Utopia o possibilità?

#DISCOLIBRO, come organizzare una festa in spiaggia con i libri protagonisti

Abbiamo immaginato un evento estivo che unisse il pubblico della notte e quello delle librerie, categorie troppo spesso divise e ostili. Ecco il risultato
#DISCOLIBRO, come organizzare una festa in spiaggia con i libri protagonisti

MILANO – Un ombrellone non diventa il nostro ombrellone fino a quando non lo consacriamo con la nostra borsa mare: quel concentrato di beni e piccole proprietà che rende il metro quadro di spiaggia conquistato la mini ambasciata di casa nostra. La borsa contiene chiavi, cellulari, teli, costumi, prodotti per proteggersi dal sole (il sole utilizza prodotti per proteggersi da noi?), prodotti per assorbire il sole, settimane enigmistiche vecchie anche di dieci anni, portafogli, sigarette&accendino e, ma si dai, mettiamocelo un libro.

In caso di allontanamento dall’ombrellone, quali di questi oggetti è meno soggetto a furto? E noi di quello vogliamo parlare: i libri. Forzieri di gioie, risate, commozione ed evasione che aspettano solo di essere aperti. L’estate sta finendo e i libri che ci siamo portati in vacanza ancora no. Forse perché siamo riusciti a concedere meno tempo del previsto alla lettura in favore del sonno, dei piaceri della tavola e dei selfie. E allora rimane da sperare che “leggere di più” sia uno dei propositi post vacanzieri, insieme a Mai più in vacanza con questo o quello, Imparo le lingue, e Mi iscrivo in palestra perché, come pensano in molti, “Il vero capodanno è il 1° settembre” .

Ed ecco che potremmo realizzare un evento per questo vero capodanno con l’utopica intenzione di unire divertimento sfrenato e lettura, notti folli e incontri culturali, il pubblico della notte e quello delle librerie, categorie troppo spesso divise e ostili.

Una serata con luci stroboscopiche e il patrocinio dell’assessorato alla cultura è possibile, basta trovare il punto di incontro e allora ecco la mia proposta per la Opening Start Night Summer Book 2016: #DISCOLIBRO/1

Libro special guest della serata: il capolavoro della letteratura americana MOBY DICK di HERMAN MELVILLE.

Dj Set: MOBY, genio visionario della musa elettro-dance-techno e pronipote proprio di Melville.

Vocalist: uno qualsiasi, tanto se i dj dicono “vado a suonare”, i vocalist allora possono dire “vado a presentare un libro”.

INTRO SERATA:

Boys and girls….this is a special night

Benvenuti marinai del Pequod…l’unica vera disco oceanica.

Welcome everybody on the ocean beach

Attenzione alle sirene danzate in pista!

Stasera c’è Achab che va a caccia grossa con il suo arpione…
Ragazzi per voi c’è l’unica, super, grandissima cubista…Se la chiami balena non si offende mai…sul cubo: ecco a voi: la candida Moby Dick!

(Voce solenne da citazione della serata)
Così pare ci sia una ragione in tutto, persino nella legge – La legge della notteeeeeeeeeee dello special guest Herman Melville from New York!

Se le casse fossero cannoni, Achab vi sfonderebbe il cuore

Stanotte fate l’amore in riva al mare e ricordate:

Meglio dormire con un cannibale astemio che con un cristiano ubriaco.

E per questa notte…chiamatemi Ismaele.

 

Adelmo Monachese

www.coolclub.it

© Riproduzione Riservata
Commenti