svelano a ogni angolo suggestioni, storie, personaggi indimenticabili e posti segreti da visitare di persona alla prima occasione o semplicemente sognare adagiati sul divano di casa.

La strada di Montparnasse che una pioniera della Nouvelle Vague ha trasformato in una spiaggia, i bistrot in cui Hemingway e Fitzgerald si confessavano i loro crucci più intimi, i giardini sorti per il capriccio di una regina o l’intuizione di un banchiere filosofo, le nuove vie della Street art…

Come i protagonisti di “Casablanca”, anche noi «avremo sempre Parigi», che pure in questi anni duri continua a stupirci con la sua formidabile bellezza e la sua capacità di rialzare la testa.

Una moglie a Parigi” di Paula McLain

Il quarto suggerimento per una lettura a tema “Emily in Paris” unisce al vivace ambiente parigino il genere storico biografico e un’appassionante storia d’amore che vede protagonista un uomo appena arrivato dagli Stati Uniti: Ernest Hemingway.

Ottobre 1920. A Chicago, arriva dalla natia Oak Park un ragazzo di vent’anni alto e snello, con splendidi occhi castani, capelli nerissimi e una fossetta sulla guancia sinistra. A casa della famiglia Smith dov’è ospite, il ragazzo, che si chiama Ernest Hemingway, incanta gli astanti coi suoi racconti sulla Grande Guerra.

Rapita più di tutti dall’aria spavalda e dallo sguardo scintillante del ragazzo è un’amica di Kate Smith: Hadley Richardson, una ventottenne che, dopo la morte dei genitori, vive con la severa sorella Fonnie e la sua famiglia a St. Louis. Una volta tornata a casa, riceve, meravigliosamente stropicciata, la lettera di Hemingway che esordisce con: “Penso sempre a Roma; ma che ne diresti di venirci con me… come mia moglie?”.

Senza soldi e alla ricerca di vita, felicità e successo, Hadley e il giovane Hemingway partono alla volta della vecchia Europa. Non si stabiliscono a Roma, ma a Parigi.

Parigi. The passenger” di AA.VV.

Curata da Iperborea, la collana “The passenger” contiene una raccolta di libri meravigliosi che portano i lettori alla scoperta di città e interi paesi. Se di “Emily in Paris” hai amato soprattutto l’ambientazione e vorresti conoscere ancora meglio la storia, l’aspetto e l’anima della capitale francese, questo è il libro perfetto per te, perché racconta Parigi attraverso le sue innumerevoli voci e sfaccettature.

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento