Sei qui: Home » Libri » Disastro di Fukushima: ecco 5 libri da leggere per saperne di più
Consigli libri

Disastro di Fukushima: ecco 5 libri da leggere per saperne di più

L'11 marzo 2011 accadeva il disastro di Fukushima. Ecco per voi cinque titoli da leggere per scoprire di più sulla tragedia.

Oggi 11 Marzo 2021 sono passati 10 anni dalla triplice catastrofe di Fukushima: il terremoto di magnitudo 9, il successivo tsunami e la dispersione delle radiazioni dalla centrale nucleare. Una serie concatenata di eventi tragici che hanno causato la morte di oltre 15.000 persone. Per ricordare e conoscere meglio questa giornata storica, che ha cambiato il volto e il destino del Giappone, vi segnaliamo 5 libri da leggere. 

 

5 Libri per conoscere la storia di Fukushima

Quando vogliamo conoscere la storia e i protagonisti di quest’ultima, ci rivolgiamo ai libri. Oggi, dopo 10 anni dal disastro di Fukushima, vi proponiamo cinque libri che saranno in grado di farvi capire meglio quello che l’11 marzo 2011 è davvero accaduto. 

Fukushima. La vera storia della catastrofe nucleare che ha sconvolto il mondo – Alessandro Farruggia

L’incidente di Fukushima ha rilasciato una tale radioattività da essere classificato di livello 7, il massimo di gravità per gli incidenti nucleari, raggiunto solo da Chernobyl.  Il giornalista Alessandro Farruggia ha continuato a scavare e indagare. Questo è un completo resoconto non solo, e non tanto, della dinamica dell’incidente, ma delle conseguenze a tutti i livelli che hanno cambiato per sempre il mondo. Tra i segreti della Tepco, svela la realtà dietro la rispettabilità di facciata (gli errori progettuali, una manutenzione mancata o mal eseguita, le prescrizioni non rispettate dell’agenzia per la sicurezza nucleare), ricostruisce l’incidente e la gestione dell’emergenza, con gli errori, che hanno aggravato il bilancio. Infine, il mondo dopo Fukushima: le profonde conseguenze sul pianeta e sulla rinascita del nucleare, l’influenza sulle scelte energetiche. 

Tsunami nucleare. I trenta giorni che sconvolsero il Giappone – Pio d’Emilia

L’11 marzo 2011, un sisma di magnitudo 9.0, seguito da uno tsunami, ha sconvolto il Giappone causando oltre trentamila vittime. In un diario di trenta giorni trascorsi al “fronte”, Pio d’Emilia, corrispondente da Tokyo per Sky Tg24, e storico collaboratore de il manifesto, racconta gli eventi che hanno sconvolto il destino di una nazione e modificato l’assetto economico mondiale. La cronaca del giornalista, l’unico ad essere arrivato davanti ai cancelli della centrale nucleare di Fukushima, si alterna allo sguardo dell’uomo nel tentativo di delineare le prospettive di un paese interamente da ricostruire e minacciato da un altro possibile “tsunami”, quello nucleare, i cui danni sono tutt’ora imprevedibili. 

Masao, l’Eroe di Fukushima di Sergio Rossi

L’11 marzo 2011 uno tsunami si abbatte sulla costa orientale del Giappone dove si trova la centrale nucleare di Fukushima. Distrutti i sistemi di sicurezza, il combustibile radioattivo dei reattori va fuori controllo e comincia a fondere, con il rischio di creare una nuvola radioattiva che avrebbe potuto contaminare tutto il Giappone, oltre che l’intero mondo. Se questa tragedia è stata evitata, lo dobbiamo a Masao Yoshida, l’ingegnere capo della centrale, un uomo che ha rischiato la propria vita per evitare una catastrofe nucleare che avrebbe potuto essere molto peggiore di quella di Chernobyl. Masao Yoshida, insieme a una cinquantina di eroici tecnici, sfidò i terribili livelli di radiazioni per eseguire gli interventi che evitarono un disastro nucleare di proporzioni catastrofiche.

1F:Diario di Fukushima – Kazuto Tatsuta

1F (pronuciato Ichi Efu) è il nome con cui viene comunemente chiamata dagli operai e dalla gente del posto la centrale nucleare di Fukushima. Kazuto Tatsuta, ex impiegato della TEPCO, racconta la sua esperienza di lavoro nei luoghi del disastro provocato dallo Tsunami, insieme alle vite di coloro che si sono occupati di mettere in sicurezza la centrale.

Enigma nucleare. Cento risposte dopo Fukushima – Luca Carra

L’energia nucleare può essere sicura? È davvero inesauribile? È un’energia pulita? Rappresenta una valida alternativa alle energie esistenti? Occorre trovare fonti alternative, compatibili con l’ecosistema globale e capaci di sostenere ancora a lungo lo sviluppo e la prosperità delle società umane. C’è chi sostiene che l’energia nucleare, se ben gestita, possa avere questi requisiti. Il disastro nucleare di Fukushima, e ancora prima quelli di Chernobyl e di Three Mile Island, impongono però una seria riflessione. Con cento domande e cento risposte, questo libro vuole risolvere l’unico vero enigma che ci troviamo davanti: l’energia nucleare è conveniente?

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata