LUOGHI DI LETTURA

Dimmi dove ti piace leggere e ti dirò chi sei

Quando si tratta di leggere, spesso non possiamo permetterci di fare gli schizzinosi: le occasioni sono poche, e vanno sfruttate al massimo delle possibilità

MILANO – Quando si tratta di leggere, spesso non possiamo permetterci di fare gli schizzinosi: le occasioni sono poche, e vanno sfruttate al massimo delle possibilità. Che sia in treno, in biblioteca, in poltrona, spesso si legge dove e come capita. Ma quando abbiamo qualche ora per noi e decidiamo di viziarci con un bel libro, potendo scegliere a nostro piacimento dove rintanarci, cosa faremmo. Ecco, secondo bustle. com, cosa dice di noi il nostro luogo di lettura prediletto.

 

A letto

Sei un vero amante dei libri e conti i minuti che ti separano dal momento in cui potrai finalmente evadere dal mondo reale per immergerti nel libro che ti attende fiducioso sul comodino. Se riesci a evitare di uscire dalla tua camera (ok, sì, lo sappiamo: dal tuo letto, per essere precisi!), la reputi una serata perfetta. Stai lentamente esaurendo le scuse che propini agli amici per non uscire a bere qualcosa una sera in settimana. “Perché sta arrivando la parte più avvincente” non può essere utilizzata come scusa!

 

Sul divano in soggiorno

Ti piace essere al massimo della comodità possibile quando leggi. Per questo hai già disposto meticolosamente tutti i cuscini, per fare in modo che ti sostengano senza dover interrompere la lettura ogni cinque secondo per sistemarli. Inoltre fai sempre in modo che qualsiasi cosa ti possa servire in questo tuo intervallo di lettura sia comodamente raggiungibile allungando semplicemente un braccio. E chi vuole alzarsi, scusa? Saresti costretto a mettere giù il libro! Sei un perfezionista e un tantino maniaco del controllo!

 

Nella vasca da bagno

Se le coperte del tuo letto non sono abbastanza calde, ti piace immergerti in una micro piscina di acqua bollente in cui dedicarti alla tua passione. Ti piace coccolarti con sali profumati e candele, riposare le membra e ritemprarti dopo una dura giornata di lavoro. Certo, il piacere di questa pausa non è eterno, dopo un po’ ti faranno male i gomiti a forza di puntellarli e l’acqua diventerà appena tiepidina molto prima che la tua voglia di leggere sia soddisfatta. Ti piace goderti il momento, sarà stato bellissimo finché è durato.

 

All’aria aperta

C’è sempre un tocco di romanticismo nel leggere in un parco, anche se l’esperienza di lettura nel verde non è mai così idilliaca come appare nelle foto: l’erba è pruriginosa, pullula di insetti, il terreno sconnesso dà fastidio alla schiena, la gente intorno rumoreggia. Hai un carattere aperto, socievole e solare, ti piace sentirti circondato dalle persone anche se sei immerso nella lettura: leggere al parco per i fatti tuoi è piacevole, ma se sei circondato dai tuoi amici lo è anche di più.

 

In treno, sul bus, in metropolitana

Sì, può sembrare strano, ma tu ami leggere in metropolitana, sul treno, sugli autobus. Ti aiuta a non pensare ai mille disagi di un viaggio – mancanza di spazio, presenza di cattivi odori, ritardi – stipato in un mezzo pubblico sovraffollato. Sei efficiente e organizzata, ottimizzi il tuo tempo e hai scoperto che la vita da pendolare può non comportare ingenti sprechi di tempo, ma ghiotte occasioni di lettura. Inoltre hai imparato a mettere a punto delle occhiate fulminanti assolutamente efficaci da destinare a tutti gli importunatori seriali che provano a fare conversazione, nonostante vedano benissimo il tuo naso immerso tra le pagine!

 

In biblioteca

Niente è come essere circondato da libri. Hai bisogno di pace, silenzio e tranquillità per concentrarti sulla lettura. Il mondo esteriore è troppo frenetico e dispersivo, la tua mente non può fare a meno di sovraccaricarsi di informazioni e di stimoli. Vuoi fuggire allo stress e solo le biblioteche ti possono fornire la quiete necessaria. È tutto ciò di cui hai bisogno.

 

Al tavolo della cucina

Sei una persona estremamente versatile, non hai problemi a sentirti a tuo agio in qualsiasi situazione e a trovare il meglio anche nei frangenti più “scomodi”. Al tavolo della cucina, seduta su un marciapiede, a gambe incrociate sullo sgabello… finché hai un libro in cui immergerti per te non fa alcuna differenza. Riesci ad andare avanti per un tempo teoricamente infinito, crampi permettendo, ed è davvero difficile che tu abbandoni una lettura, anche se questa non ti convince fino in fondo.

 

Al lavoro (o a scuola!)

Sei un lettore “subdolo”, pronto a carpire qualsiasi momento di lettura. Sei un tantino ribelle: il brivido di immergersi una storia mentre dovresti essere impegnato a fare altro è pari ai brividi che la storia stessa ti causa. Sei sempre concentrato, con un’area del tuo cervello riesci comunque a seguire quel che sta succedendo intorno. Sei un gran lavoratore, probabilmente potresti esserlo di più, se amassi meno i libri. Occhio a non pretendere troppo da te stesso!

 

In libreria

Non sei solo un lettore, sei  un consumatore. Ami i libri alla follia, averli intorno non ti basta, li vuoi possedere. Quando esci dalla libreria con un solo libro nuovo (invece dei soliti sette o otto) è un grandissimo successo. È per questo che la tua casa sembra un archivio, un deposito, il rifugio per libri sfollati scappati da una libreria devastata dalla guerra. Prometti sempre che un giorno metterai a posto. Forse…

© Riproduzione Riservata
Commenti