Tutti i problemi che i lettori affrontano quando non riescono proprio a mettere giù un libro

Ecco cosa succede quando non riesci a smettere di leggere un libro

Un libro, diceva Beecher, è come un giardino, una serra, un magazzino, una festa, un compagno nel cammino, uno e cento consiglieri insieme. Leggere, si sa, è uno dei passatempi più antichi della storia e il libro è da sempre il migliore amico dell’uomo...

Vi è mai capitato di leggere così intensamente da perdere la vostra fermata? Oppure di rimanere svegli fino a notte fonda perché proprio non riuscivate a chiudere il libro? Questi sono solo alcuni dei ‘’disastri’’ causati dalla lettura

MILANO- Un libro, diceva Beecher, è come un giardino, una serra, un magazzino, una festa, un compagno nel cammino, uno e cento consiglieri insieme. Leggere, si sa, è uno dei passatempi più antichi della storia e il libro è da sempre il migliore amico dell’uomo (non me ne vogliano i cani di tutto il mondo), ma di cosa è fatta questa amicizia? Cosa succede quando il libro crea dipendenza e diventa,  per noi, realmente un giardino, una serra, un magazzino, una festa, un compagno di cammino, uno e cento consiglieri insieme, ovvero tutto il nostro mondo?! Ecco cosa può succedere quando il libro che leggiamo ci piace al punto tale che non riusciamo a staccargli gli occhi di dosso! Buzzfeed ha scovato almeno dieci strani comportamenti che caratterizzano i libro-dipendenti:

Perdi la cognizione del tempo – Sono le cinque e hai deciso di fare una pausa dallo studio o dalla routine quotidiana per dieci minuti, prendi il libro che hai iniziato solo ieri e riprendi a leggere da dove avevi interrotto. Leggendo ti accorgi che, anche se all’inizio sembrava noioso, ora non lo è più. Leggi per quelli che credi essere dieci minuti e poi, all’improvviso, alzi gli occhi ed è notte. Allora prendi il cellulare e ti fai luce.

Sei esausto ma preferisci addormentarti sul libro –  Ti ritrovi sistematicamente con la faccia schiacciata sul libro e la bocca aperta?! Si questo è un altro sintomo che stai diventando un libro-dipendente. Quando non riesci a staccare gli occhi dalle pagine, ma non riesci nemmeno a vederle per quanto sei esausto, ecco questo è quello che succede.

Arrivi in ritardo al lavoro –  Una volta eri solito alzarti presto al mattino, lavarti con calma i denti, farti la doccia, fare una bella colazione e arrivare in tempo al lavoro. Ora non esiste più nulla di tutto ciò. Appena ti alzi leggi, poi ti lavi i denti mentre leggi, ti fai la doccia e leggi, fai colazione e leggi. E chiaramente arrivi in ritardo al lavoro.

Ti dimentichi della fermata del bus –   Sali sull’autobus per tornare a casa dopo il lavoro. Inizi a leggere perché sai che comunque mancano davvero molte fermate prima che arrivi la tua. Improvvisamente alzi gli occhi e sei dall’altra parte della città. La tua fermata è passata da un pezzo. Un classico.

Fai sport con il libro in mano – Adori fare sport e andare in palestra, ma da quando hai iniziato a leggere l’ultimo libro che hai comprato, adori pure quello. Il risultato? Inizi a fare pesi con il libro in mano!

I tuoi amici ti danno per disperso –  Il cellulare squilla a vuoto da giorni, hai scordato ogni appuntamento con gli amici al bar e non rispondi nemmeno ai messaggi. Quando un libro ti prende a tal punto, ogni cosa diversa dalla lettura sembra una perdita di tempo e ogni contatto con le persone che ti stanno intorno, inutile. Attento a non andare su “Chi l’ha visto?”.

Fai disastri in cucina –  Maneggiare libri in cucina, a parte quelli di ricette s’intende, può produrre notevoli inconvenienti. Quando non riesci a staccare gli occhi dalle pagine di un libro e stai ai fornelli, può succedere di tutto:  lavandini allagati, arrosti bruciati, paste stracotte… Ma tanto oramai lo sai e non inviti più nessuno a cena.

Ti abbronzi per metà – Quando decidi di portare il libro in spiaggia, il pericolo più grande è che gli effetti di questa tua dipendenza si possano vedere fisicamente su di te e manifestarsi come un’abbronzatura a strisce che non se ne andrà mai più per tutta l’estate. Si, succede anche questo.

Leggere diventa il tuo unico vero e proprio lavoro –  Se è vero che lavorare stanca, leggere per te, quando il libro ti appassiona, è come lavorare. Cammini e leggi, mangi e leggi, vedi la televisione e leggi; la maggior parte del tuo tempo la spendi leggendo, arrivi la sera che sei stanco, praticamente un lavoro!

Non ricordi di avere un partner –  Quando ti immergi nella lettura non ci sei più per nessuno, non ci sei per i tuoi genitori, non ci sei per i tuoi amici e non ci sei per il tuo partner, al quale non rimane che fare il conto alla rovescia per il giorno che potrà tornare ad abbracciarti.

Michela Verdini

3 ottobre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti